GIAVENO, 1000 TURISTI NELLE CASE GRAZIE A “OSPITO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CARLO GIACONE (Sindaco di Giaveno)

GIAVENO – I dati di “Ospito” di quest’estate sono stati molto positivi, più di mille turisti hanno dormito e soggiornato nelle case di villeggiatura dei giavenesi. Circa il 30% di loro stranieri, americani, francesi, olandesi e tedeschi. Noi come amministrazione continuiamo a puntare sul turismo e soprattutto sul turismo di qualità.

Più di cento posti letto in Giaveno e borgate, con l’obiettivo il prossimo anno di raddoppiarli. Come sindaco sono molto soddisfatto del riscontro della popolazione e della fiducia dimostrata, un successo dimostrato da numero di turisti arrivati a Giaveno,che parlano a favore di “Ospito” e dello sviluppo di un turismo diverso sul territorio di Giaveno e della Val Sangone.

Il nostro patrimonio di seconde case è ampio, per diversi motivi; trovare un modo ragionevole e conveniente di utilizzarle, e se questo fa anche onore alla nostra ospitalità, è uno dei nostri obiettivi, per questo avevamo messo fra i requisiti per la partecipazione al bando per l’assegnazione dell’Ufficio Turistico proprio questa attività di promozione.

Grazie all’Associazione Val Sangone Turismo che ha promosso questa iniziativa, augurando che sempre più persone possano usufruire di questo servizio che va ad arricchire la nostra offerta di residenzialità a breve termine.

Avere un patrimonio immobiliare a disposizione dei turismi che cercano sempre di più, oltre agli alberghi, anche sistemazioni nelle case ad esempio per le famiglie, vuol dire lanciare Giaveno tra gli itinerari dedicati ad alcuni tipi di turisti in particolare, quindi non possiamo che essere contenti che tutto va bene, anzi benissimo.

Un grazie e complimenti a tutto lo staff con Caterina e Daniele,Gabriele, Stefania e un grazie anche a tutti i cittadini giavenesi che hanno creduto e investito in questo progetto turistico.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.