FERRIERA, IL NUOVO SALONE DELLA SCUOLA DEDICATO AD ANNALISA DURANTE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA

BUTTIGLIERA ALTA – Un 8 marzo davvero eccezionale a Buttigliera Alta: l’Amministrazione Comunale ha chiuso un’intensa settimana dedicata alle celebrazioni della donna, con un significativo taglio del nastro. Nella mattinata di venerdì, è stato inaugurato il nuovo salone polifunzionale, nell’edificio dell’ex plesso elementare di via dei Comuni, intitolandolo ad Annalisa Durnate, giovanissima vittima di camorra.

Un’inaugurazione che chiude una serie di fili, intrecciatisi nell’ultimo anno. A iniziare dall’intenso percorso di educazione alla legalità, che l’Amministrazione Comunale ha proposto, per tutto il 2018, ai giovani buttiglieresi. Percorso culminato con la visita di Salvatore Borsellino, la scorsa primavera, agli alunni delle scuole cittadine e con il “Viaggio della legalità” a Napoli, offerto ad alcuni giovani ventenni, lo scorso autunno.

Proprio da questo viaggio, è scaturita l’intenzione di intitolare in città un edificio pubblico, che ricordasse una delle vittime delle mafie e la scelta è caduta sul salone dell’ex scuola elementare. Si restituisce così completamente all’utilizzo pubblico un edificio caduto in disuso, dopo l’avvio del limitrofo nuovo plesso scolastico di Ferriera, utilizzato solo per un breve intervallo, per ospitare gli alunni della scuola dell’infanzia della frazione, in ristrutturazione.

Per valorizzare il patrimonio edilizio pubblico, l’ex plesso elementare è stato ristrutturato, utilizzando le aule come laboratori per gli alunni della primaria e della secondaria e il grande salone all’ingresso come spazio polifunzionale a uso di tutte le scuole ferrieresi.

Abbiamo volutamente scelto di intitolare a una vittima delle mafie un salone all’interno di una scuola – ha spiegato il Sindaco Alfredo Cimarella nel suo discorso durante la cerimonia di venerdì – Crediamo infatti fortemente, come ricordato anche da Calamandrei, Raffaele Cantone e Antonio Caponnetto, che nelle scuole nasce il seme della democrazia e che per combattere le mafie ci vuole, più che un esercito di soldati, un esercito di insegnanti. Speriamo quindi che il sacrificio di Annalisa Durante accompagni il percorso di crescita civile dei nostri ragazzi“.

La scelta della figura di Annalisa Durante è legata alla sua giovanissima età – riprende il Vice sindaco e Assessore alla Scuola e alle Pari Opportunità Laura Saccenti – Abbiamo voluto offrire ai nostri alunni l’esempio di una coetanea, vittima di un crudele scambio di persona all’interno di una faida camorristica a Forcella, a Napoli, nel 2004. L’intitolazione dell’8 marzo è significativa, anche per ricordare il sacrificio di una giovanissima donna“.

Tra gli interventi prima del taglio del nastro, da evidenziare quello della Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Gabriella Parente che ha evidenziato l’importanza dei nuovi locali inaugurati a uso delle attività didattiche di tutte le scuole di Ferriera e del parroco don Franco. Il presidente del Presidio Libera Bassa Val di Susa Maurizio Raschio ha portato invece i saluti della famiglia di Annalisa e di Salvatore Borsellino che hanno applaudito all’iniziativa dell’Amministrazione.

Significativo anche il contributo dato dagli alunni del plesso della frazione, presenti all’inaugurazione con rappresentanze della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, offrendo contributi diversi ed emozionanti alla mattinata di riflessione. I più piccoli dell’infanzia hanno portato le mimose, i bambini della primaria hanno cantato una canzone di Federico Moro ed infine i ragazzini della secondaria hanno ricordato la biografia di Annalisa Durante.

 

,

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.