FISIOTERAPIA A GIAVENO: LA RIABILITAZIONE DELLA MANDIBOLA CON FISIOCARE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

GIAVENO – Anche questa settimana proseguono gli articoli informativi con i dottori Giovanni Rea ed Alessandro Gelmi per chi è affetto da un dolore alla mandibola e che si sente spesso consigliare una Fisioterapia temporo mandibolare per provare a risolvere il proprio problema. In questo articolo analizzeremo in cosa consiste e sopratutto come il Fisioterapista esperto di ATM  può aiutare le persone ad uscire dal proprio problema alla mandibola.

La fisioterapia temporo mandibolare consiste in una serie di interventi terapeutici eseguiti da un fisioterapista, che hanno lo scopo di individuare la disfunzione all’ATM, e intervenire e rieducare con manovre specifiche sia dentro la bocca che fuori la bocca, oltre a consigliare una serie di esercizi specifici.

Fisioterapia Mandibola Storta

Prima di tutto, è importante capire se la mandibola storta sia un problema strutturale (conformazione specifica dell’osso), oppure se sia colpa di tensioni muscolari che tendono a spostare l’arco mandibolare deviandolo da un lato. Il fisioterapista eseguirà delle manovre specifiche nella bocca e nei muscoli fuori la bocca per individuare la contrattura muscolare e lavorare per distendere e riequilibrare la deviazione. In questi casi si può avvalere di Tens, oppure di Laserterapia con lo scopo di sfiamamare, decontrarre magari un trigger point, e facilitare il lavoro di riequilibrio.

Mandibola bloccata

Questa condizione va inquadrata in maniera corretta immediatamente. Se sei rimasto con la mandibola bloccata, è bene recarsi immediatamente al pronto soccorso per capire la causa di tale blocco. Potrebbero verificarsi due condizioni:

  • Lussazione dell’articolazione temporo mandibolare: tale evenienza va trattata in maniera corretta dallo specialista che mediante manovre specifiche riuscirà a ridurre la dislocazione della mandibola
  • Contrattura muscolare: in questo caso, sarà opportuno un intervento specifico del fisioterapista per cercare di ridurre la contrattura muscolare e favorire un corretto movimento di tutta la zona.

Nel caso di mandibola bloccata sarà comunque importante eseguire delle indagini come lastra, o tac, con stratigrafia, per comprendere in maniera più approfondita se durante la lussazione della mandibola siano presenti delle lesioni ai tessuti molli, oppure delle vere e proprie fratture delle strutture osse.

In questo video vediamo come si può sbloccare una mandibola (Ricordiamo di non eseguire in maniera impropria tali manovre, ma recarsi al pronto soccorso).

In che distretto agisce la Fisioterapia temporo mandibolare

Una volta eseguita la Diagnosi corretta assieme al medico specialista Maxillo Facciale oppure assieme al medico odontoiatra, il fisioterapista esperto di ATM, concentra i suoi sforzi nei confronti sia dell’ATM, sia nei confronti della muscolatura che muove tale articolazione.

I muscoli principali sono:

  • Massetere (chiusura)
  • Temporale(Chiusura e bilanciamento)
  • Pterigoioidei (chiusura assieme al massetere)
  • Sovraioidei e Sottoioidei (Apertura della bocca)

Tali muscoli hanno il compito di aprire e chiudere la bocca, deviarla lateralmente, e soprattutto eseguire tali movimenti combinandoli tra loro (Protrusione della mandibola e lateralizzazione)

Inoltre tale lavoro non può assolutamente precludere un lavoro dolce sulla muscolatura cervicale, e un lavoro strutturale con Trust articolari (la classica manipolazione cervicale) che ha il compito di riposizionare correttamente le vertebre, oltre naturalmente a inviare delle informazioni alla corteccia cerebrale.

Il fisioterapista esegue inoltre delle manovre per allungare e distendere il diaframma e i muscoli respiratori, anche loro coinvolti spesso nei disturbi temporo mandibolari e nella sindrome temporomandibolare . Inoltre il paziente impara successivamente a mantenere i risultati raggiunti attraverso esercizi eseguiti a casa autonomamente.

Mandibola a scatto

Questa particolare condizione è legata generalmente ad un funzionamento scorretto del disco o menisco temporo mandibolare. Il fisioterapista può eseguire delle manovre in grado di riposizionarlo correttamente, e iniziare al più presto un programma riabilitativo per la muscolatura ATM, con il fine di riequilibrare correttamente  le forze che agiscono contemporaneamente su questa articolazione

Bruxismo

Il bruxismo è un disturbo molto frequente che coinvolge i muscoli masticatori, che durante la fase del sonno oppure durante il giorno durante certi contesti (Sport) tendono a serrarsi. Parliamo del classico digrignamento dei denti, molto fastidioso che porta col tempo ad una erosione delle superfici dentali.

La fisioterapia per il Bruxismo, è molto efficace nel ridurre i sintomi e le tensioni sia extra, che sopratutto intrabuccali.

Mandibola che scrocchia con click

Generalmente tali condizioni colpiscono le donne con un rapporto di 8 a 1 rispetto agli uomini. Durante il movimento si avverte un rumore simile ad un click subito sotto l’orecchio proprio in prossimità dell’ATM. Tale condizione è legata ad artrosi, e sopratutto ad una condizione simile a quella precedente, in cui il disco è dislocato. Grazie ad alcune manovre, che vanno eseguite da Fisioterapisti esperti, sarà possibile lavorare direttamente sulla causa del click articolare e cercare di ridurlo, fino a farlo scomparire completamente. Sarà necessaria una partecipazione attiva del paziente mediante esercizi a casa, e cercare di ridurre stress, e sopratutto abitudini alimentari che possono mettere sotto eccessiva tensione le strutture anatomiche e muscolari.

Tensione mandibolare con dolore mascella destra o sinistra

Tale condizione è forse la più frequente, e necessita di un intervento multidisciplinare. In primo luogo vanno escluse tutte le patologie strutturali che possono determinare tensione mandibolare. In assenza, si procederà ad un lavoro specifico concentrando la propria attenzione sugli aspetti che determinano la tensione e il dolore.

Il fisioterapista avrà necessità di lavorare in maniera molto dolce, eseguendo manovre che possano rilassare i muscoli rimasti contratti, oltre a riequilibrare con esercizi tutti muscoli vittime di contrazione alla mandibola. In questa fase servirà molta esperienza, empatia  e sopratutto comunicazione con il paziente al fine di cambiare alcune abitudini e facilitare un rilasciamento duraturo dei muscoli masticatori, oltre a  quelli cervicali.

In questo video vengono illustrati alcuni esercizi facili da eseguire che possono aiutare e coadiuvare il lavoro del fisioterapista:

Spesso tale fisioterapia temporo mandibolare, giova molto anche nei confronti del mal di testa cervicale, propriamente detto Cervicogenico, in quanto il ruolo del Riabilitatore è quello di indagare e ristabilire un equilibrio globale migliore.

In genere sarà molto importante condividere e indagare la condizione psicologica con uno Psicologo psicoterapeuta che indagherà lo stato psicologico del paziente, al fine di allontanare o ridurre condizioni morbose di ansia, e tensione psicologica.

In conclusione la Fisioterapia è uno strumento molto valido per ristabilire i giusti equilibri in un area molto delicata vittima troppo spesso di tensioni medio gravi.

FISIOCARE
Tel. 340 607 1847
Piazza Savoia, 11 – Susa
Via XX Settembre, 42 – Giaveno
Facebook Fisiocare
Sito Internet www.fisioterapiagiaveno.it

(Informazione pubblicitaria a cura della New Press – Testo di Valentina Addari)

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.