Giaveno e i disastri: una lezione della Croce Rossa al Pascal

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

attachment (1)
di NICOLE CASTELLI

Per il secondo anno consecutivo la Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Giaveno, supportando la Giornata Internazionale per la Riduzione dei Disastri, si impegna a promuovere una cultura di riduzione dei disastri, attraverso la prevenzione delle catastrofi, la mitigazione e la preparazione delle comunità.
La Campagna “Fai di + che incrociare le dita”, ideata e realizzata dalla Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Giaveno, dopo il successo riscontrato con le attività rivolte agli adulti nell’edizione 2014, approda così all’interno dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Blaise Pascal” di Giaveno.
Utilizzo Social durante emergenze_CRI Giaveno_2015
Nella mattinata alcuni Giovani Operatori C.R.I. nel Settore Emergenza, adeguatamente preparati sulla materia, hanno condiviso, con oltre 270 studenti delle classi 4^ e 5^, le buone pratiche di utilizzo dei Social Network durante le catastrofi, semplici consigli con i quali però ottenere una buona e valida informazione al verificarsi di emergenze.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare non solo ad un migliore e più attento uso dei Social Network, ma anche ad una cittadinanza attiva da parte dei molti giovani utilizzatori delle nuove tecnologie e dei nuovi canali di comunicazione immediata, al verificarsi di una emergenza sul proprio territorio.


Infatti, oltre a migliorare la preparazione e la sensibilizzazione della comunità sui rischi, i Social Network impiegati nella gestione del rischio di catastrofi possono essere utilizzati per la sorveglianza, il monitoraggio e la consapevolezza della situazione, quale utile strumento per un sistema di allarme precoce fornendo informazioni e istruzioni con avvisi in tempo reale. I Social Network inoltre possono facilitare l’identificazione dei sopravvissuti e delle vittime oltre che aiutare ad informare le proprie famiglie e gli amici che ci si trovi al sicuro.
Fai di più che incrociare le dita: piccoli gesti per ridurre i rischi e la conoscenza di una azione condivisa tra le persone con cui convivi, renderanno più forte la tua risposta all’emergenza!!

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.