FOTO E VIDEO / DALLA VALSUSA ALLA MANIFESTAZIONE SÌ TAV: ALCUNI SINDACI E AMMINISTRATORI A TORINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MATTEO BUSCIOLÀ  

TORINO – Oggi, sabato 12 gennaio, alla manifestazione organizzata dai Sì Tav a Torino ci sono anche alcuni politici e amministratori della Valsusa. Oltre al consigliere regionale del Pd Antonio Ferrentino, c’è il sindaco di Buttigliera Alta Alfredo Cimarella insieme ad alcuni componenti del gruppo di maggioranza consiliare. E’ presente qualche sindaco dell’alta Valsusa, come Valter Marin di Sestriere (Lega), Maurizio Beria di Sauze di Cesana e alcuni amministratori comunali di vari paesi: Chiomonte, Salbertrand, Sant’Antonino di Susa, Giaglione, Rosta, così come dalla minoranza di Susa i consiglieri comunali Amprino e Pelissero. Ci sono anche amministratori di Pragelato e di Rivoli.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

29 COMMENTI

  1. se lo chiamavano e le pagavano il viaggio magari veniva anche il sindaco di Siurgus Donigala SPLENDIDO PAESE nell’entroterra cagliaritana

    • C’era anche Mazinga z, accreditato dalla fondazione San Paolo, con il cartello comune di Chiam…no, Regione di Pisellino, per cui e’ fondamentale trasportare le merci, prodotte in estremo oriente alla velocita’ ,dell’alluce , veramente ingenuoso, grazie x averci governato .

  2. Ma il sindaco di Chiomonte, anziche andar a farsi un viaggetto a Torino potrebbe continuare ad interessarsi al caso delle seggiovie di Chiomonte!!

    • se lo sconosciuto Alberto (mai mettere la faccia!!!!!!) mi spiega cosa debbo ancora fare per le seggiovie io magari gli spiego, visto che ancora non lo ha capito, cosa sto facendo ed ho fatto. O per caso il sig. Alberto è coinvolto a sputtanamento per le prossime elezioni comunali ? , o peggio è coinvolto quale parte attiva nelle beghe del Frais?
      CHIARISCA E SI PRENDA LE SUE RESPONSABILITA? O ALTRIMENTI TACCIA!!!!
      Se invece è un NO TAV così informato chiarisca ai carabinieri chi è quel c…ne terrorista che per impedirmi di andare a Torino stamattina ha buttato davanti al mio cancello 26 chiodi a tre punte

  3. Si dice: Se lo avessero chiamato e GLI avessero pagato il viaggio magari sarebbe venuto anche il sindaco di Siurgus …..Impariamo a scrivere in italiano corretto!

  4. Plaudo a tutti i partecipanti la manifestazione, ai sindaci della Valle Susa ma soprattutto a quelli della Valle di Lanzo, ciò a conferma che la TAV è giustamente ritenuta utile per tutto il Piemonte e non silo, alla prossima manifestazione ci saranno anche i sindaci della Lombardia e del Veneto.

    • Credo sia stato uno sgarbo istituzionale , non partecipare alla manifestazione che è assolutamente legittimo, ma da parte di quei Sindaci che hanno deciso di fare delibere consiliari o di giunta ( ad esempio come non ricordare la fedelissima del Chiampa giunta della città i Bra capeggiata dalla Sindaca Sibille) . Diciamo che non è carino fare delibere a favore di un’ opera pubblica che espropria terre altrui e che passa a decine o centinaia di km dal tuo comune che invece pretende solo arte, cultura e buon mangiare ( a qualcuno risulta che Brà abbia autostrade, megaviadotti, discariche o simili ? ).

      L’ unico che ha titolo e per cui porto rispetto è il Sindaco di Chiomonte che ha deciso di rischiare sulla propria pelle con la sua terra e la sua maggioranza.

      Spero che i Sindaci valsusini che invece mettono assieme ai loro cittadini la terra e il “culo” sappiano come rispondere a questi sgarbi, magari ficcanasando negli affari loro e cominciando a fare anche essi atti di indirizzo politico a casa loro e magari proporre qualche bella area industriale o qualche bel mega super viadotto nei loro verdi prati e tra le loro dolci colline.

      E allora vedrete come iniziano a sbavare e a piagnucolare invocando l’ UNESCO !!!……

      la verità che nessuno vuol sentire è che mentre i NO TAV hanno sempre orgogliosamente detto : ” né qui né altrove “! Non ho MAI sentito dire quei Sindaci del canavese o del Roero o delle langhe o del Cuneese implorare o chiedere a gran voce scavi e viadotti a casa loro tar i vigneti o i borghi…… Spero che prima o poi la vergogna e l’ umiliazione della loro ignorante tracotanza li seppellisca politicamente.

      .

  5. Urge un TIR carico di Maalox per tutti i NoTav che credevano di avere l’esclusiva delle piazze e degli autobus organizzati da mezza italia.

  6. portiamo lo smarino con amianto e uranio nei loro giardini, nelle loro piazze, nei loro parchi ecc. ecc.
    Loro si sentono al sicuro tanto quella merda la ingoiamo noi, ma qualche camionata di quei veleni dovra’ essere portata a casa delle madamin e in tutti quei comuni si tav,
    non ho mai visto un treno merci TAV, ho percorso, e percorro l’Italia da nor a sud, di fianco alla tav, ma in autostrada i camion non sono diminuiti, sono invece negli anni aumentati, anche dopo la Torino-Milano-Napoli.
    I signori della tav raccontano solo bugie, e gli allocchi abboccano.

    • Tu sei un ottimo prodotto della campagna di disinformazione NoTav portata avanti per anni sull’ignoranza della gente. Negli ultimi decenni in valle si sono scavati oltre 60 km di tunnel per la A32 e il Frejus, decine di km per il raddoppio della ferrovia storica, decine di km per le centrali di Venaus e i tunnel idraulici, tutto nelle stesse identiche montagne. E niente di niente è successo in valle. Favole su favole raccontate dai NoTav per demonizzare quei 9 Km di tunnel che saranno scavati dal lato italiano (ebbene Sì, tutto lo smarino dei restanti 48 Km finirà in Francia). Parliamo di meno dei 13 Km della seconda canna del Frejus di cui nessun NoTav si è occupato. Non hai mai visto alcun treno merci sulla linea AV da Milano a Napoli perché quella è stata omologata solo per i passeggeri. Non era necessario farci passare le merci visto che le linee storiche di quelle zone d’Italia sono già di pianura. Le nuove linee AV di valico (Gottardo, Brennero, Moncenisio, Terzo Valico) che sono TUTTE miste Passeggeri/Merci. Per cui abbiate il buon senso di piantarla di parlare di cose di cui non sapete assolutamente nulla.

        • Il Tunnel di base del Gottardo è stato terminato il 23 marzo 2011 ed è ufficialmente operativo, dopo la posa dei binari e i collaudi, dall’11 dicembre 2016. 152 km di gallerie scavati senza problemi e senza nessun NoTav a inventare cazzate.

      • Per dire che non e’ successo “niente di niente” occorrerebbe valutare l’incidenza delle neoplasie e delle malattie cardio vascolari rispetto al periodo precedente. Non trova ?

        • Dati che il CPO (Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte) raccoglie e pubblica da anni. Dati che confermano che la Valsusa è pienamente nella media del resto del Piemonte (addirittura inferiore). Direi che chi non se la passa bene, per i motivi noti ai più, è Casale Monferrato. Per cui, caro “Valsusino preoccupato”, invece di inseguire chi sventola spauracchi senza mai citare numeri concreti, forse sarebbe ora di cominciare a guardare i numeri veri e farsi delle domande su chi sia a raccontare palle da anni.

          https://www.cpo.it/workspace/files/incidenza-mesoteliomi-pleuric-58de038083192.pdf

  7. Vorrei ricordare a tutti che manifestare pubblicamente in un contesto pacifico é un diritto sacrosanto tutelato dalla costituzione. Il rispetto delle idee del prossimo deve prescindere anche dall’eventuale irragionevolezza del motivo che spinge in piazza migliaia di persone. Oggi a ben vedere erano rappresentate molteplici realta sociali che esprimevano le loro idee in un clima mite e lontano da connotazioni partitiche.
    Se qualcuno avesse prestato piu attenzione avrebbe visto in mezzo a quella marea umana molto altro a parte le 7 madamine…
    C’erano tra gli altri: CR7, i 7 nani, le 7 stelle di hokuto, le 7 spose e i 7 fratelli,i 7 re di roma,le 7 meraviglie, i 7 giorni della settimana, le 7 camice sudate, i 7 chakra e 7 alla settima che fa addirittura 823mila e rotti….altro che 30000
    Gli unici ad essere in 5 erano i tristi valichi transalpini di questa isolatissima valle…
    Mi é bastato vedere i titoli dei 7 tg nazionali per capire…
    Ai figli dei nostri figli l’ardua sentenza

  8. Buonasera a tutti sono il sindaco dell’ IKEA e come molti altri strettamente intetessati all’opera in questione ero presente alla manifestazione di oggi…sarebbe possibile prolungare di qualche chilometro l’imbocco dello strategico tunnel e farlo partire da pianezza???

  9. Quoto al 100% il commento di Maalox e leggendo i commenti sconclusionati dei NO TAV mi rendo conto di quanto siano oramai alla frutta e ripetano le solite baggianate e le solite falsità come un disco rotto.Avete voluto seguire ex bancari con la bava alla bocca e i centri (a)sociali di Torino?Pagherete le conseguenze di tale stoltezza.Signori(?),avete stufato…

  10. Sinceramente a me viene il vomito a sentire Ferrentino. Anni fa era schierato con i no tav oggi con i si tav. Il tempo ci dirà quali dei due schieramenti ha ragione e la storia non avrà pietà…

  11. Esprimo il più vivo apprezzamento per la competenza di Maalox sulle tecniche di scavo in galleria.
    Io non ne posseggo altrettanta ma mi riesce difficile immaginare quattro talpe al lavoro con centoquattordici chilometri di doppio tunnel da scavare che non siano progettate per incontrarsi circa a metà strada.
    Sarebbe decisamente divertente scoprire che sul lato italiano, dopo aver raggiunto in circa tre anni (a far di corsa e senza intoppi) il nono chilometro, due belle talpe ancora seminuove dovranno fermarsi per i successivi dodici in attesa dell’arrivo delle probabilmente stremate colleghe francesi.
    P.s.
    Anche nel caso in cui venissero messe in funzione talpe in ogni imbocco, in ogni discenderia ed in ogni direzione (quattro a Chiomonte, due a Susa e quattordici in Francia, per la bellezza di venti talpe contemporaneamente in funzione) il punto di incontro nel cuore della montagna, sotto 2.300 metri di roccia, non si sposterebbe di molto.

    • Solo uno ingenuo senza alcuna competenza sul tema, e che mai ha aperto il progetto, può pensare che un tunnel di 57 km possa essere scavato solo “dai due lati” con le TBM che si “incontrano nel mezzo”. A quale scopo pensi siano state scavate le tre discenderie di Modane, La Praz e Saint Martin la Porte? Lo scavo del tunnel avverrà in contemporanea da 18 Punti di attacco (9 per canna) con 9 TBM totali e il resto scavato in tradizionale. Rispetto al progetto originale lo scavo da Susa verso Chiomonte è stato sostituito da quello che parte da Chiomonte verso Susa. Da nessuno dei punti si scaverà più 10 km. Con buona pace di che parla da anni senza capire una mazza di scavi di gallerie.

    • Per aggiungere qualche dettaglio, i 9 punti di attacco sono:
      (1) Saint Jean de Maurienne, direzione Saint Martin la Porte Ovest (scavo tradizionale).
      (2) Saint Martin la Porte Ovest, direzione Saint Jean de Maurienne (scavo tradizionale).
      (3) Saint Martin la Porte Ovest, direzione Saint Martin la Porte Est (scavo tradizionale).
      (4) Saint Martin la Porte Est, direzione La Praz (1 TBM).
      (5) La Praz, direzione Saint Martin la Porte (scavo tradizionale).
      (6) La Praz, direzione Modane (2 TBM).
      (7) Modane, direzione La Praz (scavo tradizionale).
      (8) Modane, direzione Clarea/Chiomonte (2 TBM).
      (9) Susa, direzione Clarea/Chiomonte (2 TBM).
      -> Oramai sostituito con Chiomonte, direzione Susa (2 TBM).
      Ci vorrà 1 anno per gli appalti, 7 anni per completare i lavori, altri 3 per gli allestimenti tecnologici, e 1, infine, per l’esercizio provvisorio. Quindi la NLTL entrerà in esercizio 12 anni dopo l’avvio degli appalti.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.