GIAVENO, LA LEGA: “ECCO PERCHÉ CANDIDIAMO A SINDACO UN’ESTERNA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di STEFANO OLOCCO (Segretario Lega Giaveno)

GIAVENO – Oggi mi preme spiegare a quanti non hanno ancora capito le scelte mie e della sezione Lega di cui da anni sono il segretario. Abbiamo fatto una scelta. L’abbiamo fatta per portare a Giaveno una visione nuova e importante, perché crediamo e siamo sicuri che i differenti scenari a cui saremo chiamati chiedono risposte nuove e differenti. Non potevamo certo rimanere chiusi in disparte e senza metterci in gioco in prima persona, pur sapendo i sacrifici che avremmo dovuto fare e le critiche che avremmo ricevuto. Sacrifici e critiche che saranno ripagate appieno se riusciremo nel dare a Giaveno un’impronta nuova e importante: basata sulla concretezza del governare il presente e progettare il futuro.

La nostra scelta non è nata dentro la sede di un partito né tanto meno nasce da accordi di palazzo, nasce dai gazebo e dalla gente: dai tanti incontri che abbiamo avuto con voi in questi anni. Per questo ho perso carta e penna per scrivervi. Per dirvi che ci siamo, siamo pronti ad accettare la sfida che voi cittadini ci avete lanciato.

Ho scelto assieme i miei militanti di candidare un sindaco esterno alla sezione, Antonella Grossi, perché potesse integrare con la sua esperienza e la sua capacità, le nostre. L’abbiamo scelta perché in lei abbiamo fiducia e sappiamo che potrà dare un valore aggiunto alla nostra lista.

Questo non vuol dire che la Lega si farà da parte. Anzi sarà la Lega il vero motore. Io non mi farò certo da parte, sarò il vice di Antonella prima e dopo, anzi sarò sempre presente a ribadire gli impegni e i valori della Lega. Valori e simbolo di cui sono il rappresentante da ormai otto anni sul territorio di Giaveno con grandissimo orgoglio.

Lega che a Giaveno per la prima volta si presenta da sola e, non lo fa certo solo perché a livello nazionale è un partito importantissimo, quelle sono chiacchiere. Semmai lo fa per offrire una scelta nuova anche grazie al gruppo di uomini e donne che compongono la lista: che sono maturati molto e sono pronti a fare la differenza. Lista che mi ha scelto come leader e che so fin da ora rappresenterà in maniera degna il simbolo della Lega da cui siamo tutti rappresentati.

In fondo credo che la forza della Lega sia stata quella di raccogliere la voglia di cambiare. Credo che la forza di Giaveno sarà saper cambiare. E se voi ci sarete io e la Lega ci saremo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. La forza della lega è saper rubare, infrangere le leggi, violare la costituzione, seminare odio e violenza e andare avanti col progetto del federlalismo, caro al vecchio bossi, con tanto di voti e baciamano dei meridionali. Vergognoso !

    • Bravo Marco anche in questo articolo la tua C…..A l’hai detta!
      Continua a non smentirti! Lascia tranquilli i meridionali e non fare discriminazioni tra Italiani Ignorante!

  2. in genere dietro la candidatura di un esterno possono esserci vari motivi:
    – nella lista si capisce che nessuno ha le competenze per fare il sindaco
    – nella lista si capisce che nessuna persona gode di sufficiente fiducia per essere eletta sindaco
    – nella lista si capisce che serve un qualcuno a fare da parafulmine per poter lavorare con calma sottobanco
    – una somma dei tre motivi…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.