CORONAVIRUS, SAUZE D’OULX CHIEDE L’INTERVENTO DELL’ESERCITO PER CONTROLLARE LE STRADE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI SAUZE D’OULX

SAUZE D’OULX – Il Comune di Sauze d’Oulx chiede l’intervento dell’esercito per servizi di vigilanza nell’emergenza Covid-19. Nella giornata odierna il Sindaco Mauro Meneguzzi ha inviato una richiesta formale al Prefetto di Torino Claudio Palomba e al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Il Sindaco nella sua richiesta di aiuto parte da dei doverosi ringraziamenti: “Desidero in primis esprimere il ringraziamento mio personale, nonché quello della mia Amministrazione e della Comunità tutta di Sauze d’Oulx, per tutto il lavoro che state svolgendo, a tutti i livelli. Un grazie per l’enorme ed encomiabile lavoro che in questi difficili momenti, viene svolto dalla Stazione Carabinieri di Oulx (nostra stazione di riferimento e competenza), dalle Forze di Polizia in generale, dalla nostra Polizia Locale, dal Personale Sanitario tutto, dai Medici di Base al personale Ospedaliero, agli addetti al soccorso del 118, Pubblica Assistenza, Protezione Civile, C.N.S.A. e tutti i Volontari e lavoratori grazie ai quali ci viene reso possibile restare a casa”.

Il primo cittadino sauzino esprime la sua preoccupazione: “Mi permetto però di segnalare la nostra preoccupazione, soprattutto in quanto siamo il Comune dell’Alta Valle di Susa in cui si sono riscontrate ad oggi le maggiori positività al Coronavirus (tredici positivi) e quasi quaranta soggetti in quarantena obbligatoria domiciliare, per quel che riguarda gli accessi di soggetti non autorizzati, nel nostro paese, soprattutto in orari notturni. Comprendo la “voglia” di scappare dai centri urbani e rifugiarsi nella seconda casa in montagna, ma ciò non assolutamente ammissibile, ne tantomeno accettabile. Tutti gli sforzi, che tutti Noi in Italia e nel mondo, e nello specifico nel nostro Comune ove, se Dio vuole, da quattro giorni non son state più finalmente rilevate positività, non può essere vanificato da accessi di persone esterne. La difficoltà di evitare assolutamente tali accessi, è dovuta all’esiguo numero di operatori di Polizia, ahimè certamente non per colpa loro, e ciò rende impossibile un controllo H24 degli accessi e movimentazioni”.

Di qui l’appello di Meneguzzi ad un maggior controllo: “Sauze d’Oulx, ha una sola Strada Provinciale di accesso, facilmente sorvegliabile a monte dell’abitato di Oulx, ove giunge anche la galleria di uscita dall’autostrada A32, ma per effettuare un concreto controllo H24 l’unico sistema a mio giudizio, sarebbe l’affiancamento dell’Esercito alle Forze di Polizia locali. A tal proposito ricordo che abbiamo una caserma ad Oulx ed una a Bousson. In ultimo, mi permetto di segnalare, come le attuali ordinanze e DPCM in tema Covid-19, prevedano una sanzione amministrativa e penale per coloro che accedessero senza giustificato motivo, ma manca, a mio giudizio, la previsione del respingimento del trasgressore affinché ritorni mmediatamente al luogo da cui proviene”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

29 COMMENTI

  1. Bene signor sindaco, più che giusto,ma i complimenti doverosi alle forze dell’ ordine magari facciamoli quando non vedremo più turisti in giro ! Finora fanno quello che vogliono alla faccia mia e anche sua !

  2. A febbraio lo stesso sindaco invitava i turisti a frequentare Sauze d’Oulx quale zona sicura anche quando in Italia si registravano già le prime zone epidemiche. Sfortuna sua il paese non è rimasto indenne dall’epidemia! Oggi vorrebbe chiudere il paese alle persone che vogliono raggiungere Sauze. Peccato che fra questi “turisti”, parecchi sono residenti in paese , magari domiciliati altrove. Chiedere l’esercito x tutelare Sauze quando c è da tutelare l’Italia mi sembra esagerato.

    • In perfetta sintonia! Quanto alle dichiarazione del sindaco di Sauze d’Oulx e a seguire le aziende degli impianti di risalita ce n’è abbastanza per una denuncia alla Procura della Repubblica (che mi mi auguro venga fatta). Quanto a cittadini irresponsabili (non centra se turisti o no) ne abbiamo a frotte quindi si proceda duramente anche contro questi.

    • Grillo Parlante, quando il sindaco diceva di venire a sciare a Sauze, non c’era nessun divieto restrittivo nazionale, e gli italiani, caproni, hanno invaso i paesi di montagna e di mare invece di usare il buon senso; di conseguenza non penso che sia colpa del Signor Meneguzzi se, quel weekend della neve, gli italiani hanno invaso tutta la Catena Alpina Nazionale!! Il Sindaco di Sauze non ha tutto questo potere, non crede???????
      Bardonecchia era altrettanto invasa da decine di migliaia di turisti del weekend!!!!!
      Il problema sollevato dal Sindaco, è un problema serio, tant’è che molte seconde case dell’alta valle vengono occupate la notte e quando questi “fantasmi” devono tornare in città, si muovono sempre di notte. GRILLO PARLANTE, Le sembra legale tutto ciò, dal momento che non ci si può muovere da un comune all’altro essendoci i divieti ?
      E per favore ci risponda, non metta la testa nella sabbia, Grazie!

  3. Grillo blaterante,la tua residenza a sauze è “di comodo” poi ,quello che è stato in febbraio non inficia le giuste decisioni che vengono ( forse) prese ora.

    • Infatti la mossa successiva a fine pandemia sarà dare un bel taglio a tutte queste residenze di comodo che dl momento creando solo danno al Comune in quanto fanno lievitare il numero di residenti oltre la soglia del patto di stabilità causando un fanno economico enorme alle casse del Comune oltre poi all’ici non incassata risultando prime case (fasulle) Come ripeto sarà nostro impegno dare un giro di vite a questa situazione.

  4. Perchè solo Sauze è tutelata in questo modo? Nulla negli altri paesi della valle, ove regna il menefreghismo più totale?

  5. Non esiste più alcuna sanzione penale, se non per chi esce di casa pur essendo in isolamento fiduciario (quindi positivo o entrato in contatto con positivi). Che non ne sia al corrente un sindaco lo trovo piuttosto grave.

  6. Venite solo su estate inverno cari cittadini:questo e’ sempre stato l’invito dei nostri sindaci da sempre.
    Adesso qualcuno ne porta le conseguenze (su una marea di cose non solo il covid)i nostri paesi sono diventati negli anni delle citta’ in montagna con tutte le leggi e le cose negative, odori compresi portati dai signiur d’la piana.

  7. Caro mah,ho seri dubbi su queste nuove regole da te annunciate, ma se ne sei così sicuro sali pure in macchina e gira tranquillo…fino al primo controllo in cui incapperai…poi ne riparliamo !!!!

  8. Tutta l’alta valle ha vissuto le stesse situazioni…invasione prima del blocco totale, assalto alle seconde case dopo, criminale e notturno pendolare di irresponsabili soggetti adesso. Se siete a conoscenza diretta di situazioni di illegalità denunciatele alle autorità competenti…ma cosa più importante continuate a fare il vostro dovere a prescindere. Anche a me alcuni commenti sembrano provenire da qualcuno che fa avanti e indietro ma è solo una sensazione.

  9. Un sindaco che come tanti suoi colleghi non sa fare il suo ruolo , è ammissibile temere dilagare del contagio quando ci sono valanghe di sciatori e questo era facilmente superabile chiudendo gli impianti sin da metà Gennaio , ma quanti voti si sarebbero persi ? Ovviamente assembramenti agli impianti sono stati un perfetto veicolo di contagio , come i vari mercati e mercatini .Quindi signori amministratori facciamo un esamino di coscienza e non credo che eventuali proprietari di case se ne vadano in giro di notte formando assembramenti pericolosi ; per cui sono sufficienti i controlli diurni per consigliare ai residenti e non di non uscire di casa se non per motivi validi e permessi dai vari decreti governativi per altro di difficile comprensione e come sempre in ritardo . Leggo in altro loco che in Sardegna una persona è stata multata perchè faceva il bagno in mare in una spiaggia deserta di 6 Km. Quindi l’imbecillità delle norme emanate dal governo rasentano la follia , quando basterebbe usare un po’ di cervello e di altruismo , attenti sig,Amministratori dal Governo centrale in giù che a tirare troppo la corda poi si rompe e il popolo costretto agli arrsti domiciliari potrebbe poi meritarseli .

    • Carlo, forse Lei non ha capito del perché il governo ci obbliga a stare a casa! E forse non sa che il problema degli spostamenti notturni, è un problema reale! Si informi!
      Non solo sono vietati i rassembramenti, ovviamente, ma anche gli spostamenti non urgenti e necessari, perché se ci spostiamo con lunghi tragitti, andiamo a fare il bagno, una gita in montagna, a correre, ecc… non facciamo altro che aumentare il rischio di incidenti, incidenti d’auto con potenziale colpo di sonno nei viaggi notturni, infortuni, infarti, congestioni, traumi fisici, ecc… con il conseguente bisogno di interventi di elicottero, protezione civile, soccorso alpino, ambulanza, medici, 118, forze dell’ordine, necessità di intervento ospedaliero e tutto il resto!
      Non le sembra che lo sforzo del servizio sanitario e della pubblica sicurezza abbia già il suo bel da farsi?
      Le faccio un’esempio: un paio di settimane fa una famosa guida alpina del trentino, giovane, preparata e con un curriculum che spazia dalla Patagonia all’ Himalaya, ha avuto un malore durante una semplice gitarella di scialpinismo dietro casa, bene, è dovuto intervenire l’elisoccorso! Ora le faccio un’altra domanda, non sarebbe stato meglio se il mal capitato se ne fosse stato a casa sua , anziché far sottrarre alla situazione già catastrofica che stiamo vivendo, un elicottero, dei sanitari a bordo, il soccorso alpino, l’ambulanza e i carabinieri?

      • Dan sono molto più pericolosi i lavori domestici, mia moglie mi ha fatto lavare i vetri e le tende settimana scorsa , sono caduto dalla scala e mi sono rotto omero. Ambulanza pronto soccorso tampone e tutto il resto. Io sarei rimasto tutta la quarantena sul divano ma purtroppo nn si può

  10. Signori, non possiamo semplicemente considerare che esistono delle regole e chiunque, residenti, non residenti, residenti domiciliati altrove, tutti, ma proprio tutti, devono semplicemente rispettare. A cosa serve continuare ad insultare i turisti? Non hanno sempre dato da mangiare all Alta Valle? In questo presunto ultimo WE di invasione, non han fatto comodo si, staccare biglietti per gli impianti di risalita, ma anche staccare scontrini (oddi quelli enanche sempre) nei bar, ristoranti, nei alberghi, market,… Quando tutto questo sarà finito, i turisti se ne ricorderanno di tutti questi insulti!

    • In questo disastro, che pare non sia risolvibile, si cercano sempre capri espiatori. Prima i runner, poi i genitori con i figli, ora anche i turisti, i proprietari di seconde case. Ma saranno proprio questi i colpevoli ? Una moltitudine che gira col favore delle tenebre ? Chi lo sa? In tutto questo emanare provvedimenti si sono sospese le tasse per le seconde case ? Visto che non sono raggiungibili, esse non hanno valore e per ora non andrebbero tassate. Oggi è difficile anche uscire dalla porta di casa, altro che scorrazzare per monti.

  11. Belli i residenti di Sauze, sono 30 anni che vi arricchite con ragazzini inglesi e proprietari di seconde case ed ora fate i preziosi….vi farei vivere solo con le vostre patate ingrati

  12. Signori oggi abbiamo tutti le antenne dritte per cogliere le incongruenze del comportamento di sindaci e amministratori locali. Me domani nell’euforia del rischio scampato o della semplice attenuazione delle misure restrittive, mi auguro che la memoria non faccia difetto a chi oggi è rispettoso delle regole di fronte ad altri pericolosi “furbetti”, siano essi residenti o non residenti. Questo vale per Oulx ma anche per gli altri comuni dell’alta valle. Non serve l’esercito, esageruma nen, serve un po’ di sano senso civico. Certo, segnalare alle autorità locali il vicino pendolare notturno non piace, meglio delegare ad altri il compito di fermarlo.

  13. Ma l idea di premiare i ragazzini di Sauze con una bella gitarella… e` sempre venuta dalla stessa amministrazione che invitava tutti a sciare ad inizio febbraio? Pero poi non vengano a lamentarsi che il l`autista era positivo al corona, oppure la meta decisa per la grande adunata di giovani immuni.

    RIDICOLE queste richieste preventive.

  14. Generalmente esprimo la mia opinione e poi non perdo altro tempo , ma visto che sono “agli arresti domiciliari” sanzionati dal governo incapace e non eletto che ci ritroviamo , posso utilizzare altro tempo che certo non mi manca . Non mi reputo un genio ma sin dal 18 febbraio mi sono auto recluso in casa e questo fortunatamente potendomelo permettermelo visto che da meno di un anno sono sotto l’egida del INPS . Non ho atteso i vari e tardivi decreti governativi , ma da persona normale e pensante ho deciso di offrire poche possibilità al virusetto di incontrarci , questo perchè sono over 60 e con qualche acciacco . Ovviamente inorridivo nel vedere gli impianti di risalita pieni di idioti che oltretutto mettevano a rischio anche gli addetti agli impianti . E’ un tema vecchio e trito quello del turismo Valsusino , unica risorsa oramai rimastaci in valle e non compresa da tutti , anzi da pochi ; tempo fa suggerivo agli amministratori di farsi un giretto non molto distante anche solo in valle D’Aosta dove hanno meno risorse che noi ma dove da anni gestendo il turismo in modo professionale hanno redditi da paura . Termino di annoiare con una piccola riflessione ovvero se tutti avessero il sale in zucca si eviterebbero queste discussioni ma facendo un’esame di coscienza chi trasgredisce e non lo usa forse ha preso esempio dalla maleducazione dei genitori che hanno un solo credo il proprio IO o interesse . Ultima cosa fossi proprietario di seconda casa a Sauze D’Oulx alla richiesta del pagamento IMU invierei al Sig. Sindaco una bella cartolina raffigurante gli Alpini della Taurinense

  15. Ma si, vado a fare una passeggiata in montagna, un bagno al mare, un giro alla seconda casa,
    “Tanto chi vuoi che ci sia in giro?”
    “È pieno di fessi che rispettano le regole, ma io sono più furbo!”
    E se facessimo tutti così??
    I primi di Marzo c’erano più cittadini sui sentieri che in città…
    Ma anche ora, dalle finestre ne vediamo qualcuno a spasso…
    Tanto sti montanari…
    Noi Italiani siamo un popolo di furbi e i risultati, purtroppo, si vedono.
    Perché nel conteggio dei positivi non ci sono anche quelli che hanno soccorso nel paese dove li hanno prelevati, invece di assegnarli alla città d’origine?
    Venite, venite a Sauze, qui il virus non è…
    ANCORA arrivato.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.