FOTO / LA SACRA DI SAN MICHELE DOPO 15 ANNI HA UN NUOVO RETTORE: FESTA CON LA POLIZIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di IVO BLANDINO

SANT’AMBROGIO – Quest’oggi si è tenuta alla Sacra la festa di san Michele Arcangelo, patrono delle forze della polizia e dei paracadutisti. E dopo 10 anni di assenza, la Polizia di Stato ha deciso di tornare proprio qui, nel monumento simbolo del Piemonte, per le celebrazioni ufficiali.
Oltre ai molti alpini, carabinieri, poliziotti, vigili del fuoco ecc. erano presenti anche il questore di Torino Francesco Messina, la sindaca di Torino Chiara Appendino, rappresentati della Regione e Provincia del Piemonte, alcuni sindaci della Valle di Susa e Val Sangone, marescialli, ufficiali, ma soprattutto ha fatto il suo ingresso ufficiale alla presenza delle autorità il nuovo rettore della Sacra di San Michele.

La messa è stata celebrata da don Claudio Massimiliano Papa, che in passato è stato padre provinciale dell’Ordine dei Rosminiani e da 15 giorni è il nuovo rettore della Sacra di San Michele, sostituendo padre Giuseppe Bagattini dopo 15 anni di servizio come rettore alla Sacra. Bagattini è stato trasferito a Stresa (Verbano – Cusio – Ossola) presso la Casa dei Rosminiani.

Con padre Massimiliano hanno celebrato alcuni parroci della Valle di Susa e Torino. Don Claudio inoltre ha animato la litugia alcuni cantori delle Federazione delle Cantorie della Valle di Susa dirette da Antonio Cuatto e Silvano Bertolo all’organo. Nella sua prima omelia pubblica il nuovo rettore si è presentato ai molti presenti che gremivano letteralmente la chiesa abbaziale e ha voluto raccontare brevemente come la Sacra di San Michele fu donata dal re Carlo Alberto ai padri Rosminiani. Dopo il cenno storico, ha commentato il testo del Vangelo.

Al termine della liturgia ha preso la parola il questore Messina ringraziando il nuovo rettore e tutti coloro che lavorano per il bene della Sacra di San Michele. Inoltre ha ringraziato gli agenti di polizia e tutte le forze dell’ordine.

Prima del canto finale dedicato a san Michele, tutti sull’attenti ad ascoltare la preghiera al protettore della Polizia e dei Parà e della Polizia.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.