ELEZIONI MOMPANTERO, NAPOLI LITIGA AL SEGGIO E CHIAMA LA PREFETTURA: SCRUTINIO “CALDO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DAL NOSTRO INVIATO CATERINA AGUS

MOMPANTERO – Momenti di tensione, oggi pomeriggio a Mompantero, durante l’avvio dello spoglio elettorale. C’è stata un’accesa discussione tra Osvaldo Napoli, candidato sindaco, e il presidente del seggio elettorale. Napoli voleva entrare in sala ed assistere al conteggio, ma inizialmente gli era stato negato l’accesso. Poi Napoli ha chiamato direttamente la Prefettura e si è raggiunto l’accordo: anche l’onorevole di Giaveno ha potuto assistere allo scrutinio.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

23 COMMENTI

  1. se è consentito che un candidato possa assistere allo spoglio non capisco il motivo del rifiuto del presidente del seggio; se non è consentito non capisco “l’accordo”.
    DM

  2. FAQ del ministero
    16. È prevista la presenza di cittadini autorizzati a vigilare sulle operazioni di voto e scrutinio analogamente a quanto previsto per i rappresentanti di lista nelle elezioni politiche?
    Sì. I delegati delle liste dei candidati, indicati nella dichiarazione di presentazione di ciascuna lista, possono designare, presso ogni seggio elettorale, due propri rappresentanti, uno effettivo e l’altro supplente, per assistere a tutte le operazioni di voto e di scrutinio.
    I rappresentanti di lista designati devono essere elettori del comune.
    Tale requisito può essere accertato dalla tessera elettorale in possesso dei designati.

      • All’interno del seggio (intesa come la stanza in cui si vota) durante il voto possono entrare solo scrutinatori, presidente, rappresentanti di lista e gli elettori di quel seggio. Nessun altro può entrare senza autorizzazione. Durante lo spoglio possono entrare solo scrutinatori, presidente e rappresentanti di lista. Chiunque altro può stare fuori dalla porta, se vuole, ma non dentro. Peraltro l’elenco dei rappresentanti va depositato entro il girono precedente al voto, e non dopo. Per cui Napoli, a rigore non aveva diritto di entrare nella stanza, e poteva farlo solo se al presidente stava bene. Non conosce le regole o ha voluto fare il prepotente. In entrambi i casi è grave per un ex parlamentare. Fonte: ho fatto il rappresentante e conosco le regole. Comunque si possono trovare su internet sul sito del ministero degli interni.

        • Osvaldo Napoli oltre a non essere elettore nel comune, non era stato comunque designato in precedenza come rappresentante di lista, quindi non aveva nulla a pretendere. Non avrebbe potuto entrare nemmeno un elettore del comune, se non precedentemente nominato da una lista e autorizzato dal presidente. Il presidente del seggio ha libertà di concedere deroghe, ma solo se lo vuole. Per cui si è dimostrato quello che è sempre stato, un arrogante tirapiedi del cavaliere.

  3. Mr. Io voglio posso komando vada a farsi chiamare onorevole (de chè) in altro luogo
    Magari se si candida la prox volta in Alaska….

  4. Il Sig. Osvaldo Napoli non sa nemmeno perdere,
    Cosa temeva? Che a Mompantero facessero dei brogli? Vergogna!
    Speriamo capisca che è ora di dedicarsi al giardinaggio.

  5. Io non ho in tasca un numero di telefono della Prefettura.
    O almeno non ho un numero al quale la Prefettura risponda (nel marzo/aprile 2020, al tempo delle “filiere produttive” del confinamento Covid, nessuno mi ha mai risposto ed ho dovuto attendere per giorni mail non sempre chiare).
    Peccato che le corsie preferenziali non siano sufficienti per vincere le elezioni.
    Peccato che ricorrere a corsie preferenziali sia prova di arroganza e di ridicoli “lei non sa chi sono io”.
    Peccato che non abbia vinto perché avremmo potuto mettere alla prova le tante promesse da marinaio che, in un Comune sotto il Rocciamelone, avrebbero avuto una ulteriore eco, cagionata della notevole distanza dal mare.

      • Il signor Napoli è solo un cafone arrogante che vuole imporre le sue regole al di sopra di quelle della legge. Il tuo commento dimostra solo che tu non abbia la minima idea di come funziona un seggio visto che ogni lista ha diritto di avere fino a due rappresentanti che possono presenziare al seggio per tutta la durata delle elezioni, dal giorno prima fino alla fine dello scrutinio. Tutto trasparente. Chi fa certe insinuazioni è solo un imbecille ignorante.

    • Tu, magari, non sei STTAV SPONSOR, non sei “ONOREVOLE” (ha dimostrato di avere molto poco di onore e di avere invece molta ARROGANZA” e poi non hai amicizie col prefetto.
      Per quanto riguarda le promesse , dopo di lui a VALGIOIE hanno messo un commissario. Probabilmente perchè ha amministrato bene!

  6. Il sig. Napoli aveva forse diritto di assistere allo scrutinio ma dal momento che ieri mattina il suddetto aveva già manifestato poco rispetto per gli avversari e per i componenti del seggio (con l’aria del “lei non sa chi sono io”) e con alcuni candidati dell’altra lista, si era deciso (il presidente del seggio con i rappresentanti di lista delle 2 liste) che i candidati restassero fuori.
    Lui oggi ha nuovamente mancato di rispetto a tutti (anche ai suoi stessi rappresentanti di lista) e ha dovuto fare valere il suo ruolo istituzionale per denigrare tutti chiamando la prefettura.
    Bene che abbia perso e che dopo un terzo dello spoglio se ne sia andato con le pive nel sacco.
    Il pantren si vuol ben.

  7. La realtà è che ci è bruciato il peperone….a sti politici manca la correttezza (che bestialità che ho detto ho messo insieme politici e correttezza) e la lealtà di farsi da parte quando, a furor di popolo, vengono estromessi. Il sindaco è una figura che viene scelta dai cittadini, soprattutto nei comuni più piccoli, per conoscenza personale, per meriti sul campo, per esperienze personali. Una persona che arriva seppure dal jet set del bel mondo della politica ad alti livelli, può contare solo sul clamore (del tipo lo voto perchè l’ho visto in tv) e questa volta non ha funzionato.

  8. Il sig. NAPOLI continuerà a PUPPARE LA LAUTA PENSIONE DA EX… di qualunque cosa… speriamo che gli servano anche per le medicine per il fegato, considerando quanto gli sarà gonfiato per essere stato letteralmente segato.
    Ha dimostrato a solita ARROGANZA DA POLITICO, LA SCUOLA ROMANA DOCET!!!.
    Ricordatevi anche la lista di chi lo ha appoggiato, così per non dimenticare.
    P.S. NAPOLI forse vuoi chiamare la prefettura anche per addolcire le opinioni???

Rispondi a شهرزاد, Shahrazād Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.