EMERGENZA PROFUGHI IN VALSUSA: UN NUOVO INTERVENTO DI SOCCORSO SULLE MONTAGNE DI BARDONECCHIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
La scarpa lasciata da uno dei migranti che provano ad arrivare in Francia da Bardonecchia

BARDONECCHIA – Nella notte tra venerdì e sabato c’è stato un nuovo intervento in montagna a causa dell’emergenza profughi. La polizia francese ha segnalato al soccorso alpino di Bardonecchia la presenza di un gruppo di 6 migranti al Colle della Scala, poco prima delle gallerie. Nel frattempo era arrivata in sede un’altra telefonata da un profugo che chiedeva aiuto per essersi perso lungo i sentieri. Sul posto sono andate le squadre di Bardonecchia e della Guardia di Finanza. I migranti si sono rifiutati di tornare a Bardonecchia: i soccorritori italiani li hanno lasciati andare verso la Francia, visto che dall’altra parte delle gallerie c’era già il posto di blocco della polizia francese, pronta a intercettare il gruppo. Durante il controllo è emerso che nessuno dei profughi aveva però effettuato la chiamata di aiuto al soccorso alpino, il numero di telefono apparteneva ad un altro ragazzo che non faceva parte della “comitiva”. Per questa ragione, con il supporto dei carabinieri, i soccorritori hanno rintracciato il migrante che aveva chiesto l’intervento: era già rientrato autonomamente a Bardonecchia.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

18 COMMENTI

  1. Europa unita ?sarebbe ora di dimostrarlo con strategie comuni per contenere questo esodo . Invece solita battaglia ai confini con i francesi che chiudono le porte e gli italiani che devono soccorrere.

  2. Per carità fanno pena ma chi li spinge prima in italia e dopo li abbandona????? Quanto costano questi soccorsi?????invece la sanità a noi italiani risponde picche. I dottori quando li chiami per i bambini con febbre molto alta ti rispondono citando l’art. del regolamento asl che se non sono intrasportabili nessuna visita domiciliare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Per gli italiani, soprattutto i contribuenti onesti e fessi, non c’è più niente… non contavamo niente in passato e continuiamo a non contare niente. Sconsolati spettatori dello sfacelo crescente. Cari migranti state sbagliando paese, non venite in italia, è ormai peggio dell’africa. 10 ore di attesa al pronto soccorso, un solo infermiere, sala d’aspetto piena di barboni senzatetto. I dormitori non bastano piu per tutti… povera italia…

    • Gli ITALIANI stessi TUTTI hanno ognuno per la LORO parte distrutto questo paese. Ora è veramente inutile oltre che controproducente cercare un COLPEVOLE ESTERNO a questa situazione.
      Fino a quando non VI renderete conto di questo NON ANDRETE DA NESSUNA PARTE.
      Quindi buona “FINE” e spero che vi rendiate conto della situazione con un nuovo e “BUON INIZIO” (chiaramente non è riferito al 31 dicembre).

      • Io sono vecchia e quando ero piccola al mio paese, allora con più di 5000 abitanti compresa la montagna con tante borgate……..c’erano due medici della mutua. Uno per il paese che tutti i giorni aveva ambulatorio, sempre pieno e finiva tardi per passarli tutti e andava sempre a fare, come le chiamano adesso, le domiciliari, senza mettere in dubbio la gravità della malattia. L’altro medico più giovane scarpinava per la montagna per assistere una partoriente e altro……..E di domenica se li chiamavi venivano………. Adesso c’è la guardia medica per cosa non si sa, perché è solo un passaggio obbligato, per il pronto soccorso che è uguale all’inferno……. Non accusiamoci di aver usufruito troppo delle prestazioni perché negli anni del boom economico versavamo tutti i contributi…….e quindi le entrate c’erano. Purtroppo i politici hanno scialacquato per scambio di voti i nostri soldi……..e quindi non siamo colpevoli dello sfascio di persone che una volta al potere non avevano un minimo pensiero che amministravano soldi altrui……..come continua ad avvenire adesso……..

        • cara signora certo CHE ABBIAMO UNA RESPONSABILITA’,NON abbiamo vigilato sui politici, NON abbiamo denunciato chi rubava ben sapendolo, NON abbiamo protestato contro chi non faceva il suo dovere, ABBIAMO FURBESCAMENTE approfittato delle poche o tante, gravi o meno gravi possibilità di FARE I FURBI all’italiana ed adesso TUTTI NE PAGHIAMO LE CONSEGUENZE.
          Anche SEMPRE E SOLO ATTRIBUIRE colpe ad altri che siano politici, mafiosi i vicini od amici che non pagano le tasse ecc. ci HA PORTATO A QUESTO.

          QUINDI SARO’ LAMPANTE ed un po’ retrò : ma GUARDARE LA PAGLIUZZA NELL’OCCHIO DEGLI ALTRI E NON ACCORGERSI DELLA TRAVE CHE ABBIAMO NELL’OCCHIO non mi pare sana e buona soluzione…….

          • Parli per lei. Grazie. Le sue pagliuzze e le sue travi. Comodo dire che è colpa di tutti e in questo modo legittimare ulteriori peggioramenti con il libero accesso a qualsiasi forestiero clandestino che si trovi a passare di qui.

          • Mi spiace sig. Giulio ma non facciamo di tutta l’erba un fascio!!!!!!!!!! I nostri genitori hanno faticato molto facendo due giornate per poter fare vivere dignitosamente la famiglia (per dignitosamente la famiglia parlo: di mangiare tutti i giorni, le ferie erano le gite in montagna e al Rocciamelone d’obbligo per ringraziare la Madonna, poter comprare un cappotto invece di rivoltarlo come è successo a me!!!!!!) e quindi anch’io ho partecipato nel mio piccolo alla ricostruzione del paese senza approfittarne come lei afferma!!!!!! I miei genitori dopo la guerra si sono ritrovati con un pugno di mosche in mano……..eppure hanno ricominciato da capo senza “fregare”. Come si afferma volentieri…..in più è vero che votando abbiamo noi la scelta ma finisce subito dopo aver imbucato la scheda nell’urna………perché di lì in poi i brogli……. i maneggi non sono mica miei…………

          • Cara signora Roberta già solo il fatto di DELEGARE a scatola chiusa e NON VIGILARE ci rende corresponsabili fa parte della COSCIENZA CIVICA farlo e di conseguenza si è CORRESPONSABILI. Ci mancano le basi della DEMOCRAZIA proprio a livello GENETICO purtroppo.

          • E Lei che cosa ha fatto per migliorare la situazione? Comunque vista la situazione dell’Italia, come anche Lei asserisce, non la si migliora prendendo a piene mani in carico tutti questi migranti. Anzi…..

  4. Poveri “migranti ” !Qualcuno li addestra , a fare i cacazi che vogliono ! Che ne sanno , dall’ Africa , dov’è Bardonecchia ?

    • Poveri migranti…. tutti con il cellulare ultimo modello il credito chissà da dove arriva quando non hanno addirittura il satellitare….

  5. Perché non vengono fermati prima di perdersi sulle montagne togliendo uomini e mezzi al territorio
    Non hanno il biglietto del treno e come minimo non ci devono salire….

  6. Tanti saluti da Valsusa Valley, near Atlanta Georgia Usa.
    Mancano in questi ameni commenti da piantatori di cotone solo Scarlett 0’Hara e Rhett Butler.
    Se questa sera andrete a messa di mezzanotte vi pigli almeno un raffreddore.

  7. Ribadisco: se rinasco, rinasco migrante e vengo in Italia a farmi mantenere.
    Se poi mi annoio vado in Francia dal Colle della Scala. Di tanto in tanto telefono e mi faccio portare da mangiare e da bere, ringrazio (o no?) e proseguo. Se poi di là mi riportano in Italia lo rifaccio, tanto tempo da perdere ne ho. E in fondo sarei un bravo migrante: altri combinano ben di peggio. In Italia si può tallallero trallallà (citando i Pooh).

  8. Io ho vigilato. Io ho combattuto. Io ho denunciato. Io ho firmato con nome , cognome e indirizzo . Io ho allegato alle denunce ;fatti ,nomi , documenti e circostanze. SEMPRE TUTTO FINITO NEL NULLA ! Buonanotte ragazzi ; e che la terra vi sia leggera !

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.