CORONAVIRUS, SEI PERSONE POSITIVE A SAUZE D’OULX

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MAURO MENEGUZZI (sindaco di SAUZE D’OULX)

SAUZE D’OULX – In base al diritto all’informazione riconosciuto dall’articolo 21 della Costituzione Italiana e, più di recente, dalla sentenza della Corte Costituzionale n 420 del 7/12/1994, si comunica che l’Asl To3 ha inoltrato in data 19, alle ore 19, una comunicazione riservata al sindaco in qualità di autorità Sanitaria locale, inerente numero di sei casi complessivamente di positività presenti sul nostro territorio comunale. Alcuni si trovano ricoverati in strutture ospedaliere.

Ogni dato relativo alle persone in oggetto è protetto rigorosamente dalle normative in materia di privacy. Chiunque fosse già a conoscenza dell’identità dei soggetti non potrà, in nessun caso, rivelarlo ad altri.

Si comunica altresì che la situazione è totalmente sotto controllo, pertanto si eviti di cadere in preda al panico o di farsi suggestionare da quanto accaduto.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

27 COMMENTI

  1. Non si preoccupi il sindaco ..le persone positive si sono autodenunciate sui social ….dimostrando intelligenza e senso civico ..

    • Ricordiamoci che sono quelli che ci sfamavano ….se sono su e rispettano le regole che male fanno??ci sono residenti che girano fregandosene

      • Il perbenismo gioca brutti scherzi. Allora quando arrivano a notte fonda ospitateli nelle vostre case. O come molti fanno accendo il riscaldamento il giorno prima. Ma si sa a sauze e sempre tutto una grossa bolla di sapone quando scoppia tutto passa. Vivendo sopra i millecinquecento metri di altitudine si diventa immuni a tutto(o magari è solo ignoranza). Continuate con il vostro ottimismo. Come quando il primo cittadino invitava tutti a passare le vacanza a sauze d’Oulx. Mentre tutti i comuni della valle dicevano di spostarsi il meno possibile.

        • Non è buonismo .la quarantena visto che sono su la fanno qui …invece chi arriva ancora adesso allora si che sono imbecilli

  2. Eh già, ma poi si rischia di essere impopolari, se si adottano misure serie. L importante per certe persone ragionare così IMPORTANTE CHE NON SUCCEDA A ME

  3. Troppi fanno spola tra domicilio cittadino di un coniuge e “residenza” a Sauze dell’altro…
    Per la prima volta in 10 giorni sono dovuto obbligatoriamente uscire per mezz’ora:
    Troppa gente in giro a fare shopping!
    Non siete in ferie.
    In tutto il paese non ci sono o non ci saranno i servizi essenziali per tutti, quei pochi che ci sono hanno prezzi esagerati.
    Mettete in pericolo tutti.
    State a casa!
    Grazie.

  4. I cittadini sono venuti su x l’8 e poi non sono piu’andati via, in tanti comuni sono stati mandati via dai vigili se non residenti.Sono rimasti solo dove i sindaci vedono da sempre (in modo egoista) la resa del turismo anche in casi di emergenza.
    Non dimentichiamoci che anche oltre i 1500 metri la merda, le malattie e la malavita e’ sempre arrivata dalle citta’….

  5. Invece di inseguire facili slogan come #iorestoacasa, o di fare stupide ricerche dell’untore, la gente dovrebbe capire che l’unica vera regola da seguire, nonchè il vero fine del decreto, è il DISTANZIAMENTO SOCIALE. Le gente deve stare lontana dalle altre persone, e osservare le regole di comune igiene. Tutto il resto, che restino in casa o fuori, che siano nella prima casa o seconda, che siano residenti o meno, che siano bianchi o neri, automobilista o podisti, fatemelo dire, sono emerite MINCHIATE. Sarebbe ora che ve lo metteste in testa invece di continuare a litigare sul nulla.

  6. Ricordate il sindaco alcune settimane fa’ ” Venite a Sauze a sciare e’ tutto tranquillo ” come se fossimo in una bolla autoimmune da qualsiasi penetrazione del virus. Ora bisogna mantenere la calma perche’ e’ tutto sotto controllo . Ci sono 6 persone infette 2 di Jouvenceaux + 1 maetro di sci + 1 direttore ABC 1 pizzaiolo e un cameriere ( come comunicato su articolo della STAMPA del 20/03/2020) . La valutazione della Privacy e’ soggettiva , infatti alcuni correttamente lo hanno comunicato per mettere al corrente la popolazione e non seguire ” L’immunita’ di gregge” come auspicato da alcuni governanti disdicevoli ma anche con la privacy auspichiamo la stessa immunita’. Auguro Buona Fortuna a tutti ” Andra’ tutto bene ” ci vuole solo pazienza e non farsi prendere dal panico perche’ ricordate che la paura abbassa le difese immunitarie dando sfogo al ” coronavirus” . Attendete il vs. sindaco , che come da articolo della STAMPA, si sta’ dando da fare a ” reperire mascherine da distribuire alla popolazione” per arginare l’errore commesso nell’invitare tutti a SAUZE D’OULX ma ora e’ troppo tardi , quanti assintomatici hanno girato per il paese distribuendo il ns. incubo peggiore , la pandemia.

  7. Vorrei anche vedere che non rispettaste le regole come tutti (anche se ho forti dubbi in proposito,vedi camminate infinite urlando al cellulare) ….ma poi la questione è una sola io sto a casa in casa mia dove risiedo vive il mio nucleo famigliare e lavoro ! Perchè voi no ???

    • Continuiamo ad additare l’uno e l’altro come se individuato l’untore tutto si possa risolvere
      rispettiamo le regole, rimaniamo a casa ma soprattutto cerchiamo di evitare di colpevolizzare. Nella vita e sicuramente nel regole dettate dal viceversa magari oggi tutti noi avremmo avuto un comportamento uguale a quello che oggi nell’ infinita democrazia delle parole vogliamo criticare .Remiamo tutti dalla stessa parte!

    • Che bel ragionamento degno del Medioevo. Io spero che quando dovrò mandare i miei bambini all università il Ducato di Milano permetta la presenza dei foresti

  8. Ho letto tutti i vari commenti e devo dire che Roberto (che se va bene e uno di quelli che con i turisti ci fa del nero e ci mangia la fetta di pane) è uno dei massimi esperti di cog lio naggine!!! Tranquillo finita l’emergenza gli “stranieri” sapranno comportarsi stando a casa loro e tu tornerai a mangiare patate.
    Inoltre faccio notare che molti si sono fermati dal week end del 7 quando Don Brasso succhiava 38€ per un giornaliero e i rifugi vendevano a 14€ un piatto di pasta!!! E non c’erano camere libere negli hotel… i pulmini trasportavano come carri bestiame ( e in nero) chiunque.
    CHE NAUSEA….

  9. I turisti lombardi sono i veri untori, ce ne sono ancora “nascosti” nelle seconde case ILLEGALMENTE! Ma ci sono anche dei piemontesi non di qua e dei liguri, basti vedere al mercato di stamattina e le facce che entrano in farmacia a Sauze, ecc ecc….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.