DOPO IL SUCCESSO DI SANREMO, IL GRANDE EZIO BOSSO FARÀ UN CONCERTO A COLLEGNO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CORINNE NOCERA

Ezio Bosso è il pianista, direttore d’orchestra e compositore torinese ospite della seconda serata del Festival di Sanremo 2016, andata in onda ieri sera su Rai 1. Senz’altro l’artista ha impressionato i telespettatori e tutto il pubblico dell’Ariston, che ha avuto la fortuna di vedere la sua performance dal vivo.

Per chi volesse ancora emozionarsi, rimanendo letteralmente a bocca aperta davanti al talento del Maestro, da anni considerato uno dei compositori e musicisti più influenti della sua generazione e vincitore di riconoscimenti come l’Italian Music Award (unico compositore classico italiano), il Green Room Award in Australia o il Syracuse NY Award in America, c’è una bella occasione anche vicino alla Valsusa.

Infatti, sabato 27 febbraio Ezio Bosso porterà in concerto il suo primo album da solista “The 12th Room” alla “Lavanderia a Vapore” di Collegno, il centro regionale per la danza in corso Pastrengo 51, gestito dalla “Fondazione Piemonte dal Vivo”: una serata speciale, dove la musica dialogherà con l’arte coreutica, infatti il concerto sarà accompagnato da coreografie danzate, create appositamente sulle note del pianista. Non è l’unica data di Bosso: girerà l’Italia, da Cagliari a Roma, fino a Rimini, Verona, Firenze e molte altre città.
Malgrado la Sla, malattia neurodegenerativa che lo ha colpito nel 2011, il Maestro non si è arreso e il male di cui soffre non è riuscito ad intaccare la sua capacità di suonare ed il suo successo.

In una recente intervista, Bosso ha annunciato: “Ho smesso di domandarmi perché. Ogni problema è un’opportunità. La cosa peggiore che possa fare è tenermi fermo. Ogni giorno che c’è, c’è. E il passato va lasciato a qualcun altro”.
Ogni suono che sentirete è prodotto interamente dal pianoforte, come dice lo stesso Maestro: “Tutto a mano, usando tecniche quasi pionieristiche. Le dinamiche sono state mantenute rispettando l’esecuzione, anche la postproduzione è stata minima e orientata verso il far avere all’ascoltatore l’esperienza di sentirsi quasi dentro il pianoforte, come fosse il pianoforte stesso una stanza in cui entrare”.

Un’esperienza di vita più che un semplice concerto, assolutamente da non perdere!
Per maggiori informazioni sulla data torinese, visitate il sito della lavanderia a vapore:
http://www.piemontedalvivo.it/lavanderia-a-vapore/

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.