FOTO / SLAVINA AL COLLE DELLE FINESTRE: CHIUSA LA STRADA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

La Strada Provinciale 172 del Colle delle Finestre è stata chiusa oggi pomeriggio sul versante della Valle di Susa,a causa di una slavina caduta in corrispondenza dell’ultimo tornante della salita sterrata, a pochi metri dal Colle.

Per chi sale dal versante della Valle Chisone la Provinciale 172 strada è chiusa a partire dalla località Pian dell’Alpe. Il blocco proseguirà anche per la giornata di domenica 24 giugno.

A partire da lunedì 25 giugno interverranno i cantonieri e i mezzi del Servizio Viabilità della Città Metropolitana di Torino per ripristinare le condizioni di sicurezza.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Uno spreco incomprensibile di risorse. Un accanimento ridicolo. Lasciate sciogliere la neve e il problema è risolto. Mica stiamo parlando di un strada di grande comunicazione. .. Piuttosto tappate un po’ di buche sulle strade di tutti i giorni.

    • Per Lei è uno spreco incomprensibile perché Lei non è informato del fatto che strade storiche come questa, come le altre del comprensorio dell’Asssietta e tutte le altre strade militari hanno un inestimabile valore storico, al pari di monumenti e musei, anzi, sono dei monumenti al genio e allo sforzo umano.

      Pertanto non possono e non devono essere lasciate decadere o trascurate. Le risorse si trovano e si devono trovare, anche grazie ai numerosi stanziamenti europei per il recupero delle aree rurali.

      Senza poi parlare che le strade storiche e le altre vestigia della valle sono visitate e percorse ogni anno da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo e sostengono le economie locali (es. gli agriturismi di Pian dell’Alpe) che altrimenti non potrebbero sopravvivere nel loro isolamento.

      • Emanuele. Condivido le sue affermazioni e la necessità di cura, salvaguardia e sviluppo per il nostro patrimonio. Ma proprio per la sua fragilità rischia di essere danneggiato da interventi eccessivi e sproporzionati come la rimozione della neve ad ogni costo dopo un inverno eccezionalmente nevoso. Tagliare meccanicamente il manto nevoso invece di attendere lo scioglimento provoca scorrimento e slavine che danneggiano ad esempio i muretti a secco che poi non verranno riparati. Sono considerazioni molto concrete sulle conseguenze negative di interventi costosi e inutili. Quando basterebbe attendere 10 giorni di sole. Saluti.

        • Condivido, ma chissà perchè, poi, per le cose per lo meno inutili, se non anche dannose, i soldi si trovano sempre e subito.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.