EX BOCCIOFILA DI BUTTIGLIERA ALTA, VIA LIBERA ALLA RINASCITA DELL’AREA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA

BUTTIGLIERA ALTA – Il Consiglio Comunale di Buttigliera Alta, in una seduta in videoconferenza tenutasi lo scorso 10 aprile, ha approvato una variante urbanistica al Piano Regolatore Generale vigente, relativa all’area lungo corso Superga, nell’ultimo tratto verso Rosta, oggi occupata dallo scheletro dell’ex bocciofila.

Approvazione che dà un’importante svolta per la riqualificazione di quell’area, concretizzando un lungo iter, partito cinque anni fa, quando l’Amministrazione Comunale definì l’obiettivo politico della risistemazione della zona. Iter proseguito con una serie di studi e accertamenti geologici, quindi la soluzione della destinazione a usi civici e l’avvio di un concorso di idee per verificare l’interesse degli investitori privati ad acquisire e riqualificare l’area. Concorso di idee vinto dalla proposta di realizzare un centro servizi alla persona. Il Consiglio Comunale ha quindi approvato la variante definitiva, dopo il vaglio dalla Conferenza dei Servizi, aprendo così le procedure per l’asta che alienerà l’area dal patrimonio municipale.

“Un passaggio molto importante – afferma il sindaco Alfredo Cimarella –-Poniamo un punto fermo sulla riqualificazione di un’area oggi degradata, raggiungendo l’obiettivo politico che ci eravamo posti nel 2015: risistemare quella zona, evitando interventi speculativi e offrendo viceversa nuovi servizi e occasioni di sviluppo economico al nostro territorio. La zona di Madonna dei Boschi, del resto, è già stata oggetto, in questi anni, e lo sarà nei prossimi, di nuovi importanti investimenti. In questo modo, riqualifichiamo, senza utilizzare i soldi della comunità, eliminando un elemento che stona assolutamente in una delle aree di maggior pregio del nostro territorio. Auspichiamo che l’interesse degli investitori privati, dimostrata nel concorso di idee, continui a esserci e che si possa quindi presto alienare quell’area e soprattutto vederla riqualificata”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.