GIAVENO E LA DISCARICA ABUSIVA, IL COMUNE SPIEGA: “NON SAPPIAMO SE C’È L’AMIANTO, ANALIZZEREMO TUTTI I MATERIALI RACCOLTI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di PAOLA TESIO

GIAVENO – Il consigliere comunale Marco Carbone questo pomeriggio ha fornito a ValsusaOggi ulteriori informazioni in merito all’episodio riguardante la raccolta di manufatti in Eternit  avvenuta lo scorso 15 gennaio ad opera della polizia municipale,  presso borgata Roccette : “Per rispondere alle considerazioni emerse specifico che  i vigili, con i guanti in lattice hanno preso dei campioni che dovremmo analizzare, e non sappiamo neppure se sia amianto.

Marco Carbone si è recato personalmente sul posto accompagnato dall’equipe dell’ufficio tecnico e da un vigile, anche per fare un sopralluogo degli altri siti interessati dall’abbandono di rifiuti, macerie nonché materiali contenenti amianto e ha promesso di provvedere ad ottemperare a tutte le risoluzioni del caso per migliorare le condizioni delle borgate,  come lui stesso dichiara: “Dal sopralluogo di questa mattina sono emersi diversi motivi di discussione relativi a quanto affligge da anni,  borgata Roccette. Analizzeremo tutti campioni ed emetteremo l’ordinanza in merito alla discarica abusiva (oggetto dei precedenti articoli di ValsusaOggi ndr) che abbiamo verificato accompagnati  anche da un borghigiano, addentrandoci  nel dirupo posto sotto la strada. Ci sono diversi elementi che potrebbero far intendere che da tempo, in quella discarica abusiva, si scarica un po’ di tutto, forse amianto, che giace da anni sul terreno  confondendosi persino con  la vegetazione. Ho dato altresì mandato al fine di verificare il metodo di Legge che permetta lo sgombero totale da tutti quei materiali presenti”.

Le oltre cento borgate giavenesi rischiano di non ricevere le dovute attenzioni come il centro storico e  anziché essere riconosciute come il cuore verde pulsante della comunità, vengono talvolta dimenticate. Come ValsusaOggi veglieremo sugli sviluppi della vicenda e ricordiamo ai nostri lettori che siamo a disposizione per raccogliere nuove segnalazioni.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.