CORONAVIRUS, UN VALSUSINO IN CINA: “IO STO BENE, SEMBRA DI ESSERE IN UN FILM”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

di ANDREA MUSACCHIO

SAUZE D’OULX / PECHINO – “Come in un film”. Sono queste le parole che Dario Capelli, allenatore valsusino della nazionale cinese disabili di sci, utilizza per raccontare la sua esperienza in una Cina in pieno stato di emergenza.

Dario si trova in Cina da circa un mese, precisamente dalla mattina di domenica 26 gennaio. Una volta atterrato, in compagnia del suo team, ha raggiunto la stazione di sci di Thaiwoo, a 400 km a nord-est di Pechino. Sfortunatamente, il giorno dopo il governo ha deciso di mettere tutta la nazione in quarantena per l’emergenza del Coronavirus.

Dalle stazioni di sci ai trasporti pubblici, dai ristoranti agli immensi centri commerciali. Tutti chiusi in casa e, con la massima serenità, tutti ascoltano e seguono le regole imposte dal Governo – spiega Dario – Le misure di sicurezza si sono fatte giorno dopo giorno sempre più severe. Persone autorizzate ci misuravano la febbre fino a tre volte al giorno, mentre gli addetti alla sicurezza venivano a controllare che nessuno uscisse dagli alberghi“.

A causa delle misure di sicurezza, Dario e i suoi quattro atleti si sono trovati impossibilitati a continuare l’attività di allenamento sulle piste da sci, dove erano in programma allenamenti di prove tecniche e di velocità. Proprio per questo motivo, il maestro di sci sauzino, ha deciso, in comune accordo con i suoi atleti, di iniziare un percorso di preparazione fisica nelle camere d’albergo: “Una sorta di fai da te – afferma Dario – dall’usare gli estintori e le valigie come pesi, alle sedie e tavoli come rialzi per i balzi e/o le flessioni“.

Dopo due settimane trascorse all’interno dell’albergo nella stazione di sci, arriva dal governo il nuovo ordine con l’autorizzazione da Pechino di raggiungere il resto del team nella stazione sciistica di Beidahu ski resort, a nord-ovest della Cina, ai confini con la Corea del Nord.

Dario ci spiega che l’unico mezzo possibile per raggiungere la stazione è la macchina. Dopo essere stati prelevati di notte, Dario e i componenti della nazionale affrontano un viaggio di 1700 km in 19 ore. Durante il tragitto si sono imbattuti in posti di blocco: sono stati ispezionati e, alla fine della visita, è stato rilasciato un foglio per proseguire il viaggio. Solamente due soste in tutto il viaggio: “Per fare rifornimento e per fare i propri bisogni, anche se gli autogrill erano chiusi, e tutto era deserto. Sembrava di vivere in un film” racconta Dario.

Arrivati nel resort, è stato chiesto a loro di mettersi in auto-quarantena per qualche giorno,  a causa del viaggio affrontato. Il mattino seguente, però, arriva la comunicazione ufficiale del governatore che impone la totale quarantena in isolamento “perché provenienti da un’altra regione“.

Vengono così portati in un albergo ancora da ultimare, con quattro piani accessibili e riaperto appositamente per loro (solo le camere, ndR). Restano qui per due settimane, dove Capelli, nonostante il momento difficile, è riuscito a tenere alta la concentrazione dei suoi atleti. Infatti, il tecnico ha continuato a far allenare i suoi ragazzi nelle stanze dell’albergo, oltre a far visionare i video delle ultime gare svolte.

La quarantena si è conclusa nella giornata di ieri, domenica 23 febbraio. Dario Capelli, e i suoi atleti, sono sempre stati bene. Molto probabilmente, nella giornata di oggi, lunedì 24 febbraio, gli atleti riprenderanno le loro attività con il resto del team e Capelli potrà finalmente ritornare al timone della sua squadra nazionale cinese disabili, che in questa prima fase di stagione ha già ottenuto eccellenti risultati in Coppa del Mondo.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

32 COMMENTI

  1. Da quanto risulta su Wikipedia questo Sars coronavirus e’ derivato dal coronavirus dei pipistrelli e da uno sconosciuto . Non c’è stato creato questo , gli altri si ma per studio. Da vari articoli su 9 donne gravide non sono stati riscontrati né trasmissione d danni al bimbo/ feto. C’e’ stato solo un caso di una donna che alla fine del 3zo trimestre ha contratto il virus e l’ ha trasmesso probabile attraverso l’ allattamento. I bimbi sotto i 9 anni si ammalano meno facilmente ma non si sa e grazie alla chiusura di scuole. Dai 58 in su e’ più facile ammalarsi. Questo e’cio’ che si legge sul web.Si dice comunque che non sono dati certi
    Ma che fanno ben sperare.

    • Non penso che il sig. Capelli sia gravido…
      PS se non ci sono dati certi (e se non si sanno leggere) evitiamo di mischiarli e riportarli, grazie!

    • sa che il suo commento mi fa ridere?? Quindi una persona a 58 anni può schiattare?? Le dirò, ho familiari che hanno ben più di 58 anni e temo per loro, perchè per lei e per la sanità le persone considerate anziane possono pure schiattare, invece per me sono persone a cui tengo e spero che l’epidemia in Italia si fermi, ma guardi che non esistono solo le donne incinta o i bambini, anche le altre persone hanno un valore umano, anche se hanno 70 o 80 anni non è giusto che debbano morire perchè in certi ospedali tipo Codogno non sono stati seguiti i protocolli relativi a questa nuova malattia… Poi certo, spero anche io che si arresti, ma per le 11 famiglie che hanno perso un prezioso componente, seppur non bambino o donna incinta, la tristezza e il dolore sono immensi, e quando lei arriverà a 58 anni forse capirà che non avrà tutta questa voglia di morire perchè tanto ha 58 anni… comunque, come dice lei, speriamo bene, auguri anche a questo allenatore, che mi pare stia in un Paese che alla fine è ben più organizzato del nostro…

      • Di certe accuse false per incapacita’ di leggere mi sono stancata! Ci sono categorie più fragili e come dicono gli esperti più a rischio .Non lo dicono perche’ se ne fregano ma per invitarli a prestare attenzione.Detto cio’ gli uomini e le donne esistono perche’ qualcuno gli ha dato una vita.Mentre ci sono vecchi in questa valle che per fretta negli ospedali strattonano aggredendo le donne in gravidanza ci sono persone come me che dato i dati che trovano invitandoli a essere più prudenti.Perche’ strattonamenti/ aggressioni che portano a un rischio di aborto a parte quelle persone si preoccupano anche di chi mette a rischio la vita di una piccola creatura. E quindi dicono i dati vi mettono in guardia perché come i piccoli e le persone con malattie più o meno giovani anche voi siete più a rischio.Lo dice la sanita’ mondiale per tutte malattie. La sensibilita’ nonostante la cattiveria regalarmi nelle gravidanze ha fatto sì che non mi riducesse a avere un simile orrendo comportamento riguardo una persona che da la vita rischiando la sua.Io nonostante tutto la cattiveria e l’ aggressione aiuto con serenita’ tutti senza osservare nazionalita’ o l’ eta’.Lei nonmi conosce e non ha alcun diritto di dire il falso su di me e di giudicarmi…troverebbe molti anziani giovani non più bambini s rispettivi genitori pronti a darle.torto.Grazie per le Sue critiche…In certe occasioni ci sono stati testimoni.Buongiorno.

        • Parla in modo sconnesso, non si capisce quasi nulla di quello che intende comunicare perchè non sa utilizzare correttamente la punteggiatura e la grammatica italiana.
          A parte questo, personalmente non ho mai visto persone in età avanzata andare in giro negli ospedali a strattonare donne in gravidanza, mi pare che lei abbia una evidente psicosi verso gli anziani, che non sono quel pericolo che lei pensa. Vorrei inoltre comunicarle che, a meno di morire giovani, cosa che nessuno auspica, diventeremo tutti vecchi e non ci piacerebbe durante un’epidemia essere solo il morto numero 1, il morto numero 2 e via dicendo…senza nulla togliere alle sue amate donne in gravidanza, se non ci fossero genitori e nonni anziani, non ci sarebbero neanche donne in gravidanza perchè la specie umana si sarebbe già estinta. Infine, questo lo dicono gli scienziati, il virus in questione è molto meno rischioso per i bambini che per gli anziani…e per le 17 famiglie che hanno perso un componente della famiglia più o meno anziano, è un grave lutto che comporta un grande dolore, anche se non si trattava di bambini o di donne in gravidanza. Si piange anche per un anziano ottantenne o per una signora cinquantaseienne, come è accaduto, non solo per le fasce più giovani, perchè la vita umana non perde il suo valore con il crescere dell’età. Purtroppo alcuni ospedali in Lombardia sono stati molto imprudenti, hanno messo malati di coronavirus accanto a persone anziane con altre patologie, hanno fatto tamponi dopo 15 giorni di agonia, e i risultati li abbiamo visti tutti e mi creda, non si soffre meno se si perde un padre, una madre, un nonno, una nonna, solo perchè non aveva più 20 anni ma magari ne aveva 70 o 80…molte persone a quell’età conducono ancora una vita soddisfacente senza contare che spesso sono usati dai figli come baby sitter tuttofare… Guardi che non ce l’avevo con lei, ma con questo vizio tutto italiano che se muore un giovane è una tragedia, se muore un anziano pazienza… questo non lo tollero, finchè una persona è viva ha pari dignità a tutte le età. Buona serata.

    • https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/26/news/_lo_ha_ucciso_il_coronavirus_ma_era_mio_padre_non_solo_un_numero_-249593370/?ref=RHPPTP-BH-I249591240-C12-P1-S5.4-T1
      La incoraggio di cuore a leggere questo articolo: forse imparerà ad avere più umanità… non basta dire io ho 20, 30, 40 anni e se mi viene non muoio… a parte che sono calcoli statistici, non garanzie, quelle 11 persone morte finora non erano dei numeri come dice giustamente una figlia, erano esseri umani come me e come lei, con una vita stroncata molto probabilmente dall’incuria di ospedali che hanno atteso troppo a lungo prima di fare i tamponi, di isolare i pazienti, di curarli…e ora 11 famiglie italiane piangono… si ricordi, un essere umano non perde valore con il crescere dell’età, anzi ne acquisisce per l’esperienza…

      • Vedo sig. Zorro vedo che di Zorro non ha nulla e che non ha il coraggio di identificarsi. La sua intelligenza non le ha fatto capire che i dati fanno ben sperare per le donne gravide, le quali insieme ai piccoli , ai disabili , alle persone con malattie di ogni età e insieme ai meno giovani sono più a rischio di contrarre virus o batteri vari, per cui si invita a una precauzione maggiore. Non è altruismo, ne menefreghismo , ma preoccupazione da parte di chi è competente verso tutta la popolazione in particolar modo la più fragile su certi aspetti. Detto ciò la sua bellissima educazione ricevuta e il coraggio imparato nel criticare una donna gravida che non conosce e che un vecchio l’ha aggredita strattonandola proprio in ospedale a Susa , è davvero incredibile. Per fortuna non sono caduta , ma le ricordo che le cadute e anche aggressioni a una gravida possono portare a un aborto, che legalmente parlando è peggio della solo mancanza di insensibilità di chi aggredisce qualcuno per la fretta . Per le donne in gravidanza come lo è stata sua madre, per evitare che prendano virus o batteri che portano a complicanze alla creatura, come lo era lei, io e tutti gli altri prima di essere bimbi giovani e adulti, prevedono la precedenza. Ma che vuole farci se Elisabetta e’ tanto insensibile come dice lei che aiuta tutti senza guardare età o nazionalità, nonostante venga aggredita nelle due 2 gravidanze viene urtata da un ‘auto come i primi del dicembre 2019, 15 gg fa aggredita da un anziano frettoloso e che incontra spesso gente non più giovane che non merita di essere commentata. Immagini se aggredivan sua madre con lei in grembo….Beata la sua sensibilità e l’alta capacità di giudizio e coraggio che ha. Io ho l’ ammirazione di anziani non molto facili a volte, che mi hanno raccontato anche molto personali, diventati amici/che, nell’assisterli come volontaria ho anche pianto perché purtroppo quando sono soli le assistenti sociali danno a chi che sia i loro beni e ascoltavo la loro vita di sacrificio e vedevo nei loro occhi l’incapacità di tenere ciò che era loro. Complimenti, ma io carissimo vado via a testa alta e non ho tempo di leggere le sue cavolate! Io aiuto non sparo cavolate a chi non conosco. Ora però visto le critiche le ho risposto e vado via piu’ felice di non essere tra quelli che si comportano cosi con persone più fragili. Buongiorno

        • Guardi che se un anziano l’ha aggredita, comportamento indubbiamente da condannare, non vuol dire che tutti gli anziani siano così, la maggioranza non aggredisce proprio nessuno perchè spesso sono soli e faticano a reggersi in piedi… Però non rendiamo neanche la gravidanza una malattia, con tutto il rispetto naturalmente che ci vuole per una nuova vita che arriva, per il momento in Valle non ci sono focolai quindi non c’è nemmeno bisogno di fasciarsi la testa e scagliarsi contro il mondo intero… viva la sua gravidanza con serenità, le faccio i miei migliori auguri, e si ricordi che se in famiglia ha dei nonni, le torneranno comodi al momento opportuno, per fare da baby sitter come nel 90 per cento delle famiglie italiane, quindi, la vita va rispettata dal concepimento alla morte. Cordialità e auguri

          • SIG. NON SO COME SI CHIAMA io sono abituata a confrontarmi con tutti, le dico una cosa, i nonni materni a 49 anni una e l’altro a 65 anni sono deceduti. Causa tumore! C’era e c’è un’azienda che brucia metalli e le particelle sono cancerose. Questa azienda ha trasformato più volte le voglie verdi degli alberi in estate da verdi a colorate. Pareva essere già in autunno. Mirko di 3 anni e l’altro di 19 sono morti di tumore , non sono stati gli unici. Le particelle sono cancerose, lo so perché come t.d.s.s. negli incontri ho avuto il piacere di incontrare un disabile che ha aperto una casa famiglia. Lui verso gli anni 60′ rimase coinvolto in un incidente, sebbene tutti i parenti avessero preferito fosse morto, perché un disabile a quel tempo era una palla al piede , ci raccontò il suo percorso e parlando poi mi spiegò che il materiale che usciva da quella ditta era certamente canceroso. Le persone del quartiere si adoperarono per cambiare la situazione, ma ormai credo il danno fosse fatto. No gli anziani non sono cosi, qllo è cosi, non si può giudicare senza conoscere una persona. saluti SIG. NON SO COME SI CHIAMA.

  2. Sono molto più pericolosi i nostri connazionali dalla tastiera facile che, da una parte, dicono “ok, ma non posso mica stare a casa tutto il giorno” mentre, dall’altra, si lamentano che i contagi proseguono…

  3. E’ critiche a parte si muore anche per un semplice raffreddore, da sempre si muore per qualsiasi malattia anche in Italia, i vaccini non salvano nessuno da incorrere in quella malattia perché le persone ci si ammalano ugualmente di solito in forma lieve. Attualmente il sars coronavirus non ha fatto più morti di quello che ha fatto l’influenza in un anno, per quello che posso capire da ciò che viene indicato da tutti i mezzi di comunicazione è che queste misure sono state introdotte perché non si conosce l’origine e il paziente zero in Italia , se ci fosse disinteresse per le categorie più o meno fragile non avrebbero attuato disposizioni così rigide, ce da dire che le misure di igiene ci sono sempre state, ma molti non le applicano, mettendo a rischio la salute di ogni persona.( non aggiungo altro perché sento solo persone di ogni parte dire che il coronavirus è la spagnola del 2020)

    • Cerco di spiegarle la differenza…
      con l’influenza sono decedute 217 persone/settimana per 656.000 contagiati, quindi lo 0.2% mentre con il coronavirus sono 12 decessi su 374 contagiati, quindi il 3.2%. Siamo a 15 volte tabto, Le sembra la stessa cosa?

        • cari signori/re della VALLE DI SUSA , DESIDERO CONDIVIDERE con voi tutti una cosa.il giorno 23 febbraio ho ricevuto un messaggio audio riguardo una comunicazione di una dottoressa di Monza che aveva partecipato all’incontro regionale sul coronavirus, mentre primo ne ho ricevuto un altro più dettagliato da un amico , riguardo un esperto in malattie di importazioni che lavora da circa 20 presso l’ospedale di malattie tropicali in Valpolicella .la preside di un istituto di Cadoneghe (PD) gli ha chiesto perché lo ritenevan persona idonea di dare info corrette in mezzo a tutto questo vociare sul coronavirus. L’uomo conosce bene il coronavirus perché appartengono a tutti i coronavirus che causano i virus parainfluenzali e che causano il raffreddore. UNA CARATTERISTICA CHE DIFFERENZIA i coronavirus dall’influenza e la mancanza di una proteina nella membrana che ne riduce fortemente la capacità di penetrazione nell’albero respiratorio. Questa caratteristica spiega già perché il coronavirus è meno grave di qlla dell’influenza. Dunque il messaggio audio dura 10 minuti. L’esperto oltre a indicare dati ottimistici quali il fatto che nessun bambino è mai stato ricoverato in terapia intensiva , notizia che spiega come il sistema immunitario umano reagisca bene, spiega che tuti prima o poi prenderemo il coronavirus come si prende ogni virus e che svilupperemo gli anticorpi che per questo virus non abbiamo perché fino a pochi mesi fa non c’era traccia di esso sulla terra. Invita alla calma a seguire le disposizioni del ministero e a attuare le misure igieniche sanitarie che vengono consigliate per ogni tipo di influenza. L’uso della mascherina vieta la trasmissione del virus ma andrebbe usato per tutti i coronavirus , per le influenze ecc. Le misure attuate dai governi sono attuate perché è un virus fresco e ancora certi punti non sono chiari, come quello dell’incubazione. Che è un virus non più pericoloso dell’influenza lo hanno detto pure alcuni o tutti i governatori e il premier e non solo loro. Purtroppo anziani e altre persone con sistema immunitario più fragile sono più a rischio. CIO’ NON SIGNIFICA che queste persone non contano , contano come tutti, infatti stanno cercando di produrre un vaccino , cosa che è stata fatta anche per l’influenza. Il medico, quindi chi appartiene all’OMS hanno compito e vocazione di difendere e salvare più vite umane possibili. INVITO a riflettere quando si sostiene che per la sanità la gente può schiattare, non è cosi! I vaccini li fanno proprio per persone che hanno un sistema immunitario più debole e anche per gravità del virus o del batterio. Se arriviamo oltre i 60 anni on è merito nostro ma della medicina. L’esperto comunque spiegava che i tamponi non sono infiniti e i chiedere telefonicamente consiglio al medico di base, che è in grado di capire se è necessario o meno recarsi a fare il tampone. Poi dopo la spiegazione di 10 minuti fa un ultimo appello a rimanere saldi nella nostra adultità .I nostri figli devono vedere in noi non bandierine al vento ma sempre persone capaci di usare la nostra testa e in grado di mantenere la rotta anche quando il mare si fa un po’ più grosso. La parte medica è cosi’ come espressa nell’audio mentre il resto è il succo di ciò espresso in 10 minuti di audio. Spero che la spiegazione dell’esperto vi rassicuri un po’!

          • Che caspita è l’adultità??
            comunque le case farmaceutiche non fanno nulla gratis… ben venga se riusciranno a fabbricare il vaccino, non lo rifiuterò di certo, ma non sono i paladini della salvezza, sono più che altro delle fabbriche per fare soldi, tant’è che i vaccini di solito arrivano nelle nazioni che hanno i soldi per acquistarli, mentre dove ce ne sarebbe più bisogno non arrivano o arrivano con i contagocce…

  4. Signora Elisabetta. Certo che è proprio sfortunata due gravidanze e due aggressioni…i vecchi che la spintonano… i negozzi chiudono e lei dice che è stata trattata male quindi gli sta bene ….ma due domande non se le fa

    • Non mi sono posta domande, ma me ne ha fatta una la domanda poco dopo il fatto: Mi scusi signora ma perché non gli ha tirato un cartone? Ho risposto come ha risposto mio padre alpino di leva , quando trovò una donna gravida maleducata al supermercato. Gli chiesi a 7 anni ” perché non le hai risposto papà?” Perché io non mi comporta da……… con una persona più fragile e debole , non riuscirei a guardarmi allo specchio. E io figlia di un uomo che si è guadagnato la medaglia la valore civile che riporta la scritta ” vi chiamò il dovere trovaste l’orrore vi sostenne l’amore” non mi comporto con un anziano da…….. (parola poco gradevole, che indica la mancanza di valori morali) come mio padre non fece con quella donna, perché io non sono come quell’anziano che per fretta si comporta cosi, mettendo a rischio la vita di una creatura. Noi siamo buone persone e aiutiano tutti. Come quando suonò il campanello un presunto operatore ENEL che si spacciava per qllo dell’AIM e dopo averlo scaricato, vidi che stava salendo al piano superiore pronto a raccontare alle anziane che AIM E ENEL è tutto uguale e lo pregai di andarsene perché altrimenti chiavavo il 112(in realtà poi il 112 e l’Aim le chiamai lo stesso). Non mi chiedo il perché per un anziano non due come lei ha scritto, la vita di un piccolino è poco importante al punto di aggredire chi cerca di proteggerlo, perché alla vita umana io do un’estremo valore . Preferisco che i genitori anziani come qlli del sig. Zorro non prendano ne il coronavirus ne altro piuttosto che banalizzare il problema attuale alla chiusura dei negozi. I miei non sono riusciti a diventare anziani. E poi l’insensibile sono io….questo qui , si interessa dei negozi non delle persone…oh Signore santo aiutaci tu perché siamo messi male! Ora che ho condiviso le opinioni incoraggianti di professionisti col quotidiano spero che non sarò l’unica a dormire sonni tranquilli. Buonanotte

  5. Non ho capito in che senso : lei dice che e’ stata trattata male e quindi gli sta bene. Se mi sta bene che i negozi chiudono?

  6. GWEN concordo con lei! Credo per adultita’ intendesse l’ essere adulti…l’ ho trovato anch’io un termine strano.Mah ! A volte anche io da Veneta certe cose non le capisco! Dipende da paese a paese. Sara’ un ‘ espressione di Cadoneghe…Caro sig. Boo devo ammettere che me ne sono capitate tante e’ vero, ma tantissimo.e anche da ridere.Qui poi due Halloween fa s Torino eravamo in compagnia e poi sono andata avanti a ridere per tre gg.d quando ci penso rido pure adesso.Quella giornata era partita con l’ arrivo alla metro di To ,mi voltai e vidi uno vestito dal generale Custer e guardai gli altri e dissi ma non e’ carnevale.Solo la sera ipotizzai fosse un promoter che aveva fatto una promo all’Old wild West, ma il bello ancora non era venuto…le persone incontrate ci hanno fatto morire dal ridere a causa dei fatti bizzarri di cui facevan parte….comunque a parte cio’ dalle mie parte dicono che poi vengono le spalle forti. Diciamo che qui c”e’ un concentrato di gente particolare , mentre dalle mie parti nella quotidianita’ molto meno anche se in negozio passavano gente un po’ fora! Mi hanno chiesto il bagnoschiuma che non lava i piedi, l’ alcool che non ha profumo di alcool, il coso, il gotto,anche la pistola alla tempia ho vissuto…le rapine e i furti capitano. Pero’ un furto a opera di cittadini della Mongolia non l’ avrei mai immaginato, credo il primo caso o comunque un caso raro. Avevo finito il turno o visto un buco grande in profumeria e chiedo alla cassiera come hai fatto a venderli tutti.Cosa? Profumi? Ma non li ho venduti. Sono stata velocissima 112 e li hanno presi subito. Comunque ogni paese o citta’ ha la sua storia…non si preoccupi che capitano a tutti ma non lo raccontano.

    • Ma signora, è sicura di sentirsi bene, di non essere bipolare o qualcosa del genere? No, perchè dal linguaggio che utilizza, quasi del tutto incomprensibile, pieno di errori grammaticali e di sintassi, deduco però una notevole mania di persecuzione…Il generale Custer??? la Mongolia??? il gotto? la pistola alla tempia? Ma cosa sta farneticando?? Lei secondo me non ha nessuna gravidanza a meno che non si tratti di gravidanza isterica, e l’unico che potrebbe eventualmente aiutarla, sempre che azzecchino la cura, sarebbe un buon psichiatra coadiuvato da uno psicologo, ma faccia in fretta per carità, perchè se no le cure non servono più una volta che i neuroni sono bruciati… cordialità

      • Quando lei dice che spera azzeccheranno la cura le do gia’ la risposta,per la verita’ non c’e’ cura. Ho fatto la morfologica davanti la dott.Costaggini a Susa con mio marito . Qualsiasi sia la sua opinione sulle persone le ricordo l’ educazione a lei e il suo amichetto.Questo e’ quotidiano che ci permette di scrivere.Una volta l’ on line non c’era e a volte per scrivere qlcosa bisognava pagare.Almeno avrebbe potuto avere rispetto del direttore che le da l’ occasione di esprimere gratis le sue opinioni.

    • Cara VIOLETTA E CARO BOO.. visto che siete tutti grandi esperti in malattie psichiatriche , datemi un giorno in cui siete disponibili a incontrare ginecologi , ostetriche e professionisti vari insieme a me e mio marito, cosi farete la vostra bella figura da esperti.

  7. Buongiorno BOOO e Violetta, allora quando il signor Booo mi ha scritto capitano tutte a lei , io ho risposto che me ne sono capitate, nel caso della rapina a mano armata in centro città dove sono nata e dove ho abitato fino a pochi anni fa è andata cosi’ , c’è la denuncia dai carabinieri, come per tutti i furti e le rapine che io le colleghe abbiamo subito come capita a molti che lavorano nel commercio. Spiegavo la giornata bizzarra cominciata con uno vestito da carnevale e non da Halloween in cui ero in compagnia di due persone che di professione hanno una divisa , per quanto la gravidanza isterica o il commento del sig. Boo che scrive lei dice è stata trattata male e quindi le sta bene….Nel primo caso questo caso posso consegnare alla responsabile del Day service di Susa il commento suo in cui ritiene che la mia gravidanza sia isterica, perché se io sono isterica che detto da un’incompetente in materia è un complimento, dovrà pure spiegare ai professionisti come mai portano avanti gli esami. Lei insulta me e insulta loro. Posso provvedere a portare il giorno del bilancio di salute questo foglio cosi’ anche dove partorirò sapranno come si diverte a insultare i medici e le ostetriche, perché insultando me insulta loro. o se preferisce oltre a avere mostrato il messaggio a una delle persone elencate a pocanzi (che indossan la divisa) posso portare ai suoi colleghi questi commenti. Per me è uguale! Riguardo gli errori di scrittura mi capitano spesso quando scrivo col cell., ma non è un reato fare errori, gli insulti magari sa com’è! Buona Settimana

  8. Rilegga bene io ho detto che lei ha scritto che i negozianti l hanno trattata male e quindi lei ha detto gli sta bene chiudere ….in un suo precedente commento …poi con questo ho finito quando vedrò il suo nome passerò al commento successivo..buona vita

    • IO HO LETTO Questi Commenti CHE NON CORRISPONDONO PER NIENTE A QUELLO DELLE 10.46 DA LEI INVENTATO E SCRITTO : LEGGA I COMMENTI CHE VUOLE MA NON DICA COSE ERRATE SUGLI ALTRI. E’ educazione oltre che un obbligo civile!
      Booo 26 Febbraio 2020 at 18:02
      Signora Elisabetta. Certo che è proprio sfortunata due gravidanze e due aggressioni…i vecchi che la spintonano… i negozzi chiudono e lei dice che è stata trattata male quindi gli sta bene ….ma due domande non se le fa
      HO RISPONDO A UNO CHE NON SO COME SI CHIAMA Perché BOO ALL’anagrafe non esiste ,
      Elisabetta 26 Febbraio 2020 at 21:59
      Non ho capito in che senso : lei dice che e’ stata trattata male e quindi gli sta bene. Se mi sta bene che i negozi chiudono? COME VEDE NON è LA STESSA COSA CHE DICE A POCANZI!
      Booo 28 Febbraio 2020 at 17:38
      Sig violetta..mi ha tolto le parole di bocca…
      Questo in merito al commento:
      Violetta 28 Febbraio 2020 at 13:21
      Ma signora, è sicura di sentirsi bene, di non essere bipolare o qualcosa del genere? No, perchè dal linguaggio che utilizza, quasi del tutto incomprensibile, pieno di errori grammaticali e di sintassi, deduco però una notevole mania di persecuzione…Il generale Custer??? la Mongolia??? il gotto? la pistola alla tempia? Ma cosa sta farneticando?? Lei secondo me non ha nessuna gravidanza a meno che non si tratti di gravidanza isterica, e l’unico che potrebbe eventualmente aiutarla, sempre che azzecchino la cura, sarebbe un buon psichiatra coadiuvato da uno psicologo, ma faccia in fretta per carità, perchè se no le cure non servono più una volta che i neuroni sono bruciati… cordialità
      Rispondi
      Rispondi
      POI HA SCRITTO:

  9. Allora ,ammesso e concesso che Violetta sia chi dice di essere ha detto una serie di cose e io letto il commento di uno che si scrive BOO che dice Sigra Violetta mi ha tolto le parole di bocca , come direbbero alla polizia sig.ra 2+2=4,e’ chiaro il suo commento e pensiero.DETTO cio’ Violetta mi ha illuminato su una cosa e ci ha fatto ridere in tante oggi col commento della gravidanza isterica. Mi ha illuminata dove? Mi ha fatto capire che faccio davvero un grande errore e non solo io .Ho risposto a commenti di nomignoli che in anagrafe non esistono e non e’ dato manco a sapere se le mail corrispondono a chi scrive. Boo, Gwen( nome o cognome stranieri?) e chi ne ha più ne metta, all’ anagrafe cosi’ come si fan chiamare non esistono perche’ rispondere? Cioe’ rispondo o rispondiamo a chi non c’e’? Ecco questo ritengo sia il mio errore.Qlcuno certo scrivera’ i messaggi ma poiche’ questi nomignoli all’ anagrafe non ci sono non posso scrivere a un nome che non c’è! Poi la ringrazio le sue offese hanno prodotto una giornata divertente perche’ in tanti hanno riso e onestamente non c’e’ niente di meglio che iniziare la giornata con una bella risata. Ho pensato male di lei ma ora mi scuso perche’ lei nel suo modo di essere a fatto si che in tanti potessimo iniziare un bellissimo mercoledi’! Grazie carissima e’ stata eccezionale!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.