ELEZIONI AVIGLIANA: SPANÒ E PICCIOTTO SI ALLEANO, CON UNA SOLA LISTA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA – Come annunciato martedì 3 maggio da ValsusaOggi, alle prossime elezioni ci sarà l’alleanza tra Mario Picciotto e Toni Spanò, candidato sindaco della lista “Adesso Avigliana”. L’indiscrezione dell’accordo tra i due consiglieri di opposizione di Avigliana, entrambi dell’area del centrodestra, è stata ufficializzata questa sera. “Ho deciso di fare la mia parte e portare il mio contributo all’unica proposta autenticamente civica e capace di rispondere alla domanda di cambiamento che si sente forte in città: Progetto Adesso Avigliana e il suo candidato sindaco Toni Spanò”. Dopo cinque anni di opposizione alla giunta Archinà, quindi, Spanò e Picciotto danno vita ad un accordo che già nell’ultima consiliatura sembrava avesse iniziato a costruire solide fondamenta: “Con Toni negli ultimi anni abbiamo progressivamente condiviso un progetto perAvigliana e per gli aviglianesi, a entrambi interessa solo e soltanto il bene della città”.

Il confronto degli ultimi giorni, aggiunge il consigliere Picciotto, “ha registrato una convergenza che si è andata costruendo nell’ultimo quinquennio in Consiglio, con un approccio costruttivo e capace di dare voce ai cittadini”.

Sul suo ruolo all’interno del progetto Adesso Avigliana, Picciotto chiarisce quindi la propria posizione: “sosterrò Toni Spanò, deciso a dargli una mano per il cambiamento di Avigliana.Invito tutti quanti mi hanno sostenuto in questi anni di impegno a fare altrettanto, non possiamo perdere l’occasione di dare una svolta alla città: insieme Avigliana cambia davvero”.

D’altronde, fin dall’inizio della campagna elettorale Toni Spanò aveva annunciato di voler creare una lista con più voci e con realtà differenti. Nel contempo proprio recentemente Picciotto aveva confidato ad alcune persone vicine, con cui si era presentato alle elezioni nel 2017, l’intenzione di allearsi con Spanò alle prossime amministrative di giugno.
A proposito di alleanze, un passo analogo è già stato fatto nell’area “progressista” tra i 5 Stelle e il Pd/Avigliana Viva, con il patto tra i consiglieri di minoranza Tatjana Callegari e Angelo Roccotelli, che a giugno presenteranno una lista sola candidando Rosy Patrizio. Anche la notizia dell’alleanza tra 5 Stelle e centrosinistra era stata annunciata da ValsusaOggi.
In questo modo, è sempre più probabile che i candidati a sindaco di Avigliana potranno essere solo 3 (Archinà, Spanò e Patrizio) e non più 5, come invece avvenne nel 2017 (quando si candidarono Archinà, Spanò, Roccotelli, Callegari e Picciotto.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

17 COMMENTI

  1. Finalmente la possibilità di fare una scelta chiara e consapevole.
    _ Sinistra centri sociali entusiasti del governo aviglianese degli ultimi anni … Voti il comitato di governo
    _ Non soddisfatti del governo cittadino ma di centrosinistra voti alleanza PD e 5stelle
    _ Non soddisfatti del governo cittadino o non di sinistra voti Spano e Picciotto

    Facile.

  2. Per riuscire a vincere a sinistra occorrerà votare PD e 5 stelle. Il voto al comitato al potere è un voto non utile. Lo zoccolo del voto partitico è tale che per fermare la destra occorre votare PD e 5 stelle, votare altro è un regalo alla destra.

    • Giá,l’unica cosa che conta è fermare la destra,poi se verranno eletti di nuovo personaggi come quelli che hanno portato Avigliana in questa situazione chissenefrega…

  3. A ben vedere l unica novità è Rosy Patrizio.
    Il comitato di piazza conte rosso sembra a me, e non solo, fatto da stanchi politici tribali, che ormai hanno esaurito la spinta dei genitori.
    Il centrodestra la versione di opposizione del comitato di governo.
    Rosy una donna, nota ad Avigliana, volontaria e di area cattolica. Scelta seria.

    • In una realtà come quella di Avigliana è necessario avere una ottima esperienza di amministrazione e una spolverata di politica quanto basta per non affogare nelle infinite insidie della politica nota per essere l’habitat di moltre specie predatorie e parassite.Essere una specie di Santa laica non credo che aiuti…

  4. Direi di fatto un duello fra PD e 5 Stelle contro il centrodestra.
    Con la lista di disturbo del comitato ACA con poche speranze.
    Almeno ora c è chiarezza centrosinistra contro centrodestra.

        • Sig. Merovingio, in quanto a spiritoso, penso che il sig. Salvini e il sig. Berlusconi siano riusciti in tutta la loro naturalezza a divertire non solo gli italiani, ma anche moltissimi europei. Sicuramente loro sì avrebbero possibilità di lavorare nel programma Zelig.Anche se la parola lavoro per il sig. Salvini sia una cosa astratta.

  5. Certo che avere un… Picciotto in giunta…. Bedda matri! Eh eh eh…
    Comunque, good luck, come dicono a Buttigliera Alta….

  6. Avere una sindaca “volontario” è molto significativo: rispecchia perfettamente il pensiero sinistro che prevede un’ amministrazione pubblica orientata a delegare i problemi al volontariato per potersi dedicare a cose più redditizie…….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.