CORONAVIRUS VALSUSA, I PRIMI VACCINATI OVER 80

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
dall’ASL TO3

AVIGLIANA – Sono cominciate ieri le vaccinazioni per le persone over 80 nelle sedi Asl To3 di Avigliana, Collegno, Orbassano, Pinerolo e Venaria Reale. A presentarsi nel primo giorno di convocazione sono stati in 306, mentre altri 7.700 circa verranno vaccinati a regime ogni settimana. A cominciare da oggi, si aggiungeranno via via alle cinque sedi di vaccinazione attivate ieri ulteriori dieci sedi fra poliambulatori e case della salute, distribuite su tutto il territorio aziendale: Beinasco, Cumiana, Giaveno, Grugliasco, Oulx, Pianezza, Pomaretto, Susa, Torre Pellice e Vigone.

L’intenzione di aderire alla campagna vaccinale deve essere segnalata al proprio medico di famiglia, che registra la richiesta sul portale regionale. L’appuntamento viene comunicato all’interessato oppure ad un familiare tramite messaggio ed e-mail ai recapiti che il medico ha indicato.

Sono cinque i medici di medicina generale che hanno collaborato ieri alla prima giornata di vaccinazioni e molti altri hanno già dichiarato la loro disponibilità per le prossime sedute, mentre presso tutti i distretti è comunque ancora in corso la raccolta delle adesioni, con l’obiettivo di ottimizzare le risorse di personale Asl To3 ed aumentare la capacità vaccinale nel suo complesso, comprese le sedute dedicate al personale delle scuole e alle forze dell’ordine (1.228 vaccinazioni già effettuate per queste categorie) e quelle dedicate a chi lavora in ambito sanitario, come medici liberi professionisti, odontoiatri, informatori farmaceutici ecc.. che hanno aderito alla campagna e vengono contattati dall’azienda per l’appuntamento presso i punti di vaccinazione in ospedale a Pinerolo oppure a Rivoli.

“Per poter assicurare una presenza capillare delle sedi di vaccinazione su tutto il territorio ed agevolare il più possibile i nostri cittadini più anziani” – afferma Franca Dall’Occo Diretttrice Generale dell’AslTo3 “stiamo lavorando in stretta sinergia con le amministrazioni comunali e le associazioni di volontariato. Desidero ringraziare per la disponibilità che tutti stanno dimostrando, sia nell’allestimento e nella gestione degli accessi alle sedi sia nella logistica di supporto a coloro che, sebbene possano uscire dall’abitazione, non sono autonomi del raggiungere le sedi”.

Continua la Direttrice Dall’Occo: “Ringrazio inoltre i medici di medicina generale che stanno rispondendo alla nostra richiesta di collaborazione e tutto il personale Asl che si sta dedicando con impegno a gestire questo importante momento della campagna vaccinale, affrontando e risolvendo con professionalità le criticità organizzative e le necessità che la fascia di popolazione chiamata ad aderire in questa fase inevitabilmente presenta. La vaccinazione delle fasce più deboli, come spesso sono gli anziani, richiede la collaborazione di tutti, per essere efficiente nell’organizzazione e raggiungere il maggior numero di persone nel più breve tempo possibile. In questo contesto, lavorare in sinergia, all’interno dell’azienda e con il territorio, diventa ancor più strategico”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Qualcuno sostiene che questa pandemia e’ come una guerra.Probabile abbia ragione.Il punto e’ che le truppe combattono con i tanti Cadorna che ci sono e quindi la guerra non termina.I Cadorna bisogna metterli da parte e mettere Diaz al loro posto perche’ il morale delle truppe e’ a terra, poi bisogna mettere come generale a capo delle operazioni Patton . La guerra come si fa? Beh provo a ricordare cio’ che ho visto in TV e cio’ che ho studiato. Serve un buon GENERALE se no non si va da nessuna parte . Dobbiamo trovare gli obiettivi da distruggere, dobbiamo cercare i punti di incontro o il modo in cui il nemico si scambia le i formazioni .Dobbiamo cercare il punto debole del nemico e trattandosi del virus anche il momento/periodo in cui si trasmette più lentamente. L’ obiettivo l’ han trovato, le tecniche da perfezionare per sconfiggerlo ci sono , pero’ non si agisce in modo costante durante la prima fase dello scambio e nel periodo in cui e’ più fragile .Inoltre il morale della popolazione mondiale e sotto 0 . Ecco perche’ quelli che dirigono le operazioni i di questa guerra vanno sostituiti, così ‘ la guerra verra’ vinta le talmente e con troppi feriti/ morti.E’ il mio pensiero

  2. Dal sito del ministero : ASTRA ZENECA componenti: l-istidina, l- istidina cloridrato monoidrato, -magnesio cloruro , POLISORBATO 80 ( E 433) ,etanolo, saccarosio, sodio cloruro, d sodio cloruro (diidratato), acqua per preparazioni iniettabili. A mrna : Disteramoyl-sn-glycero-3 sodio fosfatico bifasico disidrata, phosphocholine, fosfato monobasico di potassio, cloruro di potassio, cloruro di sodio
    RNA mess e’ racchiuso da liposomi formati da Al -0315, Alc -0159 x facilitare l’ ingresso delle cellule. Secondo me e’ utile leggere riguardo l’ E433 e Le due sigle Al e Alc .Non ho trovato i numeri chimici relativi a i due elementi conosciuti. Qualcuno li sa?

  3. Quello che sarebbe interessante sapere è se gli over ottanta vengono vaccinati con Astrazeneca o con Pfizer, qualcuno per favore potrebbe rispondere? Intendo qualcuno dell’Asl. Perchè sarebbe molto importante per le persone anziane avere Pfizer o Moderna e non Astrazeneca che copre al 50 per cento circa. Grazie.

Rispondi a Happydemia Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.