DAL 29 LUGLIO TORNA IL SESTRIERE FILM FESTIVAL / TUTTO IL PROGRAMMA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

SESTRIERE – Mancano ormai pochissimi giorni all’inizio della settima edizione del Sestriere Film Festival, evento internazionale dedicato al cinema di montagna in programma al cinema Fraiteve da sabato 29 luglio a sabato 5 agosto, con il patrocinio della Città Metropolitana di Torino. Organizzato dall’associazione Montagna Italia, in collaborazione con il Comune di Sestriere e con il Consorzio turistico Via Lattea, il festival del cinema di montagna più alto d’Europa ha sempre riscosso un ottimo riscontro sia da parte dei media che del pubblico.

Durante la settimana saranno proiettati ben 26 film in concorso, ma alla giuria – di cui fanno parte Giovanni verga e Piero Carlesi – sono pervenute in tutto oltre 110 opere, provenienti da 16 nazioni. Gli argomenti delle pellicole spaziano dalle scalate in Sardegna agli spettacoli acrobatici in Francia, dalla scoperta di luoghi poco noti al ritorno alla vita in montagna nel borgo cuneese di Ostana, dall’importanza del Soccorso Alpino alla speleologia. È come sempre fitto il programma degli eventi collaterali.

Grazie alla collaborazione con il Centro di cinematografia e Cineteca del Club Alpino Italiano e al patrocinio della Fondazione Riccardo Cassin, sabato 29 alle ore 21, il pubblico potrà assistere alla proiezione del film Jirishanca, il Cervino delle Ande che vede protagonista il grande alpinista friulano, impegnato nel 1969 sulla vetta della Cordillera di Huayhuash in Perù.

Alla serata inaugurale parteciperà inoltre una donna la cui caparbietà è da un paio di anni un esempio per gli alpinisti di tutto il mondo. Si chiama Eleonora Delnevo e nel 2015, mentre era intenta a scalare le cascate ghiacciate di Nova in Trentino Alto Adige, è caduta per oltre trenta metri, a seguito di una frana di rocce e ghiaccio, riportando numerose fratture e la paralisi delle gambe. La voglia di tornare ad arrampicare ha aiutato l’alpinista bergamasca a superare i momenti più difficili. Nell’ottobre del 2016 ha scalato la parete verticale del monte El Capitan, un enorme monolite granitico che sorge nel parco americano dello Yosemite, in California. Tra i film in concorso ci sarà Why not, del regista Davide Grimoldi, che racconta questa avventura “un sogno che ha reso possibile l’impossibile”, come dice Eleonora.

Saranno presenti anche i realizzatori dell’applicazione denominata Peak Visor, che permette di individuare l’altezza e i nomi delle montagne del territorio in cui ci si trova, grazie alla videocamera del proprio smartphone, semplicemente inquadrando le vette. Le mappe sono offline e quindi non serve disporre di una connessione Internet.

La soprano Silvia Lorenzi offrirà il suo omaggio musicale alla montagna con un trittico di spettacoli di musica e arte, per la sezione Montagna & Suoni. Sabato 29 alle ore 21 al cinema Fraiteve, l’appuntamento sarà con lo spettacolo dal titolo Tuo Walter, in cui l’evocazione sonora costruita per sovrapposizioni di linee vocali accompagnerà la proiezione di immagini di Walter Bonatti, alcune delle quali inedite.

Sabato 5 agosto il Festival si chiuderà con due performance artistiche. Alle 11,30 al rifugio Alpette ci saranno i gesti, le parole e i suoni di “Mal di montagna”, attraverso i quali la montagna canterà di quando era una giovane donna, di come si trasformò in vetta e poi di come l’uomo la percorre e la sfida, pretendendo di amarla e di domarla. Alle 21 sempre al cinema Fraiteve, sarà la volta di Vette di latte ossia una performance cantata e narrata dedicata alla storia di due esseri umani alla ricerca del senso della vita.

Al termine dello spettacolo si terrà la premiazione dei fotografi e registi vincitori del Festival. La serata si concluderà con la proiezione del film fuori concorso Bonatti e l’enigma del K2 di Claudio Giusti e con la produzione di Mario Rossini per Rai e Red Film. Nel film il popolare escursionista e scalatore trentino Reinhold Messner ripercorre le vicende del caso K2 del 1954 e delle menzogne raccontate contro l’amico Walter, partendo dalla storia alpinistica di Bonatti.

All’inizio di ogni serata della manifestazione verranno proiettate le venti fotografie selezionate tra le opere partecipanti al concorso fotografico promosso dal circuito chiamato Spirit of the mountain, network di festival creato dall’associazione Montagna Italia.

Il Sestriere Festival inoltre è inserito nel programma della Settimana della Montagna del comprensorio della Via Lattea, che prevede numerosi appuntamenti, tra i quali il ciclo Cammina con il Festival che prevede sette passeggiate con l’accompagnamento dell’istruttore di nordic walking Roberto Miletto.

Per saperne di più si può scrivere a info@consestriere.it e press@montagnaitalia.com, seguire gli account social del Festival su Facebook, Instagram e Twitter oppure visitare il sito www.montagnaitalia.com

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.