FOTO / SESTRIERE, POLEMICA SULL’EX MUNICIPIO: “BASTA ALLOGGI, CI VUOLE UN HOTEL E POSTI LETTO TURISTICI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
L’ex sede dell’ufficio turistico e del municipio di Sestriere: il Comune vuole farci degli alloggi residenziali

FOTO DI JOSE BIANCHETTI

SESTRIERE – “Basta con alloggi a Sestriere, ci vogliono posti letto alberghieri e hotel”. L’opposizione consigliare intende dare battaglia al sindaco Marin per il nuovo progetto che riguarda il palazzo comunale di via Louset, in centro paese, che una volta ospitava il municipio e che fino a pochi anni fa era sede dell’ufficio turistico di Sestriere.

“Lunedì in consiglio comunale abbiamo manifestato con determinazione la nostra contrarietà alla decisione del sindaco di trasformare l’edificio del vecchio comune in un enorme condominio – spiega il consigliere di minoranza Andrea Colarelli – sarà costituito completamente da alloggi ad uso residenziale, quindi non alberghiero”.

“Sono fermamente convinto che Sestriere abbia bisogno di un nuovo grande albergo di lusso nella zona più centrale e non di un’enorme quantità di alloggi utilizzati non più di 20 o 30 giorni all’anno – aggiunge Colarelli – a tal proposito ho anche proposto al sindaco di chiedere direttamente ai cittadini il loro parere su questo importante argomento, magari attraverso un referendum”.

La risposta è stata negativa: “Ovviamente Marin non ha accolto la mia proposta, ma fortunatamente esistono altri strumenti per riportare la questione in consiglio comunale, quindi andremo avanti per questa strada.

Tutto nasce dalla variazione di bilancio approvata in consiglio comunale: tra le varie voci c’erano 400.000 euro stanziati per incarichi professionali per la redazione di progetti preliminari ed esecutivi riguardanti lo spostamento delle attività ancora presenti nel vecchio comune, in modo da poter mettere a bando la reiterazione degli alloggi

“La destinazione ad uso residenziale in realtà l’avevano già approvata con il nostro voto contrario nella variante urbanistica – afferma il consigliere di minoranza – quindi lunedì si è riaperta la questione riguardanti le scelte politiche della maggioranza…”.

“Siamo ancora in tempo per scongiurare questo errore e quindi intendiamo rendere di dominio pubblico queste scelte politiche – conclude Colarelli – è probabile che porteremo a breve in consiglio comunale una mozione che chieda il ripristino della cubatura alberghiera”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Sestriere è bruttissima! Cemento e ancora cemento, non sembra di essere in montagna… Non per essere pessimista, sarebbe tutta o quasi da abbattere per poi ricostruire abitazioni e alberghi consoni ad un paese di montagna con tetti in losa e rifiniture esclusivamente in legno, come si fa nel Trentino Alto Adige. Così com’è costruita, insieme a Bardonecchia e Sauze d’Oulx, sono solo la brutta copia dei palazzoni orribili di periferia a Torino… Questo modo di costruire ha un impatto ambientale e visivo orripilante…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.