ELEZIONI A MOMPANTERO: TUTTI I CANDIDATI DELLA LISTA DI DAVIDE GASTALDO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di GIULIA AGATE

MOMPANTERO – La lista “Un futuro a Mompantero” oggi ha presentato i suoi candidati, con l’aspirante sindaco Davide Gastaldo e gli altri componenti del gruppo: Chiolero Lino, Pesando Maria Laura, Sobrato Gianluca, Vottero Samantha, Lo Nardo Riccardo, Bianco Dolino Sergio, Glarey Elena, Casel Luigi, Frijio Adriana e Zaccagni Franco.

Davide Gastaldo

“Tutti i nostri candidati sono residenti in Val di Susa e conoscono e vivono su questo territorio – spiegano Gastaldo e i componenti del gruppo – il futuro di Mompantero è ciò che realmente sta al cuore di questa lista, che ha già programmato un futuro saldo e studiato nei minimi dettagli per il paese, basandosi sulle richieste dei residenti e sulle risorse del territorio”.

“Al centro di ciò che sosteniamo c’è la montagna – aggiungono – il primo passo è metterla in sicurezza, soprattutto dopo il drammatico incendio di 4 anni fa. La montagna è il futuro anche turisticamente parlando, specialmente per l’escursionismo. Per questo è necessario pulire e tener puliti i terreni e i sentieri. Le associazioni sono un tema su cui vorremo lavorare, per sostenerle e aumentare i momenti di aggregazione. Il Comune di Mompantero si ritroverà a collaborare con altri Comuni, partendo da piccole idee arrivando a realizzare grandi progetti”.

E tra i progetti? “C’è quello di realizzare una pista ciclabile – ha spiegato il candidato sindaco Gastaldo con gli altri della lista – confermare le convenzioni con il Comune di Venaus per il calcio e valorizzare i pregi naturali e storici del territorio. Un altro punto importante per cui lotteremo è per potenziare i servizi di trasporto verso le strutture sanitarie. Organizzeremo giornate ecologiche per pulire e rendere decorose aree attualmente degradate”.

Ovviamente uno degli argomenti centrali è la questione Tav: “Ribadiamo la nostra più ferma contrarietà alla realizzazione dell’opera, per le ragioni ambientali, sociali e di natura politica che da ormai decenni la valle continua a sostenere – ha spiegato Gastaldo – è necessario evidenziare come sia compito di un’amministrazione locale rapportarsi, incontrarsi e discutere con le istituzioni sovracomunali e come tuttavia non si possano accettare contropartite per un’opera così impattante e devastante il territorio. La questione è divenuta spinosa poiché anche emolumenti dovuti vengono erogati come compensazioni; non accetteremo questa impostazione poiché ciò che è dovuto deve essere concesso”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

    • Se in quel di Mompantero dovesse davvero vincere il politicante col sorriso alla Berlusca e con i discorsi appunto da politicante navigato (e non è un punto a favore né un complimento), che pare appunto faccia campagna elettorale tra un banchetto elargito ed un altro…. Se in quel di Mompantero non si votasse per la lista di casa, composta da persone del luogo e dintorni piene di buona volontà già solo per metterci la faccia e scendere in campo che al giorno d’oggi non è poco…. non dico che il candidato sindaco debba essere per forza del luogo (che sarebbe preferibile) ma di certo NON deve avere le caratteristiche di quello lì, che ha già posato il suo lato b su troppe cadreghe istituzionali e ora…. Mompantero? Ma chiedersi perché? Beh, allora, beata illusione e gran delusione!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.