FOTO / SANT’AMBROGIO, OLTRE 60 VOLONTARI PULISCONO IL PAESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di NORMA RAIMONDO

SANT’AMBROGIO – Sarebbe sicuramente più interessante scoprire il volto (e sanzionare pesantemente) dei responsabili dei comportamenti che denotano inesistente senso civico, ma è altrettanto soddisfacente osservare le immagini scattate domenica, che mostrano i visi sorridenti e soddisfatti dei volontari che hanno preso parte alla mattinata di pulizia del paese.

La giornata ecologica, iniziativa promossa da amministrazione comunale, Pro loco, borghi e gruppo Ana, ha riscosso grande partecipazione: una sessantina di persone, appartenenti alle forze organizzatrici ma anche semplici cittadini desiderosi di contribuire alla giusta causa, hanno lavorato alacremente ripulendo le varie zone del territorio cittadino. I 4 borghi (Superiore-di mezzo, Inferiore-Savellera, Falconero-Viandotta, Bertassi-Braide) si sono concentrati sulle loro zone di “abitabilità”. “Il borgo più numeroso, in termini di forza lavoro – precisa l’assessore al territorio, ecologia, ambiente ed agricoltura Giorgio Guerra – è stato Borgo Falconero-Viandotta con i suoi 25 volontari, ma tutti hanno lavorato di gran lena ed a ciascuno dei partecipanti, indistintamente, va un doveroso ringraziamento”. Inutile dire che la pulizia abbia dato i suoi frutti. Nei punti di raccolta appositamente allestiti, ove l’Acsel è poi passata a ritirare quanto ammassato, sono stati depositati numerosi sacchi contenenti rifiuti di ogni tipo. “Copertoni, sedili d’auto, zaini vuoti ed ormai marci, bottiglie di vetro – racconta l’assessore Guerra – è impossibile fornire una statistica del vasto repertorio rinvenuto. Abbiamo visto di tutto e di più”. Al termine della mattinata di pulizia, i partecipanti avrebbero dovuto riunirsi per un appuntamento conviviale, ma il tempo non favorevole li ha convinti a desistere. “Tutti gli anni – conclude Guerra – il nostro borgo (ndr Superiore) organizza una giornata di pulizia delle aree del paese, ma abitualmente ciò avviene in sordina. Quest’anno ci siamo raggruppati e con gli altri residenti abbiamo dato vita ad un evento su più larga scala”. Talmente ben riuscito che sui social, oltre a chi ringrazia per il lavoro svolto, c’è anche chi già si rende disponibile a dare una mano la prossima volta. Perché, è difficile credere che la giornata ecologica appena svoltasi non sarà ripetuta. La maleducazione, infatti, non conosce limite e, per quanto molti siano stati gli addetti ai lavori, altrettanti sono quelli che non si curano di rispettare l’ambiente in cui vivono (anche se non sempre è detto che chi sporca sia residente e non giunga da fuori paese).

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. GRAZIE A TUTTI I VOLONTARI CHE HANNO PULITO E SPERIAMO CHE LA PROSSIMA VOLTA SIA UN GIRO A VUOTO SENZA TROVARE RIFIUTI………….POVERO ILLUSO CHE SONO!!!!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.