FOTO / GIAVENO, UNA GIORNATA SPECIALE ALLA RESIDENZA PER ANZIANI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di PAOLA TESIO

GIAVENO – Domenica scorsa c’è stata una giornata all’insegna della danza, della musica e della condivisione Residenza Bergoglio, per allietare i momenti di vita degli anziani. L’organizzazione di questi eventi è curata da Armando Mortillaro che periodicamente invita protagonisti d’eccezione tra cui ballerini e cantanti.

Per la festa di domenica scorsa ha offerto il suo supporto Jessica Nota del gruppo “Valsangone Vive Senza”, che da circa un anno opera attivamente sul territorio con eventi ispirati al modello della free economy community di Marck Boyle; per l’occasione ha invitato i ballerini Djamel Fellouhe e Gabryelle Allais che si sono esibiti gratuitamente allietando la giornata dedicata agli anziani.

I due danzatori over 50 hanno lasciato entusiasmato gli ospiti della struttura. Djamel Fellouhe, di nazionalità francese, attualmente domiciliato a Coazze, ha studiato in Francia presso l’importante “Off Jazz Dance” di Nizza ricevendo l’insegnamento di maestri di fama internazionale del calibro di Gianin Loringett, Mireille Marchandou, Françoise Verdier, Stephane Mensa.

Ha lavorato come ballerino e coreografo in svariati paesi, tra cui l’Italia e la Turchia, dove ha insegnato negli ultimi vent’anni. La sua danza, emozionante e carica di pathos, ha stupito favorevolmente il pubblico per il suo dinamismo che può essere definito “esistenziale”.

Nel suo assolo improvvisato ha trasmesso energia ed armonia a tutti gli anziani danzando sulle note della musica di Ólafur Arnalds con “Happines Does Not Wait”. Come specifica Djamel Fellouhe a ValsusaOggi: “Ho scelto questa musica, il cui titolo significa, appunto, la felicità non attende, perché volevo regalare dei sogni agli anziani, e sono stato felice di aver trasmesso qualcosa di positivo nei loro cuori“.

L’aviglianese Gabryelle Allais, titolare dell’associazione “Non Solo Danza”, diplomata all’Isef, ha studiato presso l’International Dance Academy e presso il Teatro Nuovo di Torino, ed è insegnante e giudice di gara. Si è esibita in un assolo trasmettendo agli ospiti il dono della sua arte attraverso grazia e spensieratezza.

Apprezzato il duetto finale di Gabryelle Allais con Djamel Fellouhe, con cui entrambi gli artisti hanno salutato il pubblico, donando piacevoli momenti di leggerezza agli anziani, dimostrando che la danza non ha età e che è possibile, attraverso gesti e movimenti, condividere istanti e superare le difficoltà dell’esistenza in un dialogo visivo ed umano animato dalla felicità.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.