ALMESE / VILLAR DORA, APICOLTORE DERUBATO DI TUTTE LE ARNIE CON LE API: “AIUTATEMI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

VILLAR DORA / ALMESE – Un furto ignobile, un gesto vergognoso. Nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 alcuni ignoti hanno derubato tutte le arnie all’apicoltore Federico Guerra. La sua azienda agricola  “Amel dou Vilà” è conosciuta in tutta la Valsusa per l’eccellente produzione di miele a chilometro zero: il danno per la sua attività è notevole.

I ladri hanno portato via tutte le arnie situate nei campi di Almese, circa una trentina. “Più di 5 anni di lavoro, passione e sacrificio, azzerati in poche ore da qualche disonesto che guadagnerà sul lavoro altrui – spiega l’apicoltore – vorrei chiedere di contattarmi nel caso in cui qualcuno sentisse o vedesse qualcosa…magari una svendita di nuclei di api, un vicino che amplia improvvisamente l’attività di apicoltura…”.

“Nella notte fra venerdì e sabato sera nei campi dietro via della Michela, ad Almese, qualche disonesto mi ha rubato tutte le api – aggiunge dalla sua pagina Facebbok – per me un danno economico incalcolabile, ma ancora peggio una grande ferita nell’animo che non so mai se si rimarginerà. Il lavoro di tanti anni vanificato in qualche ora. Mi piange il cuore”.

Da qui parte l’appello, che ValsusaOggi ha deciso di diffondere in modo che raggiunga più persone possibili: “Se qualcuno avesse visto qualsiasi qualcosa di sospetto, mi contatti. Chiediamo la massima condivisione”.

Vari colleghi apicoltori di Federico sono pronti ad aiutarlo concretamente con i loro sciami: “Grazie! – ha risposto – Mai ci saremmo aspettati tanta solidarietà! Ora vorremmo dormirci sopra e chiudere questa brutta giornata, per poi decidere a mente lucida il da farsi. Ci va tanto coraggio in questa Italia!”.

Per segnalazioni, potete contattare Federico via telefonica (333/4587471), via mail (ameldouvila@libero.it) o attraverso la pagina Facebook dell’azienda agricola. 

Federico Guerra
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Da ex-apicoltore capisco il grande dolore del signor Federico!!! Penso che le associazioni di categoria dovranno vigilare su chi improvvisamente aumenterà il numero di arnie a sua disposizione o su chi ne metterà molte in vendita.

  2. abbiamo toccato il fondo, non se ne può più …spero tanto per il signor Federico che riesca a ritrovare ciò che gli è stato tolto ingiustamente.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.