GIAGLIONE E LE COMPENSAZIONI TAV: “FINO AD OGGI IL PAESE NON HA OTTENUTO NULLA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il sindaco Paini

DAL GRUPPO DI MINORANZA DI GIAGLIONE

Il 14 ottobre 2014 (tramite lettera) e senza averne discusso in Consiglio comunale, il Sindaco Paini
chiedeva all’architetto Virano di entrare a far parte dell’Osservatorio sulla Nuova Linea Ferroviaria
Torino – Lione (N.L.T.L.).
Il 19 agosto 2016 inoltre il Sindaco candidava spontaneamente il Comune allo «sviluppo e gestione
delle opportunità per i territori interessati direttamente e indirettamente dalla N.L.T.L.» e riceveva
con lettera del 7 ottobre 2016 ringraziamenti dall’architetto Virano per la «fattiva collaborazione di
questi ultimi anni».
Il 24 maggio 2017 il nostro gruppo consigliare ha indirizzato all’attenzione del Sindaco
un’interrogazione per sapere quali fossero i risultati fino ad oggi ottenuti, in fatto di compensazioni,
in seguito alla partecipazione nell’Osservatorio. In vista della serata da noi organizzata per il 23
giugno sul medesimo argomento, avevamo invitato il Sindaco a partecipare per esporre quanto
sopra richiesto in un confronto pubblico, a vantaggio della nostra comunità.
Il Sindaco di Giaglione non ha partecipato, non ha mai direttamente risposto all’invito e non ha
delegato nessun rappresentante della maggioranza a partecipare.
Con lettera del 22 giugno è comunque giunta una risposta alla nostra interrogazione. Tolte le
considerazioni poco lusinghiere nei nostri confronti, essa risulta generica e imprecisa. In apertura il
Sindaco afferma che le compensazioni «non costituiscano il risarcimento di un danno ambientale»
in netto contrasto con quanto dichiarato dall’Agenzia per la Protezione dell’ambiente e per i servizi
tecnici (APAT) reperibile sul sito dell’ISPRA. La missiva continua affermando che «le opere e gli
investimenti verranno preliminarmente discussi e concordati con la popolazione giaglionese e –
sottolinea – solo con essa». Come gruppo di opposizione, non vediamo l’ora di partecipare ad un
confronto aperto, al quale non ci sottrarremo come recentemente fatto dalla maggioranza.
Relativamente a quali progettualità siano state messe allo studio per il nostro Comune, il Sindaco
cita il ministro Delrio rispondendo che «le risorse potranno essere utilizzate per opere e misure che
creino sviluppo durevole per il territorio» quindi, tutto e niente. Secondo il Primo cittadino le
compensazioni ammonterebbero (a suo dire secondo quanto confermato il 16 maggio 2017… da chi?
dove?) «a 100 milioni di euro oltre ai 10 già erogati in anticipazione (delibera CIPE n.57 del 2011
e successive)». Eppure la Delibera CIPE 62/2016 (alla quale non sono seguiti altri atti che
modifichino tale importo) stabilisce per le compensazioni un tetto massimo del 2% della spesa per
l’opera (sezione transfrontaliera sul lato italiano) che è pari ad un massimo di 42,2 mln di euro (2%
di 2,636 miliardi). Di questi, circa 10mln sono stati assegnati ai Comuni di Susa e Chiomonte e
pertanto l’importo rimanente ammonta al massimo a 32 milioni.

Alla nostra domanda specifica, il Sindaco ha dovuto ammettere che «”in soldoni” denaro ad oggi il
Comune non ne ha incassato» per poi tentare di argomentare alludendo a non meglio definite «basi
poste al fine di addivenire al miglioramento della situazione futura del territorio comunale e dei
suoi abitanti» senza mancare di elogiare ipotetici «enormi passi avanti ottenuti dalle realtà locali
attraverso il lavoro dell’Osservatorio».
Quest’ultima frase induce inevitabilmente il nostro gruppo consigliare, «incatenato purtroppo a
slogan e stereotipi cavalcati da personaggi più o meno noti ma privi di ogni conoscenza del
territorio e delle necessità degli utenti» (come ci etichetta il Sindaco), a ritenere che, dalla sua
personale (e sottolineiamo personale) decisione di aderire all’Osservatorio, Giaglione abbia
ottenuto null’altro se non il vuoto spinto.
I consiglieri del gruppo Progetto Giaglione

Monica GAGLIARDI
Enrico POZZATO
Roberto RONSIL

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. e bravo sindaco, un altro illuso che tenta rivendere lo stesso fumo che hanno venduto a lui ( e lui c’è cascato fino al collo). Tante belle parole ma alla fine….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.