FOTO / VILLAR DORA, UNA BELLA CASTAGNATA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI VILLAR DORA

VILLAR DORA – La pioggia non ha fermato la tradizionale “Castagnata”, anzi l’ha resa, per quanto possibile, ancora più unica. La 39ª edizione della sagra dei prodotti autunnali ha colorato il paese con tre giorni di eventi: si è partiti venerdì 18 ottobre con il taglio delle castagne insieme a tutte le associazioni, poi sabato è andato in scena il concerto delle bande musicali “G.Perotto” di Villar Dora e “Corpo Musicale Alpino di Ceres”.

Ma il clou è stata la giornata di domenica che a causa della pioggia si è svolta all’interno del centro sociale di via Pellissere. L’apertura della sagra è avvenuta con il taglio del nastro da parte del sindaco Savino Moscia e degli amministratori con la partecipazione delle Majorettes di Rivoli, il mercatino dello scambio e del baratto dedicato ai bambini, la visita al maneggio Mannus Club, la mostra fotografica “Montagne e dintorni” a cura del gruppo “Amici ’91”, e l’esposizione di automobili e motociclette storiche a cura del club “Motorvej d’la Valsusa”di Vaie ed esposizione di trattori d’epoca.

Pomeriggio allietato dai balli a cura del gruppo Folkloristico di Villar Dora con abiti tradizionali villardoresi, seguiti dai “Balli folk animazione” a cura di Artefolk. Tutto questo accompagnato naturalmente dalla distribuzione di caldarroste e vin brulè e dalla premiazione della prima edizione del Memorial per le auto storiche intitolato all’indimenticato “Pino Cappa”. In esposizione per le vie del paese tutti grandi esemplari: le tre premiate sono state una Fiat Balilla del 1932, una Fiat 1300 Vignale e in prima posizione una Fiat 500C del 1951.

Nell’arco di una settimana abbiamo stravolto tutta la sagra per via del meteo – spiega il presidente della proloco Gianni Comparetto – ma ci siamo inventati una soluzione che ha funzionato. Dietro c’è un lavoro di due mesi e per questo ringrazio tutte le associazioni e quelli che ci hanno messo il loro impegno. Una giornata riuscita per la passione che ci abbiamo messo e dedicata col cuore a Pino Cappa per quello che ha rappresentato nella Comunità“.

Nel pomeriggio anche la passeggiata “Scoprendo Villar Dora” con degustazione: “La nostra guida Valentina ci ha fatto conoscere – racconta Domenico De Pace consigliere di maggioranza con delega ad anziani, manifestazioni ed associazioni – una Villar Dora sconosciuta ai più, la storia, le origini, i segreti e le leggende intorno al castello e la costruzione della nostra chiesa che all’origine era di legno. Una stupenda giornata per i numerosi iscritti e forestieri che hanno assaporato locali prodotti e conosciuto in profondità la nostra Villar Dora. Grazie per la partecipazione nonostante la pioggia, un grazie sopratutto a don Pier Luigi che per l’occasione ci ha spalancato le porte delle nostre chiese e illuminandole. Grazie di cuore“.

Soddisfatto anche il sindaco di Villar Dora Savino Moscia: “Vorrei anche sottolineare che in collaborazione con le volontarie della biblioteca abbiamo regalato centinaia di libri che diversamente sarebbero finiti al macero per aver terminato il loro ciclo bibliotecario. La creatività è saper trovare una soluzione in ogni occasione come ha fatto la proloco assicurando l’ottima riuscita della nostra sagra. A loro va tutta la nostra riconoscenza. Così come un grande grazie và a tutte le nostre associazioni naturalmente. Senza di loro non siamo nulla. Abbiamo superato le prove insomma, ma è solo l’inizio delle tante cose belle che vogliamo fare insieme“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.