GIAVENO, ECCO L’ELENCO DELLE NUOVE OPERE CHE REALIZZERÀ IL COMUNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image
di LUCA CALCAGNO

Un anno intenso il 2016 giavenese. Interventi che, come affermato dal sindaco Carlo Giacone nella conferenza stampa di oggi, “miglioreranno la sicurezza e la viabilità sul territorio e non soltanto questi aspetti”. Presenti oltre al sindaco gli assessori: Anna Cataldo, Vladimiro Colombo, Ermanno Neirotti, Marilena Barone e i consiglieri Marco Carbone, Andrea Scalia, Edoardo Favaron, Saverio Scalise e Salvatore Martiniello.
Sono numerosi e diversificati i lavori pubblici messi in cantiere con l’avanzo di amministrazione (circa 3 milioni di Euro) utilizzabili grazie all’allentamento del Patto di Stabilità.

In campo sicurezza, relaziona il consigliere alle Opere pubbliche Marco Carbone, gli interventi sono diversi. Primo la cinta elettronica di videosorveglianza, idea mutuata, racconta il consigliere, dalle cinte murarie medievali. “Il principio che ha guidato questo progetto – spiega Carbone – è sapere immediatamente se un’auto non a norma entra nella Città. Quindi lavorare sulla prevenzione”. Per questo i varchi, punti d’accesso videosorvegliati a Giaveno, saranno aumentati da 4 a 11 per 22 postazioni di telecamere. Queste saranno dotate di un software (mentre le vecchie apparecchiature verranno aggiornate) che rileverà, leggendo la targa, se la vettura in questione non ha per esempio eseguito la revisione, non è in regola con l’assicurazione, è rubata o è inserita in liste nere, avviando subito una segnalazione.

GUARDA L’ELENCO DELLE OPERE CHE REALIZZERÀ IL COMUNE DI GIAVENO:

In tema luci Carbone ha precisato che il progetto che ha sostituito la vecchia illuminazione con led, adeguandosi a una legge sull’inquinamento luminoso, non era stato studiato dall’attuale Amministrazione. Ma preso atto dell’insufficienza di luminosità che allo stato attuale garantisce, il Comune interverrà in due modi: sostituendo i pali della luce attuale con altri più alti con un raggio di luce più ampio (in via Roma ad esempio) andando poi a cambiare i led troppo fiochi con altri più performanti e creando nuovi punti luce (come in piazza S. Antero). Il Comune ha già dei pali che potranno essere utilizzati per la sostituzione, evitando quindi di acquistarne di nuovi.

Luci anche per le borgate, anche se l’intervento verrà fatto in due step: sui pali di proprietà del Comune in un primo tempo e su quelli della società Enel Sole in un secondo tempo.
Si prevede anche di mettere in sicurezze tutti gli impianti su tutto il territorio. È già stato annunciato un prossimo intervento in piazza San Lorenzo per modificare l’allacciamento.

La questione delle luci si ricollega a quella degli attraversamenti pedonali. Proprio giovedì 7 gennaio una donna è stata investita sulle strisce di via canonico Pio Rolla, sembra tra le cause anche la scarsa illuminazione. Entro un mese, annuncia Carbone, si provvederà a illuminare ogni attraversamento pedonale. C’è anche un progetto che prevede di alzare 3 passaggi in via canonico Pio Rolla e in via Pacchiotti (dove da tre si passerà a due con uno doppio).

Verranno avviati i lavori per una rotonda in via Selvaggio, intervento in programma da tempo ma posticipato per mancanza di fondi, a circa 500 metri più in alto dell’incrocio con via cardinal Bovero. Per garantire sicurezza anche nel rettilineo che scendendo da Selvaggio porta al centro abitato si utilizzerà un sistema con autovelox. Di macchinario vero e proprio ce ne sarà per il momento uno solo, ma questo a rotazione verrà posto in una delle tre postazioni che si andranno a realizzare. Verrà anche studiata un rotonda su via Avigliana, dotata anche di nuove luci, mentre sarà rivista quella davanti all’Istituto Pacchiotti, modificandone le direttrici in modo che rallentino il traffico, obbligando quindi le vetture a percorrerla senza attraversarla per dritto come attualmente avviene.

Al cimitero di Giaveno verrà aggiunto un lotto con 190 loculi e 120 cellette ossario, mentre a quello di Provonda si metterà in sicurezza l’attuale struttura e in più si creeranno accessi per i diversamente abili.

Verrà rinnovato anche il parco vetture comunali (due porter, una panda autocarro, un’auto 4X4 per la protezione civile, una jeep renegate per i vigili urbani, una grande punto per i vigili urbani) e verrà acquistata una spazzatrice, data l’usura dell’attuale come ha evidenziato Barone.

L’assessore Cataldo è poi intervenuta sul tema scuola. Ha in primo luogo precisato che le critiche rivolta alla mancata informazione sullo spostamento temporaneo degli alunni dell’Istituto Crolle, per via di un adattamento alle norme sismiche, alla vecchia Anna Frank. Ha precisato che l’intenzione fosse quella di avere prima un progetto ben studiato per poter dare risposte esaurienti a genitori e insegnanti. Inoltre, ha aggiunto, la riqualificazione della Crolle dipende da un finanziamento che il Comune ha ottenuto recentemente, data l’eventualità di non poterlo ottenere, annunciare dei lavori che poi non sarebbero avvenuti avrebbe creato confusione. Avverrà, comunque, a breve un incontro informativo per dare tempo, prima dello scadere delle iscrizioni per il prossimo anno scolastico, di decidere dove mandare il proprio figlio.

All’ex Anna Frank verrà ripristinato l’impianto elettrico e verrà riqualificata sotto il profilo termico. In più i vetri attuali verranno sostituiti con dei vetri antisfondamento e vi sarà una tinteggiatura. Circa i disagi espressi da alcuni genitori su via XX settembre pedonale, Cataldo risponde che vi sarà lo scuolabus e inoltre verranno aperti entrambi gli ingressi: quello da via XX settembre e da via IV marzo. “In accordo con l’assessorato all’Ambiente e la Commissione rifiuti zero doteremo le scuole dei macchinari per lavare e disinfettare le stoviglie delle mense, in questo modo ridurremo i rifiuti di plastica”, ha poi spiegato Cataldo. Negli istituti verranno ricollocati i defibrillatori (per il progetto “Giaveno Cardioprotetta”), cui verrà aggiunta una cartellonistica che ne spiegherà il funzionamento.

Ne verranno invece dotati l’Istituto Pacchiotti (per Casa di Carità e le classi del Blaise Pascal) e l’Istituto Monti, mentre per Selvaggio si pensa di posizionarlo fuori per permetterne l’utilizzo anche ai frequentatori della bocciofila limitrofa. Oltre che nelle scuole, sottolinea il consigliere delegato allo sport Andrea Scalia, i defibrillatori verranno riposizionati al Palazzetto (di cui verrà asfaltato il parcheggio con l’aggiunta di un nuovo punto luce) e collocati anche nei campi di via Beale e al Torta. Per quest’ultimo si prevede la riqualifica dei locali e il rifacimento della copertura della tribuna con una più leggera. In campo sport altri interventi riguardano il posizionamento di due canestri nell’attuale Anna Frank, su modello del campetto di via Beale, ma con un custode.

Colombo in chiusura ha poi spiegato che rimane un notevole margine, circa 800 mila Euro che potrebbe essere anche un milione con gli oneri di urbanizzazione, che potranno essere utilizzati per il 2016.

“Voglio ringraziare il grande lavoro degli uffici e delle aree interessate da queste progettazioni: appalti, lavori pubblici, socio scolastico, polizia municipale e l’urbanistica che hanno dimostrato competenza, capacità, senso del dovere e di responsabilità e lavorando fino a tarda notte anche nei giorni di festa del natale e del capodanno” conclude Giacone, cui si uniscono gli altri amminstatori presenti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.