FINESTRE, COME SCEGLIERE QUELLE GIUSTE? PER LA VALSUSA C’È DIATRIBE, A CHIUSA SAN MICHELE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CORINNE NOCERA

CHIUSA DI SAN MICHELE – Finestre di legno, PVC, miste o alluminio? Con doppio o triplo vetro? Queste sono le domande più immediate, quando si decide di sostituire le finestre della propria casa. Ci sono tanti altri elementi da considerare, dagli incentivi statali alla posa in opera, passando per le eventuali schermature solari (magari integrate nelle finestre), le caratteristiche speciali dei vetri e il loro grado di performance termiche ed acustiche.

Lo staff di Diatribe Porte e Finestre, a Chiusa San Michele, chiarisce di seguito alcuni di questi punti.

DETRAZIONI FISCALI PER LE FINESTRE

Ricordiamo che fino al 31 dicembre 2017, salvo proroghe, è possibile usufruire della detrazione fiscale del 65%.

Ci sono tre requisiti tecnici essenziali: l’intervento, deve interessare la sostituzione o modifica di elementi già esistenti (e non come nuova installazione), deve delimitare un ambiente riscaldato dall’esterno o verso vani non riscaldati e deve essere effettuato da contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef).

I nuovi infissi, infine, devono garantire un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale ai limiti riportati nella tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010 secondo le varie zone climatiche italiane.

MATERIALI

I serramenti possono essere di legno, PVC e alluminio ma anche in combinazioni miste per sfruttare le miglior caratteristiche di materiali differenti. Infatti, un’ottima soluzione è l’alluminio all’esterno e il legno o il PVC all’interno, ottenendo così un infisso molto resistente alle intemperie e con elevate prestazioni energetiche.

Gli infissi realizzati completamente in metallo (finestre in alluminio), invece, per “lavorare” bene devono avere un profilo con un ottimo taglio termico. Quest’ultimo è costituito dall’inserimento di particolari materiali con una conducibilità termica più bassa, che unisce i profili interni ed esterni in alluminio, basandosi sul principio dell’interruzione della continuità metallica.

Per quanto riguarda il PVC, il consiglio principale è quello di scegliere un PVC appartenente alla Classe S (clima severo), ideale per le nostre zone in quanto si registra una forte escursione termica tra inverno ed estate.
Gli infissi con combinazione mista pvc o legno/alluminio prevede all’esterno un rivestimento in alluminio di lunga durata che protegge il lato esterno della finestra. Il guscio esterno è di facile manutenzione, disponibile in molte configurazioni cromatiche e di design. Il PVC o il legno sul lato interno garantiscono eccellenti prestazioni termiche.

Continuate a seguirci, prossimamente lo staff di Diatribe Porte e Finestre vi darà altri utili consigli!

Per un preventivo ed una consulenza gratuita Claudio Diatribe ed il suo staff vi aspettano nel loro showroom in via Susa 2/c a Chiusa San Michele, tutti i giorni dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e dal martedì al venerdì dalle 15 alle 18.30; si riceve anche fuori dall’orario di apertura, fissando un appuntamento al numero 3473996681.

(Inf. pubb.)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.