DENTISTA IN VALSUSA / TUTTO SULL’ORTODONZIA CON LO “STUDIO DENTISTICO GAMBINO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di VALENTINA ADDARI

SUSA – Lo Studio Dentistico Gambino parla di ortodonzia: fissa o invisibile? Quando ricorrere? Quando si parla di ortodonzia, le domande più frequenti sono: quando e a quale età è meglio ricorrere ad un trattamento ortodontico? È meglio l’ortodonzia fissa oppure quella invisibile? In realtà non esiste una risposta precisa. Le scelte variano a seconda del caso preso in considerazione e non ci sono limiti di età per ricorrere ad un trattamento ortodontico. Va innanzitutto sottolineato che la scelta della tipologia di trattamento ortodontico spetta in primis all’ortodonzista che, dopo aver esaminato impronte dentali, eventuali panoramiche, teleradiografie e/o tac, sarà in grado di poter consigliare il trattamento più utile per il caso in questione. Ovviamente, prima si agisce e prima è possibile intervenire con sistemi meno invasivi. L’età migliore per una prima visita ortodontica risulta infatti essere quella pre-puberale (dai 7 anni in poi). Qualora si rendesse necessario agire, si consiglia normalmente un trattamento ortodontico funzionale (myobrace, espansori, ecc) con l’obbiettivo di ridurre o eliminare eventuali problemi a livello scheletrico del paziente in crescita in modo che, una volta avvenuta la totale permuta dei denti, si possa poi agire con trattamenti meno complessi. Gli step successivi o a cui si ricorre in altre fasce di età, sono l’ortodonzia fissa e/o quella invisibile. L’ortodonzia fissa,  che richiede l’utilizzo di placchette (dette brackets) ancorate ad ogni singolo dente e legate da fili metallici, viene impiegata tendenzialmente in età adolescenziale, perchè ritenuto “comune” e “popolare” come intervento ortodontico, e nei casi più complessi e particolari, dove le correzioni che devono essere apportate sono più rilevanti (presenza di morso incrociato, denti difficili da riportare in arcata, etc). Quando richiesto dal paziente, è possibile utilizzare brackets in ceramica, che rendono l’apparecchio fisso meno visibile, oppure applicare i brackets sulla parte interna dei denti.

L’ortodonzia invisibile viene invece solitamente proposta a pazienti adulti, proprio perchè si tratta di una fascia di età in cui può essere maggiormente richiesto una modalità di intervento che risulti praticamente invisibile agli occhi delle altre persone. Il trattamento ortodontico invisibile comporta infatti l’utilizzo di una serie di mascherine trasparenti, da cambiare ogni 10-15 giorni, che devono essere indossate con costanza per almeno 20 ore al giorno. Di norma, questo trattamento può essere utilizzato solo nei casi più semplici, ma ad oggi, con pazienti motivati e con un approfondito studio del caso, si ottengono ottimi risultati anche in casi maggiormente complessi. Lo studio Gambino offre soluzioni ortodontiche per tutte le età…passa in studio per maggiori informazioni!

 

 

Studio Dentistico Gambino
Corso Stati Uniti 10, Susa
Tel. 0122.860099 o 389.6803031
Facebook Studio Dentistico Gambino

(Inf. Pubb.)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.