CRISI SENZA FINE: 48 LICENZIAMENTI ALLA BOTTERO, VIA QUASI LA METÀ DEI LAVORATORI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

La Fiom-Cgil rende noto che oggi, lunedì 23 marzo, è stato notificato formalmente alle organizzazioni sindacali che la Bottero di Trana, storica azienda della Val Sangone che produce macchine per la molatura del vetro, ha dichiarato 48 esuberi su un organico di 118 addetti.

Il gruppo Bottero è un’azienda leader del settore delle macchine per la molatura del vetro e ha la sede principale a Cuneo, dove lavorano oltre 600 dipendenti, e non è detto che i problemi restino confinati allo stabilimento di Trana.
Edi Lazzi, responsabile della Fiom-Cgil di Collegno, dichiara: «Non ci aspettavamo in modo così repentino una dichiarazione massiccia di esuberi da parte della Bottero: stiamo parlando del 40% della forza lavoro. Attiveremo immediatamente la richiesta di incontro all’azienda per iniziare una trattativa finalizzata a ricercare le idonee soluzioni che possano evitare gli esuberi che, se confermati, rappresenterebbero l’ennesimo impoverimento di un territorio fortemente martoriato da questa crisi».

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.