ELEZIONI A SUSA, I PROGETTI SUL TURISMO DI “CAMBIAMO SUSA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla LISTA “CAMBIAMO SUSA”

SUSA – Giovedì 2 maggio, in una sala consiliare gremita fin nelle scale del Municipio segusino e in diretta streaming, si è tenuta la prima presentazione pubblica del programma elettorale della lista “CambiAMO Susa”, che vede come candidato Sindaco Piero Genovese. Una presentazione in grande stile con slides e contributi video che ha tenuto per due ore la platea concentratissima.

Piero Genovese, nel suo ampio intervento, ha sottolineato l’importanza dell’ascolto, primo passo per costruire insieme ai cittadini un futuro diverso, nuovo e migliore per Susa. “Le cose da fare sono tante e i programmi nei periodi pre-elettorali rischiano tutti di assomigliarsi“, spiega il candidato sindaco. “Ma oltre ad alcuni spunti di novità, vogliamo proporre anche un nuovo modo di amministrare. Intendiamo infatti utilizzare alcuni principi generali che applicheremo ai diversi temi specifici: l’ascolto, la partecipazione e le alleanze come unica vera strategia per affrontare e superare le tante difficoltà che stiamo attraversando. La capacità di ascolto, non di sentire o qualche volta far finta di non sentire, ci permetterà non solo di conoscere i problemi che vengono posti dai cittadini o dai rappresentanti delle diverse categorie, ma anche di comprendere le motivazioni di quelle richieste e di cercare insieme possibili soluzioni“.

Giorgio Montabone ha poi illustrato il programma relativo al turismo, un programma molto ambizioso descritto minuziosamente. “Non è un caso che questo incontro  avvenga addirittura prima dell’ufficiale presentazione della lista“, afferma Montabone. “Il tema del cambio di marcia dal punto di vista turistico è infatti per noi una vera priorità. Negli ultimi anni Susa patisce un isolamento politico evidente che si trasforma in isolamento economico grave; ciò a causa di scelte politiche che hanno gravemente messo a repentaglio l’immagine della Città e che ha creato l’isolamento anche dal punto di vista turistico e commerciale. Tutti ritengono che Susa abbia potenzialità turistiche enormi, la nostra intenzione è quella di trasformare le potenzialità astratte in realtà commerciali. Ci vuole una politica cittadina che abbia una visione. Noi con umiltà e determinazione intendiamo impegnarci per riuscirci con la creazione di un sistema serio e fattibile. Oggi l’amministrazione di Susa è completamente assente ai tavoli organizzativi del sistema turistico, è inammissibile“, conclude. ” È necessario un cambio di rotta“.

Montabone, piccolo imprenditore e dirigente nel settore turistico, oltre che insegnante di Scienze Motorie, ha le idee chiare e ha elencato una serie di operazioni concrete che intenderebbero portare avanti qualora la lista vincesse le elezioni. Vi sono eccellenti prodotti, come il progetto Moto portato avanti dall’Ascom o come i Tesori d’Arte e Cultura Alpina;  ma il Comune deve essere più vicino a queste organizzazioni. La parola d’ordine è “alleanza” dell’amministrazione con i commercianti albergatori e privati e con le realtà che fanno turismo vero: una collaborazione naturale con le stazioni turistiche dell’Alta Valle per sviluppare e vendere le nostre bellezze; una grande valorizzazione della Susa Romana inserendola nei grandi percorsi turistici europei, partecipazione e fiere e saloni commerciali. Susa deve diventare Capitale della Valle a cui dà il nome anche dal punto di vista turistico. Si propone ancora un preciso prodotto turistico legato al turismo scolastico, e un grande progetto legato all’outdoor e allo sport.

Montabone ha sottolineato come il teatro civico, che a breve verrà ristrutturato, dovrà essere gestito professionalmente e fungere da motore propulsivo, insieme al Castello, per il rilancio del centro storico. E poi ancora i grandi eventi, il rilancio dell’Open Music Festival da lui ideato quando fu assessore e tanti piccoli eventi capaci di animare una Susa ritenuta da tutti ormai nel dormiveglia. Le possibilità di ottenere finanziamenti vi sono ma oggi non sono neanche ricercate. Non vi è la sensibilità per questi temi.

Domani, sabato alle ore 17 in Piazza del sole presentazione generale della lista. “Sabato presenteremo anche il nostro programma“, conclude il candidato Piero Genovese. “Vi inviteremo a leggerlo con attenzione, perché insieme a quello che vorremmo realizzare per migliorare e far crescere Susa nei prossimi cinque anni, abbiamo inserito anche un po’ dei nostri sogni, del nostro amore per questa Città“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Turismo?
    Escludendo il comprensorio Via Lattea che non ha mai mollato un turista neppure per mezza giornata, quanti sono i posti letto in Valle?

  2. Progetto moto? Alle moto andrebbe vietato il transito in valle nei week end, altro che farci dei progetti turistici. È turismo quello a cui assistiamo ogni Sabato e Domenica sulle statali?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.