CORONAVIRUS VALSUSA E VALSANGONE: 167 CASI AD AVIGLIANA, 129 A GIAVENO, 90 A BUTTIGLIERA ALTA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Ecco il bollettino con i dati ufficiali dei contagiati in tutti i Comuni di Valsusa e Val Sangone, aggiornato alle ORE 18.30 DI MARTEDÌ 16 MARZO. Si tratta delle persone risultate positive al test Covid-19 che non risultano in data odierna decedute, guarite oppure in via di guarigione.

Questi sono i dati provenienti dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, consultabili in questa MAPPA.

Nella mappa e nella tabella vengono indicati i cittadini positivi per Comune di domicilio (non solo i residenti).

FONTE DATI UFFICIALI: UNITÀ DI CRISI DELLA REGIONE PIEMONTE

CORONAVIRUS: I CONTAGIATI IN VALSUSA E VAL SANGONE FINO AL 16 APRILE (Fonte Regione Piemonte)

GIAVENO121
AVIGLIANA73
SUSA67
BUTTIGLIERA ALTA51
ALMESE41
SANGANO32
BUSSOLENO31
SANT'AMBROGIO24
CONDOVE20
ROSTA17
SANT'ANTONINO17
BORGONE SUSA15
BRUZOLO14
CAPRIE14
RUBIANA14
OULX13
REANO12
VAIE12
BARDONECCHIA11
TRANA11
VILLAR DORA11
VILLAR FOCCHIARDO11
CHIUSA SAN MICHELE10
GRAVERE10
CASELETTE8
CHIOMONTE8
COAZZE7
MATTIE6
MOMPANTERO5
SAUZE D'OULX5
SESTRIERE4
VENAUS3
CHIANOCCO2
GIAGLIONE2
NOVALESA2
CESANA TORINESE1
EXILLES1
MEANA DI SUSA1
SALBERTRAND1
SAUZE DI CESANA1
VALGIOIE1
CLAVIERE0
MONCENISIO0
SAN DIDERO0
SAN GIORIO DI SUSA0
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

14 COMMENTI

  1. Dal leader della Lega al medico del della Clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, fino al virologo Clementi e a Zangrillo: per tutta l’estate alcuni politici e scienziati hanno negato l’ipotesi di una seconda ondata. “In Italia ormai tre quarti del Paese sono esenti da contagi e da ricoveri, è inutile continuare a terrorizzare le persone”, diceva a giugno l’ex ministro dell’Interno. Che ora invece si lamenta: “Che cosa è stato fatto in questi sei mesi per prevenire la seconda ondata?”

    di Giuseppe Pipitone | 26 OTTOBRE 2020

  2. BOLOGNA – A Bologna spuntano i primi medici contrari al vaccino anti-Covid. E l’Ordine si attrezza subito, minacciando provvedimenti. “Qualcosa c’è su internet e qualcosa ci hanno segnalato i pazienti- conferma oggi in conferenza stampa il presidente dell’Ordine dei medici di Bologna, Luigi Bagnoli– sono casi isolati, ma è inaccettabile“. L’organismo ha inviato un documento a tutti i medici iscritti, in cui si raccomanda di essere “sobri, chiari, adeguati alla conoscenza e consapevoli della rilevanza che assumono” le parole che vengono pronunciate in questo momento a proposito dei vaccini anti-covid e della pandemia. “Per noi è rilevante chi si esprime pubblicamente contro il vaccino- mette in chiaro Bagnoli- qualcosa in giro si trova”. Per questo l’Ordine dei medici ha deciso di “prendere una posizione chiara. Diciamo che è un forte avvertimento. L’Ordine valuterà se assumere provvedimenti nei confronti di chi ha posizioni pubbliche difformi”.

  3. “Il virus dal punto di vista clinico non esiste più”. Le parole di Alberto Zangrillo (Video), direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, accendono il dibattito mentre l’Italia si appresta ad accelerare ulteriormente nella Fase 2. “Circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere per la fine del mese e inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Questo lo dice l’università Vita e Salute San Raffaele, lo dice uno studio fatto dal virologo direttore dell’Istituto di virologia, il professore Clementi, lo dice il professor Silvestri della Emory University di Atlanta”, dice Zangrillo a ‘Mezz’ora in più’ su Rai 3.

  4. DA IL GIORNALE.IT Il post social del dottor Vaia dello Spallanzani fa discutere: “Non assecondiamo chi non vuole la fine del Covid”

    Valentina Dardari – Dom, 28/02/2021 – 14:07
    commenta
    In un post su Facebook Francesco Vaia, direttore sanitario dell’istituto Spallanzani di Roma, ha usato poche parole ma alquanto inquietanti: “Non inseguiamo le varianti, studiamole; non assecondiamo chi auspica e lavora perché non abbia mai fine”. Vaia sembra quasi con la sua affermazione voler ipotizzare che ci sia qualcuno che sta facendo di tutto affinché la pandemia continui e non abbia termine.

  5. HOME LIFESTYLE SALUTE

    Intanto come stanno medici, infermieri e personale sanitario?
    Intanto come stanno medici, infermieri e personale sanitario?
    Tra 0 giorni inizia Wired Health – Scopri il programma
    Stanchi, provati, resistono alla seconda ondata, per dovere e passione. Ma quando Covid non ha colpito con le infezioni, ha lasciato tracce difficili da cancellare sugli operatori sanitari
    Salutati come eroi, applauditi, che dormono nella ambulanze, abbandonati sulle scrivanie, imprigionati nelle tute protettive, con i segni degli occhiali che non vanno via neanche una volta tolti. Abbiamo avuto diverse immagini di chi lavora sul campo contro Covid-19, a volte accompagnate dalle vive testimonianze dei loro protagonisti, che raccontavano cosa significava e cosa significa lavorare ai tempi del coronavirus in un ospedale. Spesso veicolo di appelli, invitando la popolazione a stare a casa, a non minimizzare. Soprattutto nelle zone più colpite durante la prima ondata dell’epidemia in Italia. Sottoposti a turni massacranti, in pochi, in meno di quanti ne servirebbero, con meno letti e strumenti di quanto ce ne sarebbe bisogno. Tanto nei giorni scorsi i medici hanno lanciato un appello per un nuovo lockdown totale per scongiurare il collasso dei sistemi sanitari.

  6. TUTTO CHIARO? Oddio, chiaro è un eufemismo! SECONDA ONDATA ? NO E’ LA TERZA QUESTA Sono post vecchi, volevo solo fare capire le contraddizioni! A proposito , vorrei mettere una cosa un pò triste ma non voglio confondere nessuno più di quello che hanno già fatto loro. I vaccini nella storia hanno aiutato a contenere i contagi e a limitare le morti, nel senso che le malattie esantematiche e non solo non sono sparite, ci sono ancora. Ma non sono presenti come ai loro esordi, di questo possiamo ringraziare gli esperti di allora, ma per tutto ripeto ci vuole prudenza e attenzione! non bisogna mai demonizzare una cosa o l’altra! Alla materna dove dovrei eventualmente portare il piccolo non gli fanno mettere la mascherina a fronte del suo medico che mi consigliava di iniziare a fargliela indossare. Infatti un pò la tiene! Dicono che fa male, cosi’ mi è stato indicato quando insistevo nel spiegare che il decreto dice che non è obbligatoria fino ai 6 anni, non che non la deve mettere se riesce a tenerla addosso. A stare dietro a tutti esperti e non, non si capisce un piffero!

  7. Penso che il giornale dovrebbe seguire un po’ lo stato della vaccinazione.
    Sarebbe bello poter sapere quanti sono i vaccinati, dove ci si vaccina, come, previsioni, etc etc
    E basta polemiche
    Siamo tutti bravi a criticare chi fa qualcosa, tutti profeti del giorno dopo .
    Diamoci speranze, diamoci da fare

    • Nicola T. se si riferisce a ciò che ho postato non sono polemiche ma fatti. Personalmente prima di farmi un vaccino ora voglio la verità. Ieri ho letto di un medico che dice che i casi dei trombi non c’entrano col virus ma col covid19. Beh io ho letto che non è proprio il covid 19 inserito ma il coronavirus di un animale e come in tutti i vaccini c’è un po’ di virus inattivo, cioè che non fa nulla se non innescare la risposta immunitaria. Un’altra esperta ha detto che i casi dei trombi sono avvenuti anche dopo 2 settimane e che i sintomi non si sviluppano dopo tanto tempo ….Allora questa donna virologa dovrebbe sapere che per alcuni vaccini i sintomi possono uscire anche dopo due settimane, me l’han ricordato da poco per il vaccino della bimba, inoltre non ricordo di avere sentito in tv che le persone hanno avuto i sintomi e i trombi dopo 2 settimane. IO VOGLIO LA VERITA’ CHE NON DICONO, SE loro sono contradditori prima di ficcarmi un ago con dentro qualcosa voglio sapere ciò che non raccontano. IO E TANTISSIMI ALTRI VOGLIAMO LA VERITA’, non amiamo essere presi in giro. Molti medici e infermieri non vogliono fare i vaccini e sono obbligati, lei che ne pensa?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.