DROGA, ARRESTATO UN VALSUSINO A IBIZA: ERA RICERCATO DALLA POLIZIA ITALIANA / GLI AMICI RACCOLGONO FONDI PER AIUTARLO: “È UN’INGIUSTIZIA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

IBIZA / SAUZE D’OULX – La polizia spagnola ha arrestato un valsusino che era ricercato dalla polizia italiana per traffico di droga. Deve scontare una pena nel nostro Paese.

L’imprenditore viveva e lavorava da tempo nell’isola, dove aveva aperto un locale a Sant’Antoni. Sull’uomo pesa un ordine di cattura europeo. Si tratta di Hermes Gori, è molto conosciuto in alta Val Susa per aver gestito alcuni locali di Sauze d’Oulx (il Cotton Club e la discoteca Il Bandito). Gori era stato denunciato nel 2014, sempre per reati collegati alla droga, a seguito di un blitz nel suo locale a Sauze, dove la polizia aveva arrestato un suo dipendente.

A seguito di quella prima indagine, le forze dell’ordine avevano avviato un’inchiesta più ampia, arrestando in Val Susa 17 giovani nell’aprile dello scorso anno, sempre per spaccio di droga.

Gori è stato arrestato dopo un pedinamento da parte degli agenti del commissariato di Ibiza: ieri mattina è stato portato al tribunale dell’isola, la “Juzgado de Instrucción número 3”: gli inquirenti si sono collegati in videoconferenza con il tribunale nazionale spagnolo: “Il detenuto ha testimoniato davanti ai magistrati – spiegano i giornali di Ibiza – che hanno ordinato il suo trasferimento a Madrid, per poi rispettare le procedure di estradizione e consegnare l’uomo alle autorità italiane”.

Ma i collaboratori e gli amici di Hermes credono nella sua innocenza e hanno organizzato un colletta su Facebook, tramite Paypal, per aiutarlo a pagare le spese legali:  “Tutti gli amici di Facebook e gli ex lavoratori di Hermes Gori possono fare una donazione per sostenere le sue spese legali. È stato arrestato a Ibiza e ha bisogno di aiuto dai suoi amici, perché in Spagna non si dispone del patrocinio gratuito. Se potete donare 10 sterline, 20 sterline o di più, sarà un grande aiuto per lui e la sua famiglia (…). Questo aiuto ci serve per difendere il nostro amico da qualsiasi ingiustizia”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. I suoi amici ? Uguali a lui. Io ne metto 100 di euro; ma che gli diano 4 ergastoli. Di che cosa è innocente ?

  2. Meglio che a Sauze non si faccia piu’ vedere: in montagna non ci deve essere gente cosi’.
    Manteniamo i nostri paesi almeno sani, onesti e puliti come altre localita’ montane!
    La feccia sta meglio in galera!!!

  3. Lasciamolo in Spagna e, anzi, speriamo che pure i suoi amici lo raggiungano. In Alta Valle non sentiamo il bisogno di gente così. Rausssssssssssssssssssss!!!!

  4. Se dovessero impiccare tutti gli spacciatori e i drogati SAUZE É OULX rimarrebbero senza abitanti.
    State zitti ipocriti che il piu pulito di voi ha la ROGNA.
    State morendo come i vostri paesi di montagna.
    i soldi teneteli per farvi un po di pubblicita che nn ci viene piu nessuno da voi

  5. Il fenomeno della droga non si risolve dicendo frasi sconnesse o denigrando la comunità di Sauze che è composta da tante persone oneste, certo che a vedere il personaggio coinvolto nella vicenda una persona tanto pulita non sembrava ma lui e solo la punta del meccanismo dello spaccio a Sauze possibile che i grandi proprietari di locali non si siano mai accorti di nulla?

  6. sin dagli anni ‘8o si e’ puntato sul turismo mordi e fuggi, costi bassi, topaie dove venivano stipati gli inglesi, locali disposti a pagare un tanto a bicchiere agli accompagnatori affinche’ portassero gli inglesi in quel o quell’altro pub,
    cosi’ e’ iniziato un declino innarrestabile che coinvolgeva anche le altre localita’ dell’alta valle, sestriere compresa con il suo gioiello ( Tabata ); tange il fatto che tutto cio’ sia accaduto sotto gli occhi di tutti, istituzioni in primis, di fatto ci
    conosciamo tutti in questa valle e sappiamo tutto di tutti e da sempre con nome e cognome.

  7. Ridicoli il 99% dei commenti, come se la droga nella candida Sauze d’oulx, l’avesse portata solo lui!
    intanto lo deciderà la magistratura chi è colpevole e chi no…
    mi viene davvero da ridere, la droga, la coca, come anche altre droghe piu leggere, piu o meno chimiche,
    ha sempre girato, durante gli anni 80 o 90. come ora ai giorni nostri…c’e sempre stata.
    senza fare nomi di locali o di persone che si indignano ma che sapevano che girava o che ne hanno fatto uso o ancora lo fanno! Mi ricordo una frase che si sentiva, quando a Sauze mancava la materia prima per sciare…
    qualcuno diceva che tutta la neve che mancava sulle piste stava girando nei locali!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.