DA COLLEGNO A SUSA 10MILA STUDENTI IN PIAZZA CON “EVVIVA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ASL TO3

Migliaia di bambini e ragazzi delle scuole del territorio stanno invadendo in questi giorni le piazze dei primi comuni coinvolti nel programma di sensibilizzazione alla rianimazione cardiopolmonare denominato “Evviva” Edizione 2018/2019 (Giaveno – Orbassano – Collegno – Susa ed Avigliana). Ormai, quelli che negli anni scorsi erano eventi spot che coinvolgevano singoli comuni e scuole del territorio, vista l’adesione superiore ad ogni previsione, sono oggi divenuti un programma strutturato ed esteso sul territorio; un appuntamento molto atteso e partecipato.

Dopo la presentazione del programma “Evviva 2018/2019” tenutasi venerdì 12 ottobre alla presenza di sindaci, insegnanti, Forze dell’ordine ed associazioni di volontariato, da ieri e fino a lunedì 22 la prima parte del programma è entrata nel vivo per poi completarsi in primavera fra marzo e maggio del prossimo anno a Rivoli e Sestriere chiudendosi infine il 23 maggio nella cornice storica del Forte San Carlo di Fenestrelle (non a caso il Sindaco di Fenestrelle Michel Bouquet era presente alla manifestazione “Evviva” di Orbassano per  iniziare a conoscere l’organizzazione degli eventi che è molto impegnativa per tutti gli attori del programma).

L’obiettivo principale del programma è la sensibilizzazione dei ragazzi su quanto sia impostante saper minimamente “che cosa fare” trovandosi insieme a famigliari o persone improvvisamente interessate da eventi cardiaci gravi (es. arresto cardiaco); non a caso le informazioni iniziano dalla corretta attivazione dei soccorsi necessari con tutte quelle alle azioni anche le più elementari per gestire la difficile situazione.

Al di là della partecipazione ad una giornata che sicuramente non è solo informativa ma anche di festa, l’attività educativa si trasferirà poi dagli stand delle piazze di “Evviva” alle classi scolastiche di appartenenza dei ragazzi ove gli stessi avranno modo di sviluppare ed approfondire i temi di “Evviva” legati al primo soccorso; a tal fine è stata consegnata a tutti gli alunni anche una pubblicazione sulle tecniche rianimatorie.

L’iniziativa rientra in un contesto più ampio che la Direzione dell’Asl To3 ha ritenuto di sviluppare con molto impegno: nel 2012 il Parlamento Europeo aveva invitato gli stati membri a sviluppare iniziative dedicate alla rianimazione cardiopolmonare (nella sola Asl To3 gli arresti cardaci sono in media fra i 550 e 600 all’anno); in tal senso il Direttore Generale dell’Asl To3 Dr. Flavio Boraso dopo i primi eventi sperimentali che avevano registrato la partecipazione entusiasta dei ragazzi aveva poi deciso di ampliare l’iniziativa facendola inserire anche nel programma delle attività di promozione della salute.

Il programma si rende possibile grazie all’impegno ed alla professionalità dei molti operatori coinvolti nell’organizzazione degli eventi: infermieri e medici dell’Asl To3 (coordinatori del programma il Dr. Lorenzo Mina assieme a Michele Grio, Sabrina Massola e lo staff del Servizio di Promozione della Salute), gli istruttori IRC (Italian Resuscitation Council), i Sindaci ed i rappresentanti degli Enti Pubblici del territorio, le Forze dell’ordine  (Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale, Vigili del Fuoco), naturalmente i Dirigenti scolastici e gli insegnanti che, credendo nell’iniziativa, hanno aderito con entusiasmo. E poi attori determinanti nell’organizzazione, i rappresentanti di tutte le associazioni di volontariato del territorio ad iniziare da quelle operanti nell’ambito della rianimazione, dell’emergenza e della protezione civile. In ognuna delle piazze di “Evviva” le associazioni hanno a disposizione uno spazio nel quale allestire la propria attività didattica per lo svolgimento di dimostrazioni pratiche ritenute molto interessanti dai ragazzi.

Naturalmente la presenza contemporanea nelle singole piazze di un numero che varia dalle 1.200 fino alle 1.800 persone, fra ragazzi e volontari, rende necessario curare ogni dettaglio organizzativo ad iniziare dalla sicurezza, al fine di evitare l’insorgenza di rischi. I primi due eventi, avvenuti ieri a Giaveno ed oggi a Orbassano hanno fatto il pienone di partecipanti, domani giovedì 18 ottobre è la volta di Collegno poi, venerdì 19, di Susa e lunedì 22 sarà la volta di Avigliana, dopo il rinvio per pioggia avvenuto lunedì 15 ottobre scorso.

Questo programma punta a far crescere la consapevolezza, anche fra i giovanissimi, che è responsabilità di tutti saper intervenire, per quanto possibile, nelle circostanze di emergenza in cui ci si può trovare, senza attendere passivamente l’arrivo degli operatori dell’emergenza” –  ha sottolineato il Dr. Flavio Boraso, Direttore Generale dell’Asl To3 “questo impegnativo programma si rende possibile grazie al gioco di squadra di un equipe ben affiatata e professionale di operatori Asl, del mondo della scuola delle istituzioni e del volontariato del territorio e degli organismi della sicurezza: ringrazio tutti di cuore per il convinto impegno e lavoro svolto, ma un grazie particolare va anche al nostro personale che sta portando tra i ragazzi una sanità amica più vicina alle persone“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.