FURTI A GIAVENO, IL COMUNE PROMETTE PROVVEDIMENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MATTEO MAERO

GIAVENO – La sicurezza rimane un argomento caldo per il comune di Giaveno ed i suoi abitanti. L’ondata di furti continua, tra borgate e centro cittadino, tra spaccate e spiacevoli maltolti. Sono ben due le mozioni riguardanti la sicurezza cittadina presentate durante il consiglio comunale di lunedì 17 dicembre, una dal Movimento 5 Stelle Giaveno di Federico Giovale Alet ed una dal gruppo “Per Giaveno”, guidato da Stefano Tizzani e principale schieramento di minoranza.

Ad iniziare i punti è il consigliere pentastellato, che propone di introdurre il modello americano del “Controllo del Vicinato”, un’organizzazione dei cittadini patrocinata dal comune per garantire controllo e pronto intervento di forze dell’ordine nei casi critici.

Nelle borgate stanno avvenendo numerosi eventi di microcriminalità, soprattutto a carattere di furto negli alloggi, tipo di crimine che mette tensione nella popolazione. Il controllo di vicinato può essere efficace nel combattere questo tipo di evento, fin dalla sua introduzione in Italia nel 2009. Questo progetto prevede un pattugliamento da parte dei cittadini della zona controllata. Chiediamo pertanto al comune di agevolare l’istituzione di questo progetto sul nostro territorio“.

A seguire Stefano Tizzani, che elenca alcuni punti quasi a fare un “pacchetto sicurezza”: “Si susseguono ancora notizie di furti nella nostra cittadina, su tutto il territorio, che richiedono un intervento deciso da parte del consiglio. Finora le operazioni emesse non si sono rivelate efficaci ed è pertanto necessario introdurre sistemi di collaborazione tra Forze dell’Ordine, amministrazione e cittadini, come il già citato Controllo di Vicinato, con la quale associazione abbbiamo già preso contatti. Pertanto esortiamo ancora il comune ad adottare azioni come il favorire l’aumento dell’organico ed il prolungamento degli orari della Polizia Municipale con, se necessario, convenzioni con comuni limitrofi, implementare l’illuminazione e il sistema di videosorveglianza, rafforzare la già presente sicurezza privata e coinvolgere associazioni disponibili e gli stessi vicinati, per sensibilizzare sul tema della prevenzione. Inoltre, riteniamo necessario convocare una volta al mese il tavolo della sicurezza, ormai da troppo tempo mancante. A settembre avevamo già consigliato di avallare comportamenti più attivi nella prevenzione dei furti e sono stati gli stessi cittadini che ci hanno consigliato questi punti, grazie ai Gazebo informativi. Desideriamo pertanto un comune che  faccia vedere i lampeggianti e che scoraggi così i malintenzionati, che dia una scossa al malcontento dei cittadini rispetto ad un argomento così delicato“.

 Il consigliere Carbone, responsabile del Tavolo Sicurezza, accoglie di buon grado le proposte della minoranza: “Anche sta volta hanno toccato Villanova, per tre volte andando a segno. Mi ricordo che ogni sera, nel 2011, ogni sera c’era un tentativo di furto. Allora non si parlò di controllo di vicinato, facemmo richieste al comune che poi ottenemmo. Io su questo argomento sono sensibile, perché dopo aver subito una rapina certe cose si rizza il pelo. Mi prendo la colpa di non aver convocato spesso il Tavolo di Sicurezza in quanto responsabile, questo a causa soprattutto di una punta polemica percepita nei presenti. Se queste riunioni saranno costruttive, ben venga farle. Sulle telecamere ho avuto l’affermazione del capitano dei CC di Rivoli, che dice che il Maresciallo di Giaveno si sta togliendo gli occhi perché con l’impianto che abbiamo c’è un intervento pesante ed efficace, ma implementarlo è necessario soprattutto in punti importanti come i parchi cittadini, di borgata e nei sottopassaggi: installeremo pertanto cinque telecamere in punti caldi come il sottopasso all’altezza della fermata dei pullman vicino al benzinaio EN e Borgata Baronera, in cui miglioreremo anche l’illuminazione. Inoltre implementeremo una differenziazione dei software che permettano un controllo più attento su targhe estere e possibili clonazioni. Su questo tema installeremo sulle auto della Polizia Municipale anche sistemi che permetteranno maggiore controllo sulle infrazioni. Questo non tanto per aumentare il gettito delle sanzioni ma per garantire sicurezza ed evitare situazioni pericolose per i cittadini. Sono contento di quanto ho sentito e sono anche d’accordo nell’intraprendere la strada del Controllo di Vicinato, tanto che già nel 2009 feci già richieste specifiche e mi si rispondeva in modo fumoso, con normative ancora incerte che mi fecero desistere. Come amministrazione, seguendo il fatto del comune di Scandiano (RE), noi chiedemmo al prefetto se ci potesse accompagnare in questo progetto: ci fu una risposta verbale che affermava poca conoscenza del progetto e così tutto questo cadde nel nulla. L’esiguo numero dei vigili citato verrà inoltre riparato con l’assunzione di tre nuovi elementi. Come gruppo siamo totalmente favorevoli a quanto presentato, non c’è dubbio. Solo quest’estate una circolare del Consiglio dei Ministri esclude l’attività di vicinato per tutte le tematiche coperte dall’azione della Protezione civile. Tenendo conto di questo, vanno trovate però soluzioni alternative“.

La Presidente del Consiglio Comunale Vilma Beccaria porta due emendamenti riguardanti l’organico, questa volta dei carabinieri: “Si impegna l’aumento di organico dei CC di Giaveno“, con i due capigruppo che si rendono disponibili ad emendare. Carbone ricorda che il capitano dell’Arma locale si era già reso disponibile, ma che ha ricordato che è il Ministero della Difesa a decidere i singoli fabbisogni cittadini. “Credo che, soprattutto dopo quanto detto durante la riunione con il Capitano dei CC, dovremmo lasciare che siano loro a decidere cosa è meglio per noi“.

Giovale Alet apre la fase delle risposte: “Già sui social network questo Controllo di Vicinato esiste ufficiosamente, ma questo deve essere coordinato con le forze dell’ordine ed ufficializzato. Quanto detto dal consigliere Tizzani mi trova d’accordo e farà migliorare la situazione introducendo f0rme deterrenti efficaci“.

Al Pentastellato segue Tizzani: “Ho partecipato alle due riunioni a Pontepietra e con i CC. Ciò che è emerso è la volontà della gente di attivarsi, che vuole una migliore presenza sul territorio. Rispondo a Neirotti rispetto a quanto detto: queste associazioni si impegnano a per fare delle verifiche leggere, anche sotto forma di deterrente che rassicura il cittadino, coadiuvando le forze dell’ordine. Rispondendo a Carbone, la prefettura mi diede una risposta risalente al 23 aprile che mi fa rendere conto dell’investimento comunale in termini di videosorveglianza, con comuni che investono con partecipazioni in percentuali consistenti: in questa categoria Giaveno è intorno al 2000esimo posto, Altro argomento delicato è la ZTL che a nostro parere non garantisce sicurezza perché copre una zona non soggetta a furti. Anche il minimo storico del personale dei vigili urbani ci preoccupa non poco, ma soprattutto preoccupa i cittadini“.

Si passa al vito degli Emendamenti, con l’onorevole e consigliere Ruffino (gruppo “Per Giaveno”) che si dichiara favorevole, ma con riserva: “Voi votate a favore di un aumento del personale CC quando il comune ha solo cinque vigili urbani? Sembra una scelta anacronistica, soprattutto dopo aver assunto altre note figure comunali“.

Conclude il Sindaco Carlo Giacone: “Ritengo che l’intervento del consigliere Carbone calzante. Entro il mese di gennaio possiamo già prendere il primo vigile, con la variazione di bilancio potremmo prendere gli altri due ed abbiamo rivisto il budget per le istituzioni di sicurezza privata. Siamo tutti preoccupati, ma dobbiamo evitare di fare terrorismo mediatico, stiamo già discutendo con le Forze dell’Ordine per operare azioni efficaci sul territorio“. Gli emendamenti vedono il consiglio unanimemente favorevole, così come nelle due mozioni. Un bel messaggio politico nell’ottica di garantire più sicurezza ai cittadini di Giaveno e dintorni.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.