ELEZIONI AVIGLIANA: ANNULLATO IL CONFRONTO PUBBLICO TRA I CANDIDATI A SINDACO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABIO TANZILLI

AVIGLIANA – A meno di ripensamenti dell’ultima ora, quest’anno non si potrà fare il confronto pubblico tra i 3 candidati a sindaco di Avigliana. Un appuntamento che nella città dei Laghi si teneva da anni, sempre al teatro Fassino e con la presenza di tantissimi cittadini, in diretta e “dal vivo”. Appuntamenti molto apprezzati e partecipati dalla gente. In particolar modo l’edizione del 2017 aveva riscosso tanto successo, al punto che era stato messo anche un maxischermo in palestra perché non c’era abbastanza posto in teatro, e c’erano tanti cittadini fin fuori che volevano partecipare e ascoltare i candidati.
Un confronto vero, da fare di fronte agli elettori e non in una stanza chiusa con solo la telecamera davanti, ma stando al tavolo e dialogando “in presenza”, non a distanza con la videocall.
Il dibattito pubblico è infatti un’occasione unica per ascoltare in una sola serata tutte le varie idee e proposte dei candidati sui principali temi di Avigliana, confrontandosi apertamente, direttamente e rispondendo alle domande dei cittadini. Il confronto si sarebbe dovuto tenere giovedì 9 giugno 2022, con la presenza di almeno 2 su 3 dei candidati. Solo il sindaco uscente Archinà era disponibile nel partecipare al dibattito, gli altri 2 candidati hanno declinato.
La candidata Rosy Patrizio ha scelto di non partecipare: “A causa del Covid ho dovuto spostare tutti gli appuntamenti che avevo in agenda. Per questo motivo non sarei riuscita ad essere presente giovedì 9 giugno, in quanto avevo già la serata impegnata. Ho avuto il Covid e sono stata in casa annullando tutto gli appuntamenti e calendarizzandoli gli ultimi giorni rimasti. Anche la data proposta era già piena. Forse un incontro programmato agli inizi di maggio non avrebbe avuto ostacoli”. Di conseguenza, visto che la Patrizio ha detto di no, anche Toni Spanò – inizialmente disponibile – ha comunicato di non voler partecipare al confronto pubblico, in quanto non gli sembrava giusto fare il dibattito solo tra 2 aspiranti sindaci, e non con tutti e 3 i candidati. Alla fine sarebbe stato disponibile al confronto solo Archinà, quindi l’incontro è stato annullato.
Anche altre testate, come il nostro quotidiano, avevano proposto di organizzare il l’incontro pubblico ad Avigliana, ottenendo sempre il diniego. Un momento importante di confronto, totalmente diverso dall’organizzarlo in una stanza con pc, videocamere e la trasmissione in streaming. C’è una bella differenza. Così come c’è una bella differenza rispetto al partecipare ai singoli appuntamenti elettorali che giustamente ogni lista organizza in questi giorni.
Chi scrive, organizza questi appuntamenti e dibattiti da circa 20 anni. Si nota che negli ultimi tempi alcuni candidati, politici o amministratori tendono – per un motivo o per l’altro – a sfuggire al confronto pubblico. Non è solo il caso di Avigliana. Ad esempio una cosa analoga era avvenuta in occasioni delle precedenti elezioni a Bardonecchia e a Giaveno. Alle elezioni di Alpignano 2016 invece, nonostante un candidato avesse volutamente rinunciato al confronto, gli altri tre avevano aderito senza problemi.
Partecipare alle occasioni di dibattito pubblico e di confronto tra idee diverse non è un obbligo, ovviamente. Quindi ogni scelta è rispettabile, ma senza dubbio si tratta di un’occasione mancata. Soprattutto per i cittadini di Avigliana.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

25 COMMENTI

  1. Mentre Archinà è disposto al confronto con gli altri candidati, Patrizio e Spanò se la scappano, dimostrando la loro palese incompetenza e l’incapacità di instaurare un dibattito

  2. Rosy l in città si sa che è stata fuori gioco per il COVID.
    Chiaramente lei e Spanò che sono supportati da tutti i partiti del centro sinistra, PD 5stelle e Avigliana Viva, e centro destra, lega FdI e FI, rispettivamente sono i finalisti, quindi la lista di disturbo ACA avrebbe forse interesse al dibattito pubblico per provare a recuperare. Ma recuperare 5 anni di malgoverno non è facile.
    Piuttosto interessante osservare il coraggio di Rosy che, unica, donna ha avuto il coraggio di candidarsi contro Spanò. Una donna cattolica di sinistra, coraggiosa. Riuscirà Spanò a batterla?
    Questo è il quesito di queste elezioni 2022. È Rosy o Spanò. Il cattolicesimo di sinistra e le donne o la destra?

    • ah, ah, ah! Riuscirà Spanò a batterla? ma se gli elettori del PD e quelli dei 5 stelle hanno passato anni e anni ad insultarsi reciprocamente, adesso secondo voi improvvisamente i loro voti dovrebbero sommarsi? Con tutta probabilità di elideranno a vicenda e anche il disegno del PD di fare ad Avigliana la stessa operazione che ha fatto a Susa qualche anno fa con Plano, andrà a farsi benedire!

  3. Stiamo a vedere davvero.
    Le candidature “supportate” da tutti i partiti mi hanno ispirata un’assonanza.
    Ad Avigliana voteranno un sacco di cittadini “suppostati” da tutti i partiti, da tempo immemore oltretutto, e pure da Santa Madre Chiesa ogni volta che ne ha avuta l’occasione.
    Vedremo quanto questo gioioso trattamento saprà ancora attrarli.

  4. Cioè abbiamo una persona che corre per assumere un incarico importante come quello di sindaco e rinuncia al confronto “perché ha già la serata impegnata”??????????

    • Rosy Patrizio ha scelto di non partecipare: “A causa del Covid ho dovuto spostare tutti gli appuntamenti che avevo in agenda
      Se è cosi’ impegnata come pensa di trovare il tempo per fare anche il SIndaco?
      Meditate aviglianesi , meditate.
      meditate anche su Toni Spano’ che ha rinunciato per solidarietà

  5. Non so se bene contro male.
    Ma sicuramente una Donna cattolica contro la destra di Spanò.
    Solo che noi donne in politica diamo fastidio.
    Poi se cattoliche ancora di più.
    Che Rosy sia stata fuori gioco per il COVID lo si sapeva e ora dovrà recuperare e fare scelte.

    Chissà perché quando una donna si candida tutti l attaccano.

    • Non voglio fare un ragionamento sessista, assolutamente, ma secondo me la questione va sempre vista da come la persona si atteggia all’interno del proprio compito. Ciò che può dar fastidio è che, non pensando che i valori sono altra cosa, una donna si atteggi a uomo per “mostrare più forza”… Se una donna ha valori, deve solo essere sé stessa per stare sempre al di sopra di ogni possibile contestazione. Grandi donne hanno fatto grandi cose, dalla Thatcher alla Merkel alla Von der Leyen… Quando attaccano una donna che si candida è solo per paura…

  6. Ho assistito curiosa a incontro sulla sanità organizzato dal PD a supporto della candidatura della Patrizio.
    Devo dire interessante. Gli interventi del capogruppo in regione del PD Gallo e del giovane sindaco di Torre Pellice davvero centrati. Tra le altro il sindaco oltre fare il sindaco, apprezzato e rieletto, gestisce due case di cura…. Viene da ridere a pensare che esistono sindaci che dicono in città delle nostre dimensioni di fare solo il sindaco di mestiere.
    Non so ancora se voterò la Patrizio o Spanô ma ……. Stasera ho avuto una bella impressione . Ci penserò

    • viene da ridere a pensare che il PD abbia ancora qualcosa da dire sulla sanità dopo essere stato il partito che ha contribuito a tagliarla maggiormente per i lunghi anni in cui è stato al governo della Regione! E’ vero che ora Cirio continua nell’opera di demolizione della sanità pubblica, ma sta seguendo solo la stessa scia già inaugurata in precedenza dal PD!

  7. Iniziano gli attacchi e pettegolezzi contro la candidata sindaco. Prevedibile. Se sei Donna e Cattolica hai molti contro ad Avigliana.
    Che tristezza

  8. È molto strano che Archina voglia fare il confronto visto che ha molti scheletri nell’armadio quali ? Il primo non ha mai dico mai voluto un confronto in consiglio comunale sul tema Tav , io l’ho richiesto per decine di volte mai accettato e che dire sullo spreco del denaro nei campi sportivi si è rifiutato di votare il documento che proponeva di fare intervenire la legge in riguardo , che dire del 1,4 di euro per corso Tòrìnò quando ne erano già stati spesi 5 milioni di euro pochi anni fa ( tra cui c’è una mia denuncia per mancata applicazione del capitolato ecc ecc.

    • evidentemente vuole fare il confronto proprio perché invece non ha nessuno scheletro e sa argomentare le scelte fatte…
      Invece, dato che lei fa tanto il legalitario, non era lei che, 5 nni fa, urlava in Consiglio comunale che non sarebbe mai stato in una lista assieme a personaggi come quello che avete messo in lista per Avigliana ma arriva da Giaveno? Cos’è che le ha fatto cambiare idea? Hanno portato qualche pacco alimentare da Giaveno anche a lei?

  9. ah, ah, ah! Riuscirà Spanò a batterla? ma se gli elettori del PD e quelli dei 5 stelle hanno passato anni e anni ad insultarsi reciprocamente, adesso secondo voi improvvisamente i loro voti dovrebbero sommarsi? Con tutta probabilità di elideranno a vicenda e anche il disegno del PD di fare ad Avigliana la stessa operazione che ha fatto a Susa qualche anno fa con Plano, andrà a farsi benedire!

  10. curiosissimi di vedere la fitta calendarizzazione di impegni che proporrà l’ammucchiata PD e 5Stelle, ma visto che tanto questa lista è completamente marginale, andando al di là degli impegni della sig.ra Rosy, non si poteva organizzare lo stesso un confronto fra i 2 maggiori competitor? Oppure il problema è che Spanò, dal vivo, non potrebbe leggere gli interventi che gli preparano come ha fatto per 5 anni in Consiglio Comunale?

  11. Sinceramente un duello Patrizio Spanò poteva essere interessante.
    Una donna cattolica di sinistra vs il centro destra in pratica PD e 5stelle contro FI FdI e Lega.
    Archinà con rifondazione non mi sembra abbia molto da dire.

  12. Qualcuno vorrebbe Avigliana come Bardonecchia. Con i pro ed i contro. Ad oggi ciò non è ancora successo. Invito i votanti ad evitare scelte di pancia su liste che non hanno i piedi per terra. Non sempre si cambia in meglio. E tornare indietro impossibile.

  13. A sinistra rimane il mistero di ACA che appoggiata solo da Rifondazione Comunista non si sia alleata con il PD 5 Stelle e Avigliana viva, ora ACA è una lista di disturbo che rischia solo di fare perdere Rosy contro Spanò.

    Quindi un duello Spano vs Patrizio poteva essere interessante. Però è che vero che sono persone note e la differenza fra i due è risaputa
    Io donna di sinistra cattolica so già chi votare.

    • ACA lista di disturbo?!? la lista di Roccotelli e quella dei 5 stelle, 5 anni fa, ossia quando i 5 stelle erano all’apice politico, sono arrivate rispettivamente penultima e ultima. Ora che i grillini sono completamente disfatti e che hanno deciso di allearsi con quelli che hanno passato 5 anni ad insultare, secondo lei potrebbero fare meglio delle ultime elezioni? 😀 😀 😀

    • Vorrei solo renderti partecipe del fatto che chiunque con un minimo di intelligenza si rende perfettamente conto che sei sempre tu a scrivere tutti i commenti ripetendo sempre la stessa cosa, a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro. Anche se metti nomi diversi è evidente, e sinceramente è abbastanza comico che vi riduciate a queste cose
      Tra l’altro dov’è il programma elettorale della lista? Quel volantino striminzito con scritto “avigliana ha una stazione, un parco, delle borgate e dei cittadini”?
      Davvero in tutti questi anni non siete nemmeno riusciti ad inventarvi qualcosa di più? Chessò, un aeroporto interrato, una miniera di diamanti sotto i laghi, l’abolizione del capitalismo… tanto ormai vale qualunque cosa

  14. Il mistero di Elena non è difficile da svelare.
    Le divisioni a sinistra non hanno mai dato buoni risultati ma le accozzaglie si sono spesso rivelate peggiori delle divisioni.
    ACA è oggettivamente di sinistra mentre il PD non lo è più ed i 5 Stelle non lo sono mai stati, l’appoggio di Rifondazione Comunista è del tutto comprensibile per vicinanza anche se molte vedute sono diverse.
    Vinca il/la migliore ma senza fraintendimenti sulle effettive collocazioni politiche delle tre liste.
    Donna, cattolica, di sinistra* e partigiana, ce ne fossero ancora come Tina Anselmi
    L’avrei votata anch’io.

    * di una sinistra DC di un tempo che fu, che per il PD attuale sarebbe roba da Centri sociali.

  15. Il pettegolezzo la fa da padrone in certe regioni aviglianesi.
    Se non lo si pensa come oro, se si osa dire che dopo 30 anni si può ragionevolmente pensare di cambiare vista la perdita di importanza e ruolo di Avigliana …. Parte la macchina del fango.
    Insomma se non la pensi come la lista di parenti di ex politici e loro amici vari sei …. O disonesto… O hai secondi fini …o…
    Non può esistere per loro un idea diversa di città e di sviluppo…. Siamo condannati alla decadenza

    Non so chi dei due ma spero che o Rosy o Spano possano cambiare in meglio la città, d’altronde hanno con loro tutti i partiti nazionali eccetto rifondazione comunista. Banca fra loro due la/il migliore.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.