FORZA NUOVA VA AD ALMESE PER IL CONSIGLIO COMUNALE E CONSEGNA UNA LETTERA AL SINDACO: “SI DEVE DIMETTERE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

FOTO DI HANA HOLZELOVA

ALMESE – Questa sera, in occasione del consiglio comunale di Almese, una delegazione di Forza Nuova Torino ha consegnato una lettera di protesta al sindaco Bertolo, in risposta alla manifestazione antifascista tenutasi due settimane fa. Dal tardo pomeriggio in paese erano presenti le forze dell’ordine in assetto antisommossa, nel caso ci potessero essere disordini.

GUARDA LE FOTO: LE FORZE DELL’ORDINE DAVANTI AL MUNICIPIO DI ALMESE

Forza Nuova ha quindi consegnato la lettera, poi se ne sono andati a casa.

La lettera è stata firmata da Roberto Usseglio – giavenese e responsabile provinciale di Forza Nuova. Ecco cosa le ha scritto.

“Egr. Sindaco di Almese Ombretta Bertolo, Forza Nuova l’accusa di essersi resa complice della grave situazione antidemocratica che si è venuta a creare sabato 27 febbraio sul territorio da lei amministrato. Inebriata del suo IO e con un ignobile comportamento antidemocratico atto ad ovviare alle sue responsabilità di amministratore ha eliminato dalle scena comunale un partito della repubblica italiana che manifesta opinioni diverse dalle sue e piuttosto che assumersi le responsabilità per cui è stata eletta ha Incoraggiando un orda di persone che con il vivere civile e la costituzione non hanno nulla da spartire. Si è nascosta poi, dietro le mummie che inneggiano all’antifascismo rinnegando le verità storiche, verità e bugie di cui ormai anche i meno dotti hanno preso coscienza e si è prodigata con la complicità di qualche buonista di turno di eliminare dalla scena sociale del suo comune chiunque manifesti opinioni diverse dalle sue.
Rinnegando il suo tempo ha cercato di inscenare un teatrino storico senza tener conto delle sue lacune di memoria e con un incapacità che fa quasi tenerezza ha voluto creare scene da reenactor dissotterrando mummie del passato come le guerre puniche tra romani e cartaginesi, tra fascisti e comunisti, un passato che a noi di Forza Nuova non appartiene più da tempo.
“A Forza Nuova – prosegue Usseglio – pare che lei, signora Bertolo, sia diventata maestra in questo campo, schierandosi dietro i drappi dell’Anpi e di qualche nostalgico della falce e martello ha ignorato le voci di protesta e di indignazione dei sui abitanti a favore del suo branco che, come lei, rinnega la costituzione e la democrazia. Lei sig. sindaco deve smetterla di trincerarsi dietro veli di buonismo e farciture di ipocrisia della tolleranza e del rispetto dei diritti dei clandestini. Sig. sindaco si tolga le vesti da giullare e si dimetta, lei ha fallito miseramente le aspettative dei suoi elettori”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

    • Ne abbiamo piene le scatole di questi sedicenti democratici che lo sono a senso unico: indottrinati dalla scuola comunista negano e combattono tutto quanto da loro fastidio. Si dimetta e torni a fare la casalinga.

  1. Qualcuno ha la coscienza sporca ; per come è stata ridotta l’Italia , in settanta anni di ” libera democrazia ” ?

  2. E noi dobbiamo pagare per invadere la piazza di Almese con le FdO per difendere questa “signora” da non si sa cosa?
    se è una malata paranoica, si faccia curare!

    ps: forse dimentica che tendenzialmente le FdO hanno una forte componente di destra…..

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.