FOTO / VALSUSA, COLPO DI SONNO SULLA STATALE 24: AUTO FINISCE FUORI STRADA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

CAPRIE – Oggi pomeriggio, sulla statale 24 del Monginevro tra Caprie e Condove, una Fiat Doblò è uscita di strada finendo in parte nel fossato. La donna che era alla guida stava salendo in direzione Bardonecchia: all’improvviso, lungo il rettilineo, ha avuto un colpo di sonno perdendo il controllo del mezzo. Per fortuna la conducente non è rimasta ferita: andava piano ed il veicolo è uscito sul lato destro, direttamente nei prati, senza schiantarsi contro altre macchine ed ostacoli. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Guardia di Finanza per gestire la viabilità ed il soccorso stradale Brunatti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

9 COMMENTI

  1. In primis si scrive Qubo, e poi se un domani il sindaco si decide a mettere delle rotonde su quel rettilineo, sono sicuro che gli incidenti diminuiscono.

  2. arrivano i fenomeni della viabilità!
    un incidente chiaramente dovuto all’imperizia del guidatore che si addormenta e la soluzione è quella di spendere dei soldi per fare delle rotonde…..
    per caso lei vende asfalto? o ha una ditta che si occupa di escavazioni?

  3. Ma alla fine la colpa è del singolo e non degli altri…è inutile riempire un paese di rotonde e dossi snaturandolo quando magari i soldi si possono spendere prima per altre necessità.

  4. Le rotonde sono molto utili per rallentare la velocità dei guidatori spericolati, senza fermarlo come farebbe un semaforo… In Francia, da Briancon in gìù verso la Provenza, quindi fino al mare, i semafori sono pressochè inesistenti, perchè utilizzano molto le rotonde e le isole al centro della strada nei centri abitati… in questo modo il traffico è scorrevole, ma non permette agli automobilisti di pensare di essere sul circuito di Monza e di fare le gare e i sorpassi come si vede a volte sulle nostre statali… di mattina io sono costretta a svoltare a sinistra, quindi a mettermi a centro strada, e più volte ho rischiato di trovarmi l’automobilista che proviene dal senso contrario stampato sul muso, perchè sorpassano come cani sui tracciati che invece servono a chi svolta a sinistra per incanalarsi…se ci fossero delle isole a centro strada in prossimità degli incroci per entrare nei paesini, come in Francia, questi velocisti, magari dopo un bell’incidente contro un’isola, imparerebbero ad andare più piano e a non ammazzare chi si trova regolarmente a centro strada per svoltare… però per questa povera signora non sarebbe servito a nulla che ci fosse una rotonda, visto che ha avuto un colpo di sonno, cosa che purtroppo può succedere a chiunque, visto che siamo sempre tutti stanchi e stressati, e forse sarebbe stato più umano non pubblicare le foto dell’auto, perchè magari l’interessata non voleva far sapere a tutti gli amici, parenti e conoscenti che si è addormentata al volante, ma ormai la privacy non ha più nessun valore!

  5. Altro che privacy, è prevenzione. Amici, parenti, conoscenti e autostoppisti avranno massima cura di non salire a bordo con lei alla guida.

    • Non penso che la signora non abbia detto alla famiglia quanto è accaduto, anche perchè è un po’ difficile nasconderlo, ma non era il caso di mettere le foto dell’auto in modo che tutto il suo vicinato possa ridire di lei…
      Non sappiamo come è avvenuto il fatto, ci sono persone che passano le notti in ospedale perchè magari hanno un genitore anziano ricoverato, e poi però di giorno devono correre al lavoro; ci sono altri costretti ad avere due lavori perchè magari vivono con un coniuge disoccupato e i soldi non bastano per tutta la famiglia; ci sono mamme che hanno bimbi che non le fanno dormire tutta la notte e di giorno devono andare a lavorare; ci sono persone che soffrono di insonnia perchè hanno talmente tanti problemi che non riescono nemmeno più a dormire… non siamo noi a doverla giudicare, ripeto, è un fatto che può accadere a chiunque in un momento di stress, problemi o super lavoro… Inoltre se fosse stata in macchina con qualcuno, avrebbe parlato e quandi magari non si sarebbe addormentata… per quanto riguarda gli autostoppisti, non è poi un grosso problema! io non mi sono mai addormentata al volante, ma vista la violenza diffusa sopprattutto verso le donne, mi spiace, ma non carico nessuno in macchina a meno che non lo conosca personalmente, quindi per me possono prendere il treno! 🙂

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.