FOTO / BUTTIGLIERA ALTA HA ACCOLTO LA FIACCOLA DEGLI SPECIAL OLYMPICS

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABRIZIO PASQUINO

BUTTIGLIERA ALTA – Spettacolare risposta da parte del paese e della società civile all’appello lanciato dall’amministrazione comunale, che si è unita alla staffetta in corso in questi giorni in val di Susa, per celebrare gli “Special Olympics”: i giochi dedicati alle persone con disabilità intellettiva, a Bardonecchia dal 20 al 24 marzo. Staffetta con il transito della fiamma simbolo dell’evento internazionale, martedì pomeriggio, in arrivo dalla vicina Avigliana.

Il passaggio di testimone tra il sindaco di Avigliana Andrea Archinà e il sindaco di Buttigliera Alta Alfredo Cimarella è avvenuto nel luogo simbolo di confine: Villa San Tommaso, alla significativa presenza della comunità della residenza socioassistenziale e della comunità delle religiose del Sacro Cuore. Quindi, la tappa a Ferriera con il ritrovo dei 22 tedofori buttiglieresi in piazza Jougne e le prime frazioni della staffetta, che ha visto per tutto il pomeriggio alternarsi, senza alcuna differenza, corridori con diverse abilità. Fermata al palazzetto dello sport Palabianco per l’accensione di un primo braciere e il saluto degli alunni delle scuole della frazione. D’obbligo il passaggio di fronte al monumento simbolo del territorio, la precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, per risalire a Capluogo in piazza del Popolo, via Avigliana, Musiné, corso Laghi, con il saluto delle scuole dell’infanzia e terminare per il gran finale in piazza Donatori. Qui, il palco con il momento ufficiale, alla presenza degli alunni di primarie e secondarie. L’accensione del secondo braciere alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione, guidati dal sindaco Cimarella e dal vicesindaco Laura Saccenti, il parroco don Franco, la preside dell’istituto comprensivo Gabriella Parente, i vicini di casa di Reano (con l’assessore Morra) e Rosta (con l’assessore Versino). Protagonista, senz’altro, un giovanissimo atleta, accompagnato dal papà, che sarà ai giochi di Bardonecchia. Atleta contornato da altri venti colleghi, eccellenze sportive nazionali tutte buttiglieresi, rappresentanti non solo delle più diverse abilità, ma anche delle più diverse discipline, dall’atletica alla danza, dal curling alle bocce. In chiusura il passaggio di testimone al sindaco di Sant’Ambrogio, Dario Fracchia.

“Siamo orgogliosi di aver ospitato questa giornata – commenta emozionato il sindaco Alfredo Cimarella – Orgogliosi per l’ottima risposta di tutta la nostra società civile. Hanno risposto tutte le associazioni, non solo quelle sportive, partecipando con i loro volontari; i 750 alunni di tutti i nostri plessi scolastici; gli stessi commercianti che hanno decorato le vetrine con i colori degli “Special Olympics””. Soddisfazione per l’ottima risposta, unita alle forti emozioni dell’intenso pomeriggio: “Innegabile che eventi come questo riempiono i nostri cuori di emozione e commozione – continua il Sindaco – Questi eventi celebrano i valori più genuini dello sport in termini di passione, integrazione, aggregazione sociale, partecipazione”.

“L’adesione al passaggio della “Torch run” rientra appieno nelle nostre politiche rivolte all’integrazione scolastica e sportiva”, fa eco il vicesindaco Laura Saccenti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.