ELEZIONI A SUSA: ARNALDO WALDER SARÀ IL “CUSTODE DELLE FRAZIONI” PER LA LISTA “CAMBIAMO SUSA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla LISTA “CAMBIAMO SUSA”

SUSA – Piena attività dalle parti del Laboratorio del Cambiamento che mercoledì 27 marzo ha presentato alla cittadinanza e alla stampa il suo candidato sindaco Piero Genovese sotto le insegne della futura lista “CambiAMO Susa”.

Piero Genovese vuole iniziare dando un chiaro segnale di attenzione alle periferie della città, proprio quelle frazioni il più delle volte dimenticate che lamentano abbandono da parte delle istituzioni. Lo fa presentando una novità assoluta.

Afferma Piero Genovese: “In lista naturalmente avremo figure rappresentative e riferimento delle frazioni, in primis Giuliano Pelissero, già Assessore al Bilancio nella giunta Amprino dal 2009 al 2014 ma ciò che presentiamo oggi è la figura di un referente per tutte le problematiche inerenti le frazioni stesse, pertanto fuori dalla lista elettorale, che funga da tramite, da cerniera tra la futura maggioranza, qualora vincessimo noi le elezioni, e gli abitanti delle frazioni che hanno esigenze come gli altri cittadini ma che spesso faticano a farsi sentire dal Palazzo Comunale“.

Questa figura assumerà il ruolo di Custode delle Frazioni e potrà segnalare all’amministrazione qualunque problema di manutenzione, di sicurezza, di richiesta di servizi o segnalazione di persone con particolari necessità; una figura nuova che rinforzerà il rapporto tra la città e le sue frazioni. In caso di vittoria elettorale della lista “CambiAMO SUSA” questo ruolo sarà ricoperto da Arnaldo Walder.

Walder classe 1975, sposato e con un figlio, è residente a Susa in frazione San Giuliano, dipendente della ditta segusina Favro Escavazioni. Da molti anni impegnato nelle realtà associative di Susa e non solo, in particolare il Borgo di Traduerivi come componente del Comitato di Borgo, dover ha rivestito  anche il ruolo di figurante e di tiratore alla fune nel Torneo Storico cittadino. È anche componente e socio fondatore dell’Associazione “Orizzonte Valsusa”.

Commenta Arnaldo Walder: “Per il lavoro che faccio spesso sono a contatto con il problemi legati ai lavori di manutenzione, anche nelle frazioni di Susa, penso all’acquedotto non in buone condizioni, al servizio di pulizia della neve, alle fognature, alle asfaltature delle strade e altro ancora. Faccio un piccolo esempio concreto, ma ce ne sarebbero tantissimi simili, amo la concretezza e chi mi conosce lo sa. In Regione Castelpietra esiste da anni un problema idrico, sempre solo tamponato, che si può risolvere definitivamente soltanto completando l’anello dell’acquedotto, senza la realizzazione del quale i disagi per quella parte del nostro territorio continueranno. Lavoreremo per sensibilizzare la Smat a completare questo intervento con l’obiettivo più generale di realizzare le fognature in tutte le zone ancora sprovviste“.

Ancora una volta Walder: “Sono contento di lavorare con Giorgio Montabone, Giuliano Pelissero e Piero Genovese che conosco da anni. Sono favorevolmente colpito dalla voglia di fare e dall’entusiasmo di tutto il gruppo di “CambiAMO SUSA”, tanti giovani che hanno voglia di futuro“.

Conclude Piero Genovese: “Inizieremo quindi dalle borgate con incontri pubblici con i cittadini; abbiamo già programmato un vero e proprio porta a porta, con un calendario di incontri che inizieranno il prossimo fine settimana ossia il 12, 13 e 14 aprile dalle frazioni di Castelpietra e Coldimosso e Traduerivi. Dopo la pausa pasquale saremo a San Giuliano“.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Peccato che le reti fognarie e l’acquedotto siano responsabilità della SMAT che ha piena libertà di decisione riguardo l’eventuale ampliamento della rete. Nè il comune, nè altri, hanno alcuna voce in capitolo. Sensibilizzare la SMAT ha lo stesso effetto pratico di una pacca sulla spalla.

  2. Una domanda da elettore: Arnaldo Walder è NO TAV o si tav ?
    credo sia utile sapere, visto che alcune frazioni come San Giuliano potrebbero rifiorire esserer rase a suolo a seconda della bandiera al quale il futuro sindaco e assessori diventano vassalli.

  3. In questa lista sono tutti Si Tav. E poi dicono di amare Susa e volerla migliorare. Incoerenza prima ancora di essere eletti

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.