FOTO / VALSUSA, I PICCOLI DANZATORI DELLA SCUOLA EVOLDANZA CONQUISTANO ALMESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 di THOMAS ZANOTTI / FOTO DI AMBRA PUGLIESE

ALMESE – L’associazione EvolDanza diretta da Gessica Cipriano ha presentato lo “Spettacolo di Fine Anno 2017” mercoledì 14 giugno alle ore 20.30, presso l’auditorium Magnetto di Almese. Lo spettacolo di fine anno è sicuramente il momento più atteso durante il corso dell’anno associativo, ed è anche l’evento che richiede più energie e più tempo a tutti, di conseguenza l’emozione che si accumula in prossimità del saggio è moltissima, ma i danzatori di EvolDanza sono stati perfettamente in grado di soddisfare le aspettative del pubblico. Questo perché crescono, maturano, si impegnano, si appassionano sempre di più e sempre di più diventano consapevoli delle possibilità e delle potenzialità di questo meraviglioso strumento chiamato corpo, attraverso cui trovano innumerevoli vie di espressione guidati dalla disciplina e dall’arte della danza.

Lo spettacolo presentato si intitola “La Vie. Marc Chagall”. La Vie, La Vita è il titolo di un quadro e Marc Chagall è il pittore che lo ha dipinto nel 1964. Questo quadro è stato definito un quadro filosofico e autobiografico perché il pittore riassume qui tutte le tematiche che lui ha ritenuto importanti nella sua arte e nella sua esistenza. Il saggio non è stato uno spettacolo su Marc Chagall, ma si è ispirato ad alcuni temi ricorrenti dei suoi dipinti, come i fiori, il mondo del circo, l’amore infinito per la moglie Bella Rosenfield, e ad alcuni momenti della sua vita, come le origini bielorusse, la vita in Russia, la tragica esperienza della guerra, i periodi trascorsi negli Stati Uniti e nell’amata Francia, oltre ad una passione viscerale per i colori. Inoltre, due coreografie sono state direttamente ispirate a due suoi dipinti, che sono “La Passeggiata” e “Angelo Rosso”.
“Ho scelto di ispirarmi a questo artista nella realizzazione dello spettacolo di questa sera perché ha un animo leggero, nonostante le condizioni della sua vita non siano sempre state facili, perché la sua visione della realtà sembra filtrata dagli occhi puri dei bambini e nei suoi quadri spesso la gravità non esiste, per dare spazio alla dimensione del sogno e della fantasia. Per questi motivi ho percepito una forte connessione con il mondo della danza, in cui la creatività si libera, il corpo si esprime con un linguaggio profondo e l’anima vola” spiega la direttrice Gessica Cipriano, danzatrice e coreografa internazionale e insegnante di danza classico-accademica diplomata presso il Teatro alla Scala di Milano.

E prosegue: “Vorrei citare e ringraziare l’insegnante Nathalie Molin, che mi ha sostituita quando io sono stata all’estero per motivi connessi alla danza, e che ha contribuito a questo spettacolo assistendomi durante le prove e proponendo tre coreografie”. Infatti recentemente Gessica Cipriano è stata ospite di IDACO 2017 – Italian Dance Connection – Festival di danza contemporanea tenutosi a New York City dal 2 al 4 giugno presso il Baruch Performing Arts Center, presentando “Hands” performance coreografata ed eseguita da lei stessa. Fa inoltre parte dello staff organizzativo di IDACO 2017.

Questo è stato un anno particolarmente ricco di eventi che hanno reso protagonisti di volta in volta alcuni dei danzatori di EvolDanza. Tra questi momenti ricordiamo la “Manifestazione Regionale di Danza PGS” svoltasi a marzo presso il Teatro Concordia di Venaria in cui i ragazzi hanno presentato quattro coreografie danzate anche durante la serata del 14 giugno. Un altro momento di danza e condivisione molto simpatico è stato la partecipazione all’evento “AICS Corritalia Liberi” di in Piazza Castello a Torino il 25 aprile in cui EvolDanza ha presentato tre coreografie che hanno costituito il “Gran Finale del Saggio”, oltre a un momento di animazione e alla proposta di un’esperienza con la tecnica posturale Pilates. ù

Un’esperienza impegnativa a cui l’associazione si è voluta avvicinare con spirito avventuroso è stata la partecipazione alla rassegna/concorso Uisp Città in Danza svoltasi al Teatro Nuovo di Torino ad aprile e presentando due coreografie. Inoltre, i ragazzi e i bambini hanno dimostrato grande impegno sostenendo anche delle ottime lezioni aperte. Durante l’anno vi sono stati anche diversi momenti ludici e ricreativi, come il laboratorio di manualità nel periodo natalizio, e culturali come la visione del film-documentario sul famosissimo ballerino Roberto Bolle. In ultimo, ma non meno importante, l’esperienza al Teatro Piccolo Regio di Torino come danzatori ospiti dello spettacolo di fine anno della storica scuola di danza Bella Hutter, da quest’anno diretta da Asia Lupoli e in cui Gessica Cipriano è “insegnante ospite”.

Una delle tradizioni di EvolDanza è di consegnare un attestato di frequenza dopo almeno tre anni di studio della danza classica presso l’associazione stessa, e quest’anno è stata l’occasione delle due giovanissime Stella Maria Tanzilli e Matilde Chiappone, che hanno eseguito in apertura di serata un assolo ciascuna. Due brevi esibizioni, ma molto emozionanti, secondo il parere del pubblico.

EvolDanza riaprirà i corsi a settembre a Bussoleno e a Oulx e invita a seguire gli aggiornamenti tramite la pagina Facebook EvolDanza, chiedendo l’amicizia al profilo Facebook Evol Danza, iscrivendosi al Canale YouTube Gessica Cipriano oppure contattando evoldanza@libero.it o i numeri 3404923735 / 3403634306.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.