FERRENTINO E LA VICENDA DEL BIGLIETTO FALSO. I 5 STELLE ESPRIMONO SOLIDARIETÀ AI FERROVIERI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di FRANCESCA FREDIANI e FEDERICO VALETTI (Consiglieri regionali 5 Stelle)

Le gaffes di Ferrentino mettono in imbarazzo l’intera maggioranza. Prima ha portato in Consiglio regionale una vicenda che sarebbe andata bene per la trasmissione “Forum” (come ha ammesso lo stesso capogruppo del suo partito).

Stiamo parlando dell’ormai “famosa” vicenda della sanzione comminata ad un’amica di famiglia del consigliere perché il biglietto del treno Torino – Bardonecchia risultava, in seguito a verifica del controllore, contraffatto. La ragazza, in tale occasione, si era invece difesa dichiarando che fosse sporco di crema per le mani, non sottraendosi comunque all’immediato pagamento della multa. Oggi si è svolto il capitolo finale di questa ridicola telenovela.

Dopo le richieste a mezzo stampa (non smentite) di Ferrentino di procedere al licenziamento del controllore, abbiamo subito presentato un ordine del giorno per esprimere solidarietà al personale delle Ferrovie dello Stato. Non potevamo lasciar passare il principio che per una vicenda così irrilevante, e tutta da accertare, un dipendente delle Ferrovie potesse perdere il posto di lavoro in barba ad ogni regola ed allo statuto dei Lavoratori.

Il nostro ordine del giorno è stato vergognosamente bocciato dalla maggioranza, ma non senza distinguo. Il rappresentante di Scelta Civica ha votato favorevolmente, inoltre non era difficile notare vistosi imbarazzi tra i banchi della maggioranza.

In ogni caso il Partito Democratico non ha perso occasione di dimostrare la propria incoerenza. Ordini del giorno di solidarietà non si negano mai a nessuno, tranne ai capotreni attaccati da Ferrentino ed ai dipendenti REAR ingiustamente licenziati. Sarà un caso? Evidentemente no.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.