FOTO / CESANA IN FESTA PER LA PATRONALE DI SAN GIOVANNI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

Dall’Ufficio stampa del Comune di Cesana 

CESANA TORINESE – È stato senza dubbio un weekend da bollino rosso per Cesana Torinese che, il 24 e 25 giugno, è stata meta ambitissima per turisti e appassionati di montagna. Un fine settimana apertosi, sabato 24 giugno, con la festa di San Giovanni Battista e la statua del santo patrono in processione per le vie del centro. Due giorni accompagnati da colori e profumi degli stand che anno animato la 7° Edizione Festa del Maggiociondolo, mostra-mercato di fiori, piante, mobili ed utensili di arte popolare.

Nel pomeriggio di sabato, la Commemorazione storica in memoria della Battaglia delle Alpi del giugno 1940, organizzata dall’Associazione “Monte Chaberton – 515a Batteria G.a.F.” è stata l’occasione per un viaggio indietro nel tempo ripercorrendo pagine che hanno segnato la storia di questo territorio alpino sulla linea di confine tra Italia e Francia. Il corteo è partito alle 15.00 dal Municipio accompagnato dalle note eseguite dalla Fanfara Ana Val Susa.

Arrivato al Monumento ai Caduti del Monte Chaberton, l’inno Nazionale d’Italia e l’alzabandiera al Monumento ai Caduti dello Chaberton sono stati seguiti dall’Inno Nazionale Francese (eseguiti in segno di amicizia e fratellanza tra le due nazioni che presero parte alla Battaglia delle Alpi del giugno 1940). Il Presidente dell’Associazione Monte Chaberton, Emanuele Mugnaini, ha aperto la cerimonia ringraziando le autorità civili, militari, le associazioni e i Gruppi Storici italiani e francesi che hanno partecipato alla sfilata. La deposizione della corona in omaggio ai Caduti assieme ad un mazzo di fiori hanno ricordato le vittime, su entrambi i fronti, della Battaglia delle Alpi.

Nel tardo pomeriggio, nei locali della biblioteca 2 giugno si è tenuta Conferenza che ha visto gli interventi di, Eugenio Gariglio sul tema “Il 700, com’era organizzata la Difesa in Alta Valle”; Massimo Ascoli con “La G.a.F. nascita ed evoluzione”; Mauro Minola con “La Battaglia 10/24 Giugno 1940”; Alessia Giorda “Le donne in guerra” e Diego Drago con “Lo Chaberton in MTB”. Il Concerto di musica alpina dell’ A.N.A. Valsusa accompagnati da goffre e vin brulé ha chiuso la serata.

Domenica 25 in vetta al Monte Chaberton il cappellano militare ha celebrato la Santa Messa in ricordo dei Caduti di ieri e di oggi (accompagnato dal Il trombettiere Marco Gillo), ricordando Margherita, Antonio ed Adriano, travolti da una la valanga lo scorso febbraio mentre stavano affrontando la discesa con gli sci. Il pranzo al sacco in vetta allo Chaberton e la discesa a piedi dalla vetta hanno concluso questa due giorni attorno allo Chaberton.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.