ELEZIONI, OSVALDO NAPOLI: “LE LISTE DI DESTRA E SINISTRA SONO UNA GRANDE PARENTOPOLI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

di OSVALDO NAPOLI (parlamentare di Azione)

Zii e nipoti, mariti, mogli e quasi mogli, mogli e cugini e cognati: a scorrere le liste di destra e sinistra si ricava l’idea netta di un’unica, grande parentopoli. L’idea folle di tagliare il numero dei parlamentari immaginando in questo modo di elevare la qualità del ceto politico è stata clamorosamente smentita. Con la sola eccezione di Azione e Italia Viva, non c’è una lista una che non abbia al suo interno, magari in collegi diversi, candidati fra loro imparentati. Il Pd, FdI, Forza Italia sono tutti corresponsabili di aver seguito e sostenuto l’assalto dei Cinquestelle alla democrazia con il taglio dei parlamentari, salvo rivendicare la centralità del Parlamento che loro non hanno minimamente difeso. Mi aspetto di sentire le solite anime candide lamentarsi e chiedersi, con sfacciata ipocrisia, che cosa è che tiene gli elettori lontano dalle urne. Sul logo di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, PD e Cinquestelle potrebbe comparire la scritta che il grande Leo Longanesi immaginava sul tricolore: “tengo famiglia”. Amen.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

9 COMMENTI

  1. …privilegiati sono, ovviamente, quelli che hanno famiglia, gli altri no, ma se anche questi ultimi avessero famiglia? potendo…

  2. Da che pulpito arriva questa voce; dopo la magra figura a Mompantero ( sconfitto candidato a sindaco) rieccolo in pista verso nuove avventure… aver cambiato casacca mille volte non le fa onore caro Osvaldo. E poi non ci venga a parlare di parentele proprio lei…

  3. Troverei interessante una statistica di quanti sono nei vari partiti i candidati che vivono grazie ai soldi pubblici, cioè dipendenti di enti, di partecipate e via via in cascata

    • Infatti chi vive di soldi pubblici non ha certo interesse a diminuirne lo sperpero e le relative tasse

  4. Dissero quelli che per anni sono stati candidati usando lo stesso metodo. L’assalto alla democrazia lo hanno fatto quelli che per anni hanno prodotto leggi elettorali senza preferenze che consentono ai partiti di piazzare in parlamento chi vogliono indipendentemente dalla volontà popolare. E questa elezione sarà persino peggio delle precedenti. Certo che per fare il politico devi avere proprio la faccia come il di dietro.

  5. Infatti abbiamo visto cosa è accaduto alla sanità soprattutto in alta val di susa, grazie ai politici che si sono succeduti nel tempo, almeno avessero il buon gusto di starsene tutti zitti, ma nemmeno quello
    Intanto non abbiamo sentito nessun politico parlare di sanita, perche qui in val di susa soprattutto in alta valle siamo proprio mal messi
    Le solite frignate che siamo anche stufi di sentire, andate a nascondervi che solo a vedervi ci viene il mal di stomaco con quelle facce finte adatte al momento

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.