FERRENTINO ALLA GUERRA DEL BIGLIETTO: “ORA VADO IN TRIBUNALE, NON È UNA BUFALA. TRENITALIA STA FACENDO UNA DIFESA INVEROSIMILE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Ma questo biglietto del treno Torino-Bussoleno è stato contraffatto o no? Si aprirà una guerra giudiziaria sulla vicenda, dopo che Trenitalia ha affermato che si trattava di una bufala, e che il ticket fatto dalla ragazza per viaggiare in Val Susa in realtà fosse stato contraffatto con la colla e non aveva sopra solo crema per le mani. Lo annuncia a ValsusaOggi il consigliere regionale Antonio Ferrentino, dopo che il nostro giornale ha dato notizia del caso: “Sono sicuro che non si tratta di una bufala, ora andremo fino in fondo con un legale – annuncia – chiederemo a Trenitalia, con un legale, di poter far analizzare il biglietto da un perito, in modo che si veda se davvero si trattava di un ticket contraffatto o no”.
Secondo Ferrentino “Bisogna capire quando la colla è stata messa sul biglietto, perché dopo la multa alla ragazza, il ticket è stato sequestrato dal controllore. Conosco la famiglia della giovane, e ci potrei mettere la mano sul fuoco che non è stato falsificato, figuriamoci se fanno una cosa simile. Hanno comprato quattro biglietti per fare andata e ritorno Torino-Bussoleno, che senso avrebbe avuto falsificarne uno?”.

Ferrentino insiste quindi nella buona fede della crema, e ricorda “l’atteggiamento vessatorio avuto dal controllore, ci sono tanti testimoni, anche la Polfer, e molti hanno sentito il tono e le parole usate verso questa giovane”. Secondo il consigliere regionale “Trenitalia vuole difendere se stessa, ma noi andremo fino in fondo sulla vicenda”.

IMG_8475-0.JPG

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Io penso che l’esimio Consigliere dovrebbe andare a lavorare, anziché occuparsi di queste cose.Ha già condannato il capotreno senza avergli dato neanche la possibilità di difesa!Che garantismo…..bravo!Ora però a lavorare…..

  2. Quindi lui conosce la famiglia ed è impossibile che abbiano falsificato il biglietto??Uao……che tesi difensiva inattaccabile!!
    ….e poi ci lamentiamo che in Italia i controllori non fanno il loro lavoro …….

  3. E se avesse veramente falsificato il biglietto?? ce ne liberiamo di questi consiglieri che si preoccupano di cazzate, come di una multa invece di cose serie della Valle????????????’

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.