GIAVENO, DISAGI NELLE BORGATE PER LA NEVE: STRADE BLOCCATE E NIENTE CORRENTE ELETTRICA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

image

di LUCA CALCAGNO

GIAVENO – Una giornata intensa, quella di ieri, che ha visto impegnato il Comune, insieme alla Vigilanza Anticendi Boschivi, a Sicuritalia e all’Enel per risolvere diverse problematiche causate dalla neve.

GIAVENO E I DISAGI PER LA NEVE: L’INTERVENTO DI COMUNE, VAB ED ENEL

 

I disagi sono incominciati alla mattina, con una sessantina di centimetri in borgata Chiarmetta. La strada d’accesso dal punto di vista amministrativo risulta anomala, poiché per un tratto privata e per l’altro pubblico. La neve quindi non è stata tolta, accumulandosi. È poi dovuto intervenire il Comune, richiedendo l’invio di una piccola pala meccanica.
Altra borgata, altro problema. Nella strada che porta a Monterossino per il peso della neve una pianta è ceduta, invadendo e bloccando la strada. Si è dovuti intervenire per tagliarla e ripristinare il passaggio. Già di per sé il transito è stato reso difficile dalle condizioni della strada poco pulita. Ma, come precisa il consigliere delegato ai Lavori Pubblici Marco Carbone, quel tratto è provinciale, dunque affidato alla Città Metropolitana e non al Comune.
Stesso discorso salendo verso la punta dell’Aquila, dove anche un’auto dotata di quattro gomme termiche aveva difficoltà ad avanzare, come racconta il consigliere. Per il Codice della Strada, le strade in presenza di neve devono comunque essere praticabili con gomme termiche o con catene, perciò si è dovuti intervenire per renderla percorribile.

Nel tardo pomeriggio interruzione di corrente elettrica a borgata Baronera e oltre. Il problema: lo sfarfallio di alcuni rami su dei cavi ad alta tensione. Non pochi i disagi: “Nella borgata un anziano di novantanni è rimasto per ore senza riscaldamento e anche senza luce” sottolinea Carbone, che è intervenuto con la V.A.B. e in seguito a quattro tecnici dell’Enel. Insieme si sono dati da fare per individuare la pianta in questione e risolvere il problema.
“La giornata di ieri – commenta Carbone, dopo aver rimarcato l’importanza del lavoro svolto dai vari soggetti coinvolti – è stato un importante insegnamento, perché ha permesso di evidenziare, soprattutto nelle borgate, alcune criticità che potrebbero aggravarsi nel caso di nevicate prolungate”.
Il primo punto che il delegato vuole evidenziare è una lamentela nei confronti dell’organo metropolitano per la pulizia delle strade provinciali, ieri difficilmente praticabili anche in condizioni adeguate al maltempo. La questione del taglio delle piante è il secondo punto.
“Nelle borgate molti fili, elettrici e telefonici, sono interessati dal contatto con i rami, se questi si appesantiscono per effetto della neve, ecco che si ripresenta il problema di borgata Baronera”, spiega Carbone. E aggiunge: “Un malfunzionamento dei fili comporta numerosi disagi, dalla mancanza di luce, all’impossibilità di scaldarsi, avendo molti stufe a pellet che richiedendo corrente elettrica per funzionare; alla difficoltà di inviare e ricevere telefonate”.

“Faremo rispettare l’ordinanza con cui il Comune aveva deciso di tagliare diverse piante per mantenere le strade pulite – conclude il consigliere – e faremo in modo di multare chi non è ancora intervenuto, aggiungendovi anche il costo del lavoro di taglio. Ci sono ancora molti alberi segnati da tagliare, ma su cui i proprietari non hanno rispettato l’ordinanza. In un caso è stato persino cancellato il segno”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.