GIAVENO, APPUNTAMENTI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ DI GIAVENO

GIAVENO – Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne proclamata nel 1999, con la risoluzione n. 54/134, dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con invito rivolto ai governi, istituzioni e organizzazioni, nell’ambito delle rispettive competenze, ad organizzare in tale data iniziative destinate a informare l’opinione pubblica sul problema  della violenza contro le donne che è ormai diventata una vera e propria piaga sociale.

A Giaveno, l’Amministrazione Comunale con le scuole e le associazioni interessate celebrerà la Giornata con una manifestazione pubblica venerdì 24 novembre e con una mostra che sarà visitabile fino al 25 novembre.

L’appuntamento annuale che segue l’inaugurazione e la sistemazione nel Parco Maria Teresa Marchini della “Panchina Rossa” e  il monumento in memoria delle donne vittime di violenza del 2017 avrà luogo di svolgimento proprio presso questi simboli che ricordano ogni giorno l’impegno al rispetto delle donne e a costruire sensibilità verso le donne vittime, perché dalle violenze è possibile uscire.

Il programma è stato definito dagli Assessorati alla Scuola ed alle Attività Educative, Cultura, Pari Opportunità e alle Politiche Sociali insieme agli insegnanti delle scuole Blaise Pascal, Casa di Carità Arti e Mestieri, Scuola Secondaria di primo grado Francesco Gonin e ai referenti delle Associazioni A.N.P.I. Giaveno Val Sangone, Arteinmovimento, Croce Rossa Italiana Comitato di Giaveno, DonneDiValle e Sole Donna.

 

La piazzetta prenderà avvio alle ore 10 con le letture da parte dei ragazzi e delle ragazze delle scuole e delle associazioni partecipanti. A seguire in corteo i presenti faranno un percorso nel parco, lungo il camminamento dove saranno presenti le scarpe rosse per raggiungere il cortile di Palazzo Marchini dove si terrà il flash mob.

Alla manifestazione è invitata la cittadinanza. Per sottolineare l’adesione alla giornata si chiede di presenziare indossando o portando un accessorio oppure un indumento di colore rosso.

Alle ore 10.45 sempre di venerdì 23 verrà inaugurata presso la Sala degli Specchi di Palazzo Marchini la mostra dal titolo “Il Giardino del Dialogo” realizzata e presentata dall’omonima Associazione di Torino. Attraverso oltre trenta tavole disegnate  da tre pittrici: Alexandra Octavia Voicu, Franca Galleni e Silvia Baloi con targhe descrittive vengono illustrati gli avvenimenti tragici degli ultimi 500 anni che hanno travagliato l’umanità, “facendola precipitare in abissi di degrado che spesso sono taciuti o occultati” – riporta  l’Associazione Il Giardino del Dialogo.

La mostra sarà aperta a tutti ed è visitabile venerdì 23 novembre dalle ore 15 alle 18 e sabato 24 e domenica 25 novembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 fino alle 18.

Il 25 novembre è diventata, per l’Istituzione che rappresentiamo, una giornata di impegno. – afferma Anna Cataldo, Assessore alla Scuola e alle Attività Educative – Una ricorrenza per dare continuità ad un lavoro di sensibilizzazione, nel segno dei diritti, della denuncia sociale e della giustizia.
 È con questo spirito che l’Amministrazione Comunale ha scelto di celebrare la giornata contro la violenza sulle donne: un percorso di riscatto fondato dal basso, dalle nuove generazioni, con la presenza delle scuole e il coinvolgimento dei più giovani, per seminare un sentimento di anti – violenza capace di costruire una società nuova, fondata sui valori della tolleranza, del dialogo e del confronto“.

Questa giornata sulla violenza sulle donne non andrebbe né festeggiata oggi né ricordata oggi ma bensì tutti i giorni e  in tutti i momenti. La violenza purtroppo c’è ogni giorno e in ogni dove. Il rispetto per la donna non esiste più e soprattutto ciò che mi fa paura e la violenza dietro le mura domestiche dove si è indifese alla mercé di gente senza scrupoli, di mostri che sembrano angeli e invece non lo sono. – sottolinea  Enza Calvo, Assessore alle Politiche Sociali – Le donne e le donne vittime di violenza non devono sentirsi sole, niente giustifica la violenza, dobbiamo essere unite e nel bisogno ricordo il numero verde antiviolenza 1522“.

Per maggiori informazioni si può contattare il numero telefonico 011-9374053 (Ufficio Turistico) oppure visitare il sito www.comune.giaveno.to.it.

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.