GIAVENO, ALTRI 200MILA EURO PER L’EDIFICIO DEL COMUNE: ALLOGGI PER LE PERSONE IN DIFFICOLTÀ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

GIAVENO – Sono in arrivo 29 milioni di euro in più destinati a coprire i problemi causati dal caro materiali: sono destinati a 17 Comuni per i progetti dei Piani Urbani finanziati sulla missione 5 inclusione del PNRR. Il vincolo è che i progetti siano messi a gara entro fine 2022.
Nel nostro territorio, i Comuni interessati all’arrivo dei nuovi fondi sono Alpignano (369.311,56 euro in più per la ristrutturazione di Villa Govean), Giaveno (222.970,45 euro in più per il recupero funzionale dell’edificio incompiuto per realizzazione social housing o residenza alla persona in via Beale), Grugliasco (752.838,23 euro in più per la rifunzionalizzazione di un ex edificio scolastico), Rivoli (589mila euro in più per rifunzionalizzazione e valorizzazione del complesso architettonico di palazzo Piozzo Di Rosignano), Venaria Reale (656.536,82 euro in più per realizzazione di un hub per la cultura presso l’ex caserma Beleno).
Per quanto riguarda Giaveno, sarà recuperato l’edificio incompiuto di proprietà comunale sito in Via Beale. L’idea è la realizzazione di alloggi per il social housing o residenza alle persone in difficoltà, e l’intervento è stato già finanziato con 1 milione e 400 mila euro.
Per quanto riguarda l’edificio di co-housing in via Beale, ospiterà gruppi di circa otto/dieci beneficiari/famiglie per volta. Nel lungo periodo possono essere ospitate ed aiutate diverse famiglie, ampliando il numero di persone coinvolte.
In collaborazione con i servizi sociali del territorio (Consorzio CONISA) animazione e gestione delle famiglie assegnatarie degli alloggi, nel senso di fornitura di strumenti utili a superare l’emergenza abitativa, quali ad esempio servizio di tutoraggio e accompagnamento al lavoro, servizio di consulenza e informazione sulle possibilità lavorative e alloggiative, creazione di percorsi individuali/familiari per il superamento delle difficoltà economiche e/o sociali e/o relazionali. Creazione all’interno della struttura di un servizio di animazione della stessa come per esempio fornitura di occasioni di incontro e collaborazione, uso comunitario degli spazi, incontri di formazione.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Social housing , che significa? Dare alloggio a clandestini, magari spacciatori, residenti da due giorni nel Belpaese ma percettori di RDC, oppure persone davvero povere, sfrattate per morosità incolpevole nel pagare l’affitto??!?! Dai, Carlo, ora che sei tornato, facci sapere cosa verrà ( davvero) fatto di quell’edificio ormai quasi rudere!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.