ELEZIONI GIAVENO, OSVALDO NAPOLI VERSO LA CANDIDATURA A SINDACO / L’INTERVISTA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di PAOLA TESIO

GIAVENO – Si parla sempre di più di Osvaldo Napoli come possibile candidato a sindaco, città che aveva già guidato dal 1985 al 2004. Era stato eletto in consiglio comunale per la prima volta nel 1975. Indiscrezioni parlano della sua probabile candidatura, di cui manca ancora l’ufficialità.

Intervistato da ValsusaOggi a seguito delle indiscrezioni emerse di una sua possibile candidatura a sindaco, Napoli afferma che «da tempo i miei concittadini mi chiedono di scendere in campo per Giaveno».

Osvaldo Napoli, cosa intende fare in vista delle prossime elezioni?

«Molti cittadini mi esprimono il disagio e la preoccupazione per la loro amata Giaveno. Ho capito che per i giavenesi è importante la sicurezza che offre la mia esperienza e sono lusingato per questo messaggio di fiducia che continuano ad esprimermi. Non ho mai perso l’abitudine di stare in mezzo alla gente. Ogni sabato sono sempre stato presente al mercato. Ho il polso della situazione, conosco il territorio, le sue potenzialità, i bisogni della popolazione. I miei concittadini mi chiedono di tornare ad essere il loro sindaco per progettare il futuro di Giaveno che oggi è contornato più di ombre che di luci. In questo periodo ho incontrato numerose associazioni e molti commercianti: in loro alberga una preoccupazione che sfocia nella rassegnazione».

Cosa ha percepito da questi incontri?
«Non è questa la caratteristica dei giavenesi che lottano per costruirsi un futuro, vorrei che riemergesse in loro quella positività che in tempi recenti è andata perduta».

Sarebbe disponibile a rimettersi in gioco come candidato a sindaco?
«Mi è stato chiesto in un incontro dal gruppo “Per Giaveno” guidato da Stefano Tizzani, ed anche loro hanno sollecitato la mia disponibilità. Ritengono che la mia esperienza possa essere importante dopo quest’ultima amministrazione complessa».

Cosa ne pensa dell’amministrazione da parte del sindaco Giacone?
«Mai vista in Giaveno un’amministrazione così: una maggioranza che è una minoranza; un equilibrio precario del tutto anacronistico! Ho ancora nella mente e nel cuore il pulsare di una Giaveno diversa, che offriva e può ancora offrire delle opportunità. Occorre ritornare al rispetto delle istituzioni e delle cariche che si ricoprono nei confronti dei cittadini. Si è assistito a gesti e parole, anche all’interno dei consigli comunali, che non devono essere nella norma e sono davvero disdicevoli».

Sulla gestione economica di questi anni?
«I finanziamenti di cui Giaveno ha beneficiato nei mandati precedenti hanno permesso di costruire opere pubbliche praticamente a costo zero. Ma purtroppo si è poi andati in direzioni diverse. La mancata armonia presso l’Unione dei Comuni si riverbera inevitabilmente nello sperpero di un capitale di servizi che non è soltanto di Giaveno, ma dell’intera valle. Non mi riconosco in questo modo di amministrare; è necessaria una sterzata. Occorre inoltre infondere nuovamente fiducia ai dipendenti del Comune. Si tratta di personale preparato ed efficiente che a mio parere, in questi ultimi cinque anni, ha subito sulla propria pelle questo stato di malessere. Quanto successo in questa amministrazione è frutto di una guida troppo incerta!».

Come vede il futuro di Giaveno?
«Molto terreno perso è irrecuperabile. Ma penso di poter contribuire a ricostruire nuovamente le fondamenta accanto ai miei concittadini. Non voglio più essere uno spettatore, non sarei leale nei confronti dei giavenesi!».

Lei attualmente siede in parlamento, sarà compatibile con la carica di sindaco?
«Non c’è nessuna incompatibilità per i Comuni sotto i 20 mila abitanti».

Quali sono i prossimi passi?

Incontrerò nuovamente il gruppo di Per Giaveno nei prossimi giorni, insieme decideremo cosa programmare per la nostra città. Una cosa è certa, non starò con le mani in mano, ho sempre partecipato ai gazebo dei nostri 3 consiglieri comunali, Tizzani, Ruffino, Mellano, vorrà dire che mi dovrò impegnare per quella Giaveno che mi ha visto muovere i primi passi come amministratore».

Osvaldo Napoli non aggiunge altro, se non che nei prossimi giorni ci saranno interessanti novità. Termina con queste parole, «ringrazio i consiglieri che hanno lavorato per la nostra città, chi lo ha fatto con amore e passione, con lealtà».

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.