DALLA VAL SUSA IN AFRICA PER AIUTARE I BAMBINI: IL VIAGGIO DELL’ASSOCIAZIONE “TENGO AL TOGO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

tengo al togo

di ARIANNA RICHIERO

Azioni concrete di solidarietà, questo il modus operandi che contraddistingue l’associazione bussolenese “Tengo al Togo”. Proprio in questi giorni un gruppo di volontari dell’associazione è in Togo per continuare a sostenere e portare avanti i progetti  che hanno attivi in loco.

“Saranno tre settimane intense, di lavoro e fatica, che porteranno a risultati importanti grazie all’aiuto che ci avete dato quest’anno, con le vostre offerte, i vostri messaggi d’amicizia e la vostra costante presenza. Tutti noi ci teniamo al Togo, grazie”: questo il messaggio di Ciro Cirillo e degli altri volontari su Facebook al momento della partenza per l’Africa.

Attualmente sono a Tohoun, dove si fermeranno per  dieci giorni e dove stanno organizzando attività, momenti di gioco e laboratori di disegno con i bambini dell’orfanotrofio.

L’associazione si occupa di progetti di solidarietà, nel cantone di Asrama in Togo, in ambito sanitario e scolastico, affiancati ad attività sul territorio italiano, e in particolar mondo nella valle di Susa, per promuovere tali progetti. “Tengo al Togo” è attiva dal 2008, quando ha risposto alla richiesta di aiuto di un sacerdote togolese, che chiedeva di allestire un ambulatorio in grado di dare l’assistenza sanitaria di base ad una comunità di bambini e giovani, ospiti di una struttura scolastica con annesso orfanatrofio. Così è nata la struttura a Tohouédéhoué nella regione degli Altopiani del Togo, piccolo stato francofono dell’Africa occidentale.
L’associazione “Tengo al Togo” si è inoltre impegnata a sostenere lo stipendio dei sanitari togolesi che hanno preso servizio in ambulatorio, affiancandoli periodicamente con progetti sanitari rivolti alla popolazione dei villaggi vicini. Ma non solo, anche supporto in ambito educativo, l’allestimento di un laboratorio di informatica, la fornitura di banchi per le scuole, la costruzione e l’allestimento di una biblioteca, l’organizzazione di campi di animazione e la fornitura dei farmaci essenziali.

Tante azioni che dimostrano operativamente quanto tengono al Togo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.